Antibes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'EP degli Ancient Myth, vedi Antibes (EP).
bussola Disambiguazione – "Antibo" rimanda qui. Se stai cercando l'omonimo atleta italiano, vedi Salvatore Antibo.
Antipoli
comune
Antibes Juan-les-Pins
Antipoli – Stemma
(dettagli)
Antipoli – Veduta
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Dipartimento Nice Arms.svg Alpi Marittime
Arrondissement Grasse
Cantone Antibes-Biot
Antibes-Centre
Vallauris-Antibes-Ouest
Territorio
Coordinate 43°35′N 7°07′E / 43.583333°N 7.116667°E43.583333; 7.116667 (Antipoli)Coordinate: 43°35′N 7°07′E / 43.583333°N 7.116667°E43.583333; 7.116667 (Antipoli)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 26,48 km²
Abitanti 76 580[1] (2009)
Densità 2 891,99 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 06160
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 06004
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Antipoli
Sito istituzionale

Antibes Juan-les-Pins, o più semplicemente Antibes (in italiano storicamente Antibo e anche Antipoli in tempi più recenti, in greco antico Antipolis, in occitano Antíbol), è un comune francese di 76.580 abitanti (fino a 220.000 durante l'estate) situato nel dipartimento delle Alpi Marittime nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. I suoi abitanti si chiamano antibois (in occitano provenzale antibolencs o antiboulen, in italiano antiboini). È il secondo comune del dipartimento delle Alpi Marittime, dopo Nizza.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Si trova nel sud della Francia, sulla Costa Azzurra tra Cannes e Nizza.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Il suo comune include Antibes e Juan-les-Pins. Ad Antibes c'è il Musée Picasso che si trova nel Castello Grimaldi (costruzione che risale al secolo XVI eretta sulle rovine dell'antica acropoli greco-romana) e contiene tutte le opere che Pablo Picasso eseguì durante il suo soggiorno ad Antibes, nel 1946. Fra le altre la notissima e acclamata Joie de vivre. Molti sono comunque i pittori, impressionisti e no, che negli ultimi centocinquanta anni hanno scelto di soggiornarvi per un certo tempo per ritrarre i suoi paesaggi e la sua luce incomparabile: ricordiamo Nicolas De Staël, che vi trovò prematuramente la morte, Claude Monet e Paul Signac, Hans Hartung. La vita della città è molto animata e colorata in ogni periodo dell'anno, con i suoi mille ristorantini da tutti i prezzi, i negozi, i locali, le botteghe d'arte, i variopinti mercatini. Altri posti molto visitati sono il Museo Peynet dedicato al grande artista e il Museo Archeologico (Bastion St. André, costruito da Sébastien Le Prestre de Vauban). Su Antibes Victor Hugo scrisse: "Tout ici rayonne, tout fleurit, tout chante" ovvero "Qui tutto splende, tutto fiorisce, tutto canta". In luglio nella Pinède Gould di Juan les Pins si svolge da più di 40 anni un famosissimo Festival del Jazz, manifestazione internazionale a cui hanno partecipato e partecipano i più prestigiosi nomi del jazz mondiale. Tra Antibes e Juan les Pins si estende il famoso promontorio di Cap d'Antibes dove Francis Scott Fitzgerald ambientò parte del suo romanzo Tenera è la notte e dove sorgono alcuni tra i più esclusivi hotel del mondo, come l'Hotel du Cap-Eden Roc, e fastose ville private come il Château de la Croé e che ospita splendidi parchi fra cui il parco Thuret, un giardino botanico di 4 ettari. In cima al promontorio sorge il faro, accanto al Santuario della Garoupe. Da qui si gode una magnifica vista a 360 gradi, che va da Cannes alla Baie des Anges. Molto suggestiva, benché non agevole, la passeggiata a piedi sul litorale del Cap che inizia dalla spiaggia della Garoupe. Tra Fort Carré (a levante) e i bastioni della città vecchia (a ponente) c'è il maggiore porto turistico in Europa e il secondo del mondo: Port Vauban. Già importantissimo porto commerciale per la Antipolis dei Greci, mantenne la sua importanza strategica anche durante il Medioevo. Il Fort Carré è una fortezza del XVI secolo, uno dei massimi esempi di architettura militare in Europa, che sorge sulle rovine del Tempio di Mercurio. Vi venne imprigionato Napoleone Bonaparte dal 16 agosto al 14 settembre del 1794, dopo la caduta di Robespierre.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Antibes

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia