Ossido rameico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossido rameico
Aspetto dell'ossido rameico
Nome IUPAC
Ossido di rame
Nomi alternativi
Ossido rameico
Ossido di rame(II)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CuO
Massa molecolare (u) 79,55 g/mol
Aspetto solido nero
Numero CAS [1317-38-0]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 6,48 (25 °C)
Solubilità in acqua (20 °C) insolubile
Temperatura di fusione 1.326 °C (1.599 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente

attenzione

Frasi H 302 - 410
Consigli P 260 - 273 [1]

L'ossido rameico è l'ossido del rame (II). In natura si trova come minerale noto come tenorite.

A temperatura ambiente si presenta come un solido nero inodore. È un composto nocivo.

Se scaldato in presenza di sostanze riducenti, si trasforma in rame metallico cedendo ossigeno (ma non può essere considerato ossidante, in quanto la temperatura dev'essere sufficientemente alta).

Usi e applicazioni[modifica | modifica sorgente]

L'ossido rameico viene utilizzato nella produzione di Termite incendiaria. In questo modo è possibile saldare grandi quantità di tale metallo senza dover ricorrere a fonti energetiche esterne. Il rame ottenuto tramite tale procedimento è di elevata purezza. Per dar luogo a tale reazione bisogna prendere dell'alluminio e dell'ossido rameico in polvere, miscelare bene ed innescare con nastro di magnesio acceso o con una miscela di permanganato di potassio, glicerina ed un acido, anche debole. Essendo l'alluminio l'elemento più reattivo viene ossidato, mente il rame viene ridotto. L'elevata temperatura di reazione fa fondere il rame. La reazione è la seguente:

3 CuO + 2 Al → Al2O3 + 3 Cu

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Una piccola quantità di ossido rameico può essere prodotta in laboratorio facendo reagire l'idrossido di sodio (o di potassio) con il solfato rameico:

2NaOH + CuSO4 → Cu(OH)2 + Na2SO4

La reazione produce idrossido rameico, che se scaldato anche poco, si decompone in ossido rameico ed acqua secondo la reazione:

Cu(OH)2 → CuO + H2O

Questa "pasta" viene lavata e filtrata e l'ossido rameico, essendo insolubile in acqua, rimane sul filtro, mentre gli altri sali passano attraverso esso.

Produzione industriale[modifica | modifica sorgente]

L'ossido rameico può essere prodotto per calcinazione del nitrato, carbonato o idrossido. In alternativa può essere prodotto scaldando il rame in polvere molto fina ad alta temperatura in presenza di un agente ossidante (ossigeno).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'ossido rameico su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia