Diossido di piombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diossido di piombo
Aspetto del diossido di piombo
Nome IUPAC
Diossido di piombo
Nomi alternativi
Ossido piombico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare PbO2
Massa molecolare (u) 239,20 g/mol
Aspetto solido marrone o scuro marrone
Numero CAS [1309-60-0]
Numero EINECS 215-174-5
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 9,4 (20 °C)
Solubilità in acqua (20 °C) quasi insolubile
Temperatura di fusione 290 °C (563 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine comburente pericoloso per l'ambiente irritante
Frasi H 272 - 360 - 302+332 - 410
Consigli P 201 - 273 - 308+313 [1]

Il diossido di piombo è l'ossido del piombo (IV).

A temperatura ambiente si presenta come un solido marrone o scuro marrone inodore. È un composto tossico per la riproduzione, nocivo, pericoloso per l'ambiente. È un forte ossidante capace di ossidare il manganese (II) a permanganato.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Può essere preparato per reazione tra il minio e l'acido nitrico, secondo l'equazione:

Pb3O4 + 4 HNO3 --> Pb(NO3)2 + PbO2 + 2 H2O
Può essere preparato anche tramite la reazione:
Pb3O4 + 2 NaClO = 2 NaCl + 3 PbO2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del diossido di piombo su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia