Altezza imperiale e reale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sua altezza imperiale e reale l'arciduca Otto d'Asburgo.

Il titolo di sua altezza imperiale e reale (acronimo: S.A.I.R.; in tedesco: Kaiserliche und königliche Hoheit, da cui K.u.k.) è il Trattamento che spetta ad alcuni membri di case reali, per nascita o matrimonio, che godano contemporaneamente del trattamento di altezza imperiale ed altezza reale.

Essendoci stato in Europa fino al 1802 un solo imperatore, i primi a godere di questo titolo furono i membri della casa d'Asburgo-Lorena in quanto principi imperiali ed arciduchi d'Austria e principi reali di Boemia ed Ungheria. Ad essi si aggiunse, nel XIX secolo, la casa di Hohenzollern: il primogenito del kaiser era altezza imperiale e reale in quanto principe ereditario (Kronprinz) dell'Impero tedesco e del regno di Prussia, e, per matrimonio, lo era anche sua moglie. Tale titolo potrebbe essere usato anche oggi per il capo della casata, ma ciò non accade.

In seguito alla creazione del titolo di principe d'Orléans-Braganza nel 1908, i membri della casa imperiale del Brasile che discendono in linea maschile da Gastone d'Orléans, conte d'Eu, e da Isabella del Brasile hanno diritto al titolo di altezza imperiale e reale, fatta eccezione per il capo della casata, che, come erede presuntivo al trono brasiliano, perde ogni diritto al trono francese.