Anidride iodica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anidride iodica
Iodine-pentoxide-3D-balls.png
Nome IUPAC
pentossido di diiodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare I2O5
Massa molecolare (u) 317,80 g/mol
Aspetto solido bianco cristallino[1]
igroscopico
Numero CAS [12029-98-0]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 4,98 (20 °C)[1]
Solubilità in acqua (20 °C) solubile
Temperatura di fusione 300 °C (decomp)[2]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
comburente corrosivo

pericolo

Frasi H 272 - 314
Consigli P 220 - 280 - 305+351+338 - 310 [3]

L'anidride iodica o pentossido di diiodio è l'ossido dello iodio (V).

A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco giallastro inodore, con forti proprietà ossidanti.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

I2O5 è piegato con un angolo I-O-I di 139.2°, ma la molecola non ha piani speculari così la sua simmetria non è C2v. Le distanze I-O laterali sono circa 0.18 nm e quella centrale (ponte) circa 0.195 nm[4].

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

L'anidride iodica non può venire preparata per sintesi diretta tra iodio ed ossigeno in quanto lo iodio è poco reattivo in confronto a quest'ultimo, ma viene ottenuta disidratando l'acido iodico a 200 °C.

HIO3 → I2O5 + H2O

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il pentossido di iodio ossida facilmente il monossido di carbonio ad anidride carbonica a temperatura ambiente:

5CO + I2O5 → I2 + 5CO2

Questa reazione può essere usata per analizzare la concentrazione di CO in un campione gassoso.

I2O5 forma il catione [IO2+], con SO3 e S2O6F2, ed il catione [IO+], con acido solforico concentrato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Greenwood, Norman N.; Earnshaw, A., Chemistry of the Elements, 2ª ed., Oxford, Butterworth-Heinemann, 1997, pp. 851-852, ISBN 0-08-037941-9.
  2. ^ Pradyot Patnaik. Handbook of Inorganic Chemicals. McGraw-Hill, 2002, ISBN 0-07-049439-8
  3. ^ Sigma Aldrich; rev. del 02.01.2011
  4. ^ K. Selte and A. Kjekshus, Iodine oxides: part III, The crystal structure of I2O5 in Acta Chem. Scand., vol. 24, 1970, pp. 1912–1914, DOI:10.3891/acta.chem.scand.24-1912.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia