Casa di Bëor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

La Casa di Bëor (IPA: [ˈbɛ.ɔr]) è una casata di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Fu la più antica delle Tre case degli Uomini che si erano alleate con gli Elfi) nella Prima Era.

Membri importanti[modifica | modifica wikitesto]

Bëor il Vecchio (262-355); originariamente veniva chiamato Balan, e successivamente gli fu dato il titolo di "il Vecchio", fu il capo della Casa di Bëor, e primo uomo a viaggiare attraverso il Beleriand all'incirca nell'anno 305 della Prima Era. Egli incontrò Finrod Felagund, che guidò lui e la sua gente presso l'Estolad, ad est del Doriath; Bëor alla fine prese servizio presso Finrod a Nargothrond, dove rimase fino alla morte, avvenuta a 93 anni. Il suo nome, Bëor, deriva da una parola della lingua Bëoriana che significa vassallo.

Baran (289-380) era il figlio maggiore di Bëor il Vecchio e prese il comando del suo popolo quando suo padre partì per Nargothrond. Egli renò nell'Estolad ed ebbe due figli, Boron e Baranor.

Belen (292-?) era il secondo figlio di Bëor il Vecchio.

Bereg (340-?), un nipote di Baran, insoddisfatto dell'Estolad, prese con sé parte della sua gente per condurla verso una destinazione sconosciuta, scomparendo dagli annali storici. È possibile che alcuni dei suoi discendenti fossero gli antenati degli uomini dell'Eriador.

Boron del Dorthonion (315-408) era un figlio di Baran.

Boromir (338-432) era uno dei figli di Boron. A Boromir fu assegnato il regno della terra di Ladros nel Dorthonion come vassallo, e la sua casa dimorò lì.

Bregor del Ladros (359-448) era un figlio di Boromir, e fratello di Andreth e Beril.

Bregolas (393-455), che morì nella Dagor Bragollach, e Barahir (400-460) erano figli di Bregor.

Beren ((432-466) quindi (467-503)) era un figlio di Barahir, forse il più grande eroe della Prima Era. Egli rubò il Silmaril dalla corona di Morgoth e sposò Lúthien.

Baragund (420-460) era un figlio di Bregolas e un diretto discendente di Bëor il Vecchio. Ebbe una figlia, Morwen e divenne il nonno di Túrin Turambar. Sopravvisse alla Dagor Bragollach e visse come un fuorilegge insieme a suo zio Barahir e altri compagni. Tuttavia essi furono ingannati da Sauron e uccisi.

La Casa di Bëor nelle ere successive[modifica | modifica wikitesto]

La Casa di Bëor cessò di essere una casa indipendente dopo la Dagor Bragollach, ma di quelli che sopravvissero, la maggior parte si trasferì a Númenor. Si dice che qui essi parlassero molto di più il Sindarin rispetto all'Adûnaico; inoltre è stato notato che i discendenti dei Bëoriani avessero un alrco di vita relativamente più breve comparati con gli altri Númenóreani. Erendis era un discendente di Beleth, figlia di Bregolas della Casa di Bëor.

Discendenza di Bëor il Vecchio[modifica | modifica wikitesto]

Bëor il Vecchio
Baran
Belen
Boron
Baranor
Beldir
Boromir
Belegor
Bereg
Belemir
Adanel
Bregor
Andreth
Beril
Beren
Bregil
Hirwen
Bregolas
Gilwen
Barahir
Emeldir
Beleth
Baragund
Belegund
Beren
Erchamion
Lúthien
Tinúviel
Húrin
Morwen
Rían
Huor
Dior
Nimloth
Brandir
lo Zoppo
Túrin
Turambar
Urwen
Lalaith
Nienor
Níniel
Tuor
Idril
Eärendil
Elwing
Elros
Elrond
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien