Astrid del Belgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Astrid del Belgio
Archduchess Astrid.jpg
Arciduchessa d'Austria-Este
Stemma
Nome completo Astrid Joséphine Charlotte Fabrizia Elisabeth Paola Marie
Nascita Bruxelles, 5 giugno 1962
Dinastia Sassonia-Coburgo-Gotha
Padre Alberto II dei Belgi
Madre Paola del Belgio
Consorte Lorenzo d'Asburgo-Este
Figli Principe Amedeo
Principessa Maria Laura
Principe Gioacchino
Principessa Luisa Maria
Principessa Letizia Maria

Astrid Joséphine Charlotte Fabrizia Elisabeth Paola Marie di Sassonia-Coburgo-Gotha, principessa del Belgio (Bruxelles, 5 giugno 1962), è la sorella di re Filippo del Belgio, secondogenita di re Alberto II del Belgio e di Paola Ruffo di Calabria.

Ha sposato l'arciduca Lorenzo d'Asburgo-Este, capo della casa d'Austria-Este, nipote di Carlo I d'Austria-Ungheria e di Amedeo di Savoia-Aosta. In virtù del suo matrimonio Astrid è arciduchessa d'Austria, principessa reale d'Ungheria e di Boemia e dal 1991, a seguito dell'abolizione della legge salica, è quinta in linea di successione al trono del Belgio (dopo i quattro figli di suo fratello Filippo) e membro di diritto del Senato del Belgio.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Astrid effettua gli studi primari e secondari presso le suore dell'Institut de la Vierge Fidèle di Bruxelles. Dopo gli studi secondari Astrid studia per un anno storia dell'arte a Leida, quindi completa la sua formazione all'Institut universitaire d'etudes européennes di Ginevra e poi a Michigan.

Matrimonio e famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 settembre 1984, sposa a Bruxelles l'arciduca Lorenzo d'Asburgo-Este, divenuto principe del Belgio nel 1995. Dall'unione sono nati cinque figli:

  • Amedeo Maria Giuseppe Carlo Piero Filippo Paola Marco d'Aviano (1986), che porta il nome del bisnonno, eroe dell'Amba Alagi;
  • Maria Laura Zita Beatrice Gerarda (1988);
  • Gioacchino Carlo Maria Nicola Isabella Marco d'Aviano (1991),
  • Luisa Maria Anna Martina Pilar (1995);
  • Letizia Maria Nora Anna Gioacchina Zita (2003).

Dal 1984 al 1993, quando Astrid non ricopriva ancora alcuna funzione ufficiale, la famiglia viveva nell'anonimato a Basilea in Svizzera, dove Lorenzo lavorava per una banca. Attualmente vivono nella tenuta di Stuyvenberg, proprietà della donazione della corona.

Re dei Belgi
Casa di Sassonia-Coburgo-Gotha
Coat of Arms of the King of the Belgians (1921).svg


Leopoldo I (1790-1865)
Leopoldo II (1835-1909)
Alberto I (1875-1934)
Leopoldo III (1901-1983)
Baldovino I (1930-1993)
Alberto II (1934-vivente)
Figli
  • Filippo del Belgio
  • Astrid
  • Lorenzo
Filippo (1960-vivente)
Modifica


Abolizione della legge salica e funzioni ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'abolizione della legge salica nel 1991, Astrid è ammessa nella linea di successione al trono del Belgio (dopo i quattro figli di suo fratello re Filippo), diventa membro di diritto del Senato del Regno, ottiene un grado nell'esercito e una dotazione dal governo.

Nel giugno 1993, Astrid rientra in Belgio, di cui il padre è divenuto re. Nel 1994 subentra al padre alla presidenza della Croce rossa belga restando in carica fino al 31 dicembre 2007.

Nel 1996, presta giuramento come senatore di diritto e interviene più volte in aula occupandosi di povertà.

Nel 1997 è nominata colonnello del servizio medico belga e riceve il gran cordone dell'ordine di Leopoldo.

È presidente d'onore della European Organisation for the Research and Treatment of Cancer, della Fondation Médicale Reine Elisabeth, istituita nel 1926 dalla bisnonna per sostenere la ricerca nel campo delle neuroscienze, e dei fondi scientifici della Fondation Roi Baudouin.

La principessa Astrid accorda il suo alto patronato alla sezione belga dell'Association Mondiale des Amis de l'Enfance, alla Fondation Vivat-Foyer Général Cornet, alla Fédération Francophone des sourds de Belgique, all'Association Insuffisants Respiratoires, all'International Federation for Hydrocephalus and Spina Bifida, all'Institut médico-pédagogique Sainte-Gertrude.

Dal 2007 Astrid si è impegnata nella lotta alla malaria diventando rappresentante speciale del "Roll Back Malaria Partnership" (RBM), istituito nel 1998 dall'Organizzazione mondiale della sanità insieme al programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo e all'Unicef.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Astrid del Belgio Padre:
Alberto II dei Belgi
Nonno paterno:
Leopoldo III dei Belgi
Bisnonno paterno:
Alberto I del Belgio
Trisnonno paterno:
Filippo del Belgio
Trisnonna paterna:
Maria di Hohenzollern-Sigmaringen
Bisnonna paterna
Elisabetta di Wittelsbach (1876-1965)
Trisnonno paterno:
Carlo Teodoro in Baviera
Trisnonna paterna:
Maria José di Braganza
Nonna paterna:
Astrid di Svezia
Bisnonno paterno:
Carlo di Svezia
Trisnonno paterno:
Oscar II di Svezia
Trisnonna paterna:
Sofia di Nassau
Bisnonna paterna:
Ingeborg di Danimarca
Trisnonno paterno:
Federico VIII di Danimarca
Trisnonna paterna:
Luisa di Svezia
Madre:
Paola Ruffo di Calabria
Nonno materno:
Fulco Ruffo di Calabria
Bisnonno materno:
Fulco Beniamino Ruffo di Calabria
Trisnonno materno:
Fulco Ruffo di Calabria-Santapau
Trisnonna materna:
Eleonora Galletti di San Cataldo
Bisnonna materna:
Laura Mosselman du Chenoy
Trisnonno materno:
Conte Theodore Mosselman du Chenoy
Trisnonna materna:
Isabelle, dei Conti Coghen
Nonna materna:
Luisa Gazelli
Bisnonno materno:
Augusto Gazzelli dei Conti di Rossana
Trisnonno materno:
Calisto Gazelli Conte di Rossana
Trisnonna materna:
Francesca Cotti di Ceres
Bisnonna materna:
Maria dei Conti Rignon
Trisnonno materno:
Conte Felice Rignon
Trisnonna materna:
Luisa Perrone di San Martino

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze belghe[modifica | modifica wikitesto]

Gran cordone dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Gran cordone dell'Ordine di Leopoldo
— [1]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di gran croce dell'Ordine al merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine al merito di Germania (Germania)
— [2]
Dama di gran croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo)
— 2007[3]
Dama di gran croce dell'Ordine reale norvegese al merito (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine reale norvegese al merito (Norvegia)
— 20 maggio 2003[4][5][6]
Dama di gran croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi)
— 2006[7]
Dama di gran croce dell'Ordine dell'infante dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine dell'infante dom Henrique (Portogallo)
— 8 marzo 2006[8][9]
Dama di gran croce dell'Ordine al merito civile (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine al merito civile (Spagna)
— 12 maggio 2000[10]
Commendatore di gran croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di gran croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia)
— [11]
Dama di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— 2008[12]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jo Gérard, "Albert II et sa famille", éditions J.-M. Collet, 1993.
  • Patrick Weber, "Dix princesses", éditions Racine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Photo during Prince Frederick of Denmark's wedding from Zimbio website - ribbon : Grand Crest Ordre de Leopold.png
  2. ^ Photo by Seger Press - ribbon : GER Bundesverdienstkreuz 7 Grosskreuz.svg
  3. ^ Princess Astrid wearing the Order of Adolphe of Nassau - website Belga Pictures
  4. ^ Princess Astrid wearing the Royal Norwegian Order of Merit - website Knowing The Royals
  5. ^ [1] - official website of the The Belgian Monarchy
  6. ^ Kongehuset
  7. ^ Princess Astrid wearing the Order of the Crown - website Belga Pictures
  8. ^ Princess Astrid wearing the Order of Prince Henry - website of the Ducal House of Modena
  9. ^ Princess Astrid during the state visit of the Hungarian president - website of the The Belgian Monarchy
  10. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  11. ^ [2] - website PeriScope
  12. ^ Princess Astrid at the Belgium Hungary state visit gala dinner - website Belga Pictures

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Linea di successione al trono del Belgio Successore Great coat of arms of Belgium.svg
Eléonore del Belgio 5ª posizione Amedeo del Belgio
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie