Beausoleil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Beausoleil
comune
Beausoleil – Stemma
(dettagli)
Beausoleil – Veduta
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Dipartimento Nice Arms.svg Alpi Marittime
Arrondissement Nizza
Cantone Beausoleil
Amministrazione
Sindaco Gérard Spinelli dal 2008
Territorio
Coordinate 43°45′N 7°26′E / 43.75°N 7.433333°E43.75; 7.433333 (Beausoleil)Coordinate: 43°45′N 7°26′E / 43.75°N 7.433333°E43.75; 7.433333 (Beausoleil)
Superficie 2,79 km²
Abitanti 14 363[1] (2009)
Densità 5 148,03 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 6240
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 06012
Nome abitanti Beausoleillois (FR), Belsolesi (IT)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Beausoleil
Beausoleil – Mappa
Sito istituzionale

Beausoleil (in italiano Belsole, in occitano Bèusoleu [ˌbɛwsuˈlew]) è un comune francese di 14.363 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

Il nome dei suoi abitanti è Beausoleillois in francese e Belsolesi in italiano.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Situata nel bacino idrografico che sormonta il Principato di Monaco, la cittadina di Beausoleil è contornata dalla «Tête de Chien» (Testa di Cane) e dal "Mont Agel" (Monte Agello). Benché posta in territorio francese, la stazione turistica di Beausoleil forma con Monte Carlo una sola agglomerazione urbana, poiché il comune è limitrofo al Principato di Monaco.

Il comune fa parte geograficamente della regione fisica italiana, ed il territorio dell'attuale Beausoleil era compreso con il comune di Turbia, da cui è stato scorporato, nella storica Contea di Nizza, che è stata ceduta dal Regno di Sardegna alla Francia nel 1861. Il comune confina a sud con il Principato di Monaco con il quale costituisce un unico agglomerato urbano.

La vegetazione è di tipo mediterraneo, e vi si trovano piante relativamente rare, come la niveola di Nizza, così come bellissime colonie d'euforbie arborescenti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La linea ferroviaria a cremagliera in uso fino al 1932

Numerose tracce archeologiche e storiche sono state trovate a Beausoleil, ed il loro studio non può essere dissociato da quelle trovate sul territorio attuale di Monaco e dintorni, e che risalgono alle epoche fenicie e poi romane, ed il Trofeo delle Alpi o Trofeo d'Augusto a Turbia.

Sempre sul territorio del comune di Beausoleil, ne luogo detto del "Mont des Mules" (Monte delle Mule), classificato monumento storico, si rinviene la presenza d'un oppidum di "pietre a secco", generalmente attribuito alle popolazioni celto-liguri che abitavano la regione alcuni millenni fa.

Il comune è stato creato nel 1904, da Camille Blanc (italianizzato in Camillo Bianchi), in epoca quindi successiva alla cessione della Contea di Nizza alla Francia, che l'ha distaccato dal territorio del comune di Turbia; per questo non esiste una versione originaria in italiano del toponimo che, letteralmente, significa "Belsole".

La creazione del comune è stata resa necessaria dalla forte crescita demografica che si sviluppava allora sul territorio, segnatamente a sud del comune di Turbia, frontaliero del Principato di Monaco.

A tale epoca Monaco, e più in particolare il suo quartiere di Monte-Carlo, si sviluppava fortemente, grazie al turismo ed al gioco d'azzardo, ed i bisogni di manodopera nelle costruzioni edili hanno attirato notevolmente popolazioni d'immigrati, specificamente degli Italiani, nei comuni dei dintorni.

Il nuovo comune doveva chiamarsi in effetti "Monte Carlo Superiore" (Mont-Charles Supérieur), ma a causa delle vive proteste formulate dal Principato di Monaco, si creò di sana pianta, inventandola, la denominazione di Beausoleil, d'andamento turistico, allora incipiente.

I monegaschi infatti protestarono per l'appellativo di Monte Carlo Superiore perché, da un lato, stavano affermando la propria indipendenza e, dall'altro, erano ancora molto legati alla lingua italiana, tanto che i toponimi Monaco e Monte Carlo mantengono tutt'oggi la denominazione originaria, e così l'attuale toponimo Beausoleil, di sapore turistico, fu deciso a seguito di tali proteste.

L'urbanizzazione dell'area, sita a sud di Turbia, e l'istituzione del nuovo comune di Beausoleil si resero necessarie per il forte incremento demografico che, nei primi anni del secolo scorso, interessava la frontiera monegasca.

Infatti in quegli anni il Principato di Monaco stava vivendo un notevole sviluppo, soprattutto grazie al turismo, e non pochi erano i lavoratori frontalieri provenienti dal nizzardo e dall'Italia, in particolare dalla Liguria.

Con il progredire perciò dell'urbanizzazione di Monte Carlo i due centri costituiscono oggi un unico agglomerato urbano, separato da una praticamente invisibile frontiera.

L'urbanizzazione monegasca infatti si è propagata anche su Beausoleil, e la città ne conserva ancora bei ricordi, classificati oggi monumenti storici, come il "Riviera Palace", e l'architettura Belle Époque della città è un esempio del genere. Diversi edifici sono attualmente attribuiti ai cantieri Eiffel, come il tetto-vetrata del Riviera Palace e il mercato di Beausoleil.

Il primo sindaco e fondatore dichiarato del comune nel 1904, è dunque Camille Blanc (Camillo Bianchi), ancora oggi il più celebre beausoleillois, personnaggio emblematico a Beausoleil.

Una linea della ferrovia a cremagliera (sistema Riggenbach) collegava Beausoleil a Turbia dal 1893 al 1932

La storia della città è segnata dal terribile incidente ferroviario della "Cremagliera", piccolo trenino che si arrampicava su per le pendici fino a Turbia sin dal 1893.

In effetti, in occasione ed a causa d'un incidente meccanico, il treno si mise a scendere all'indietro, scivolando lungo il pendio della collina, fino al punto di partenza, facendo parecchi morti, per cui il funzionamento dell'impianto di risalita è stato interrotto nel 1932.

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune di Beausoleil è un blasone d’azzurro con ulivo d'argento terrazzato d'oro accompagnato d’un sole del medesimo, movente dall'angolo sinistro del capo e d'una stella anche d'oro al cantone destro del capo.

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il campanile della chiesa di San Giuseppe
  • Il "Mont des Mules" (Monte delle Mule ): è uno spazio naturale d'una decina d'ettari, costituito d'un dirupo roccioso di calcare, sormontante il Principato di Monaco. Il "Mont des Mules" è un luogo di passeggiata per i Beausoleillois - come sono chiamati i Belsolesi in francese - ed i turisti che visitano la regione. Esso è stato assestato e sistemato con sentieri all'inizio del XX secolo dai club del turismo dell'epoca. La sua denominazione proviene senza dubbio dall'uso frequente di mule da parte dei contrabbandieri che passavano il monte posto tra il territorio di Monaco e quello di Turbia, per cui diverrà così il Monte delle Mule. Il monte accoglie un castellar, il campo ligure del Monte delle Mule, di 200 metri di lato circa, e di cui uno dei fianchi costeggia la strada che va da Beausoleil a Turbia. Esso è un oppido ligure classato al titolo dei monumenti storici dalla data del 28 gennaio 1939 in Francia[2]. Il "Monte delle Mule" ha una vegetazione naturale considerevole, in particolare di euforbie arborescenti e di niveole di Nizza, ed è un testimone dell’habitat fortificato ligure costruito da tali popolazioni che abitavano la regione durante l’Età del ferro. Non essendo il sito ancora stato oggetto di scavi archeologici, le sue sole vestigia chiaramente riconoscibili sono caratterizzate da imponenti muraglie in pietra secca disposte ad arco di cerchio, delimitante un'area di 6000 m², che non si sa datare precisamente, la quale è stata probabilmente occupata sin dal III secolo, poi abbandonata all’epoca dell'Impero romano ed è classata tra i monumenti storici dalla data del 28 gennaio 1939.

Edifici religiosi[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci di Beausoleil[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei sindaci
Periodo Nome e cognome Partito
1904 Camillo Bianchi
1929 Giacomo Subles
1935 Paul-Joseph Chiabault
1941 Francesco Rochesani
1943 Arturo Odoli
1944 Mario Floret
1944 Augusto Dubar
1953 Paul-Joseph Chiabault
1971 Paolo Massa
1977 Andrea Vanco PCF
1986 Ruggero Benatti PCF
1989 Gérard Spinelli UDF
1995 Gérard Spinelli UDF
2001 Roberto Vial  
Il comune è stato istituito nel 1904.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Beausoleil[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia