Anidride perclorica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anidride perclorica
Struttura dell'anidride perclorica
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Cl2O7
Massa molecolare (u) 182,901
Aspetto liquido incolore
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Esplosivo Comburente

L'anidride perclorica o eptossido di dicloro è l'anidride dell'acido perclorico. La sua formula bruta è Cl2O7.


Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di questo composto è molto rischiosa a causa della sua forte tendenza ad esplodere[1].

Si procede distillando una miscela di acido perclorico e anidride fosforica, che funge da agente deidratante[1].

2 HClO4 + P4O10 → Cl2O7 + H2P4O11

Preparare dell'anidride perclorica pura è comunque sconsigliato anche a causa della sua fortissima igroscopicità che in breve la ritrasforma in acido assorbendo l'umidità dell'aria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Arnold F. Holleman e Egon Wiberg, Inorganic chemistry, Translated by Mary Eagleson, William Brewer, San Diego, Academic Press, 2001, p. 464, ISBN 0-12-352651-5.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia