Amore e non amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amore e non amore

Artista Lucio Battisti
Tipo album Studio
Pubblicazione luglio 1971
Durata 35 min : 36 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Pop rock
Rock progressivo
Blues rock
Etichetta Dischi Ricordi
Produttore Lucio Battisti e Mogol
Lucio Battisti - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1971)
Singoli
  1. Dio mio no/Era (solo lato A)
    Pubblicato: 26 luglio 1971[1]

Amore e non amore è il quarto album discografico di Lucio Battisti, pubblicato nel luglio del 1971[2] dall'etichetta discografica Dischi Ricordi. È il suo primo album composto esclusivamente da brani inediti. Contemporaneamente all'album fu pubblicato il singolo Dio mio no/Era[1], il cui lato B non faceva parte dell'album.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Registrato e completato già nel novembre del 1970, venne pubblicato con un consistente ritardo dalla casa discografica, che preferì sfruttare canzoni più semplici e di più sicuro successo, dando nel frattempo alle stampe la raccolta Emozioni nel dicembre dello stesso anno. Il numero di catalogo di Amore e non amore infatti è di poco inferiore a quello di Emozioni.

Il 33 giri venne realizzato come un concept album basato, appunto, sul tema dell'amore:

« Con Amore e non amore basta il titolo: amore e non amore. C'erano due discorsi in contrapposizione: un discorso di amore, che era rappresentato da tutti i brani per l'orchestra, e poi c'era un discorso di non amore […] e proprio da questa contrapposizione stridente nasce questo long playing. »
(Mogol, 1971[3])

La spaccatura dell'album tra la parte dedicata all'amore e quella dedicata al non amore è evidente dall'alternanza di quattro brani cantati (non amore) con altri quattro strumentali (amore): questi ultimi sono caratterizzati da titoli lunghissimi (ideati da Mogol), a guisa del titolo di un quadro; va notato inoltre l'orientamento rock and roll dei brani dedicati al non amore e quello più progressive rock di quelli dedicati all'amore.

Alcuni brani paiono essere incisi in presa diretta: ne è una prova Dio mio no dove, verso la fine del pezzo, si sente la voce di Battisti chiedere a Dario Baldan Bembo l'assolo di organo (urla tre volte "Baldan!"), e poi a pochi secondi dal termine, dire a tutti i musicisti "Batto quattro e finiamo". La canzone Una poltrona, un bicchiere di cognac è stata usata come sigla del programma Speciale 3 Milioni del 1971.

Tra i musicisti che partecipano al disco, i componenti dei Quelli, già al seguito di Battisti da tempo, che l'anno successivo cambieranno il nome in Premiata Forneria Marconi.

Copertina[modifica | modifica sorgente]

La fotografia di copertina, scattata da Silvio Nobili, raffigura Battisti seduto sotto un albero e, più in là, una donna nuda di spalle. All'epoca della pubblicazione dell'album si disse che la donna era Grazia Letizia Veronese[4], all'epoca fidanzata di Battisti e futura moglie. Il 17 agosto 2007 in un articolo del Corriere della Sera venne citata la copertina di Amore e non amore, confermando che la donna in copertina era la signora Veronese[5]; il 22 agosto tra le lettere alla redazione venne pubblicata una rettifica della stessa Grazia Letizia, che informava che la donna ritratta in copertina non è lei.[6]

Successo[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock 7,5 / 10
– consigliato[7]
Allmusic 4/5 stelle[8]

Amore e non amore fu il decimo album più venduto in Italia nel 1971, raggiungendo come picco nella classifica settimanale il primo posto.[9]

Riscosse un notevole successo, rimanendo primo in classifica per sei settimane non consecutive fra l'agosto e il novembre del 1971, ma a differenza dei suoi album successivi, non contiene brani che siano rimasti particolarmente famosi e identificativi del duo Battisti-Mogol.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono di Mogol - Battisti

Lato A
  1. Dio mio no – 7:25
  2. Seduto sotto un platano con una margherita in bocca guardando il fiume nero macchiato dalla schiuma bianca dei detersivi – 3:08
  3. Una – 3:54
  4. 7 agosto di pomeriggio. Fra le lamiere roventi di un cimitero di automobili solo io, silenzioso eppure straordinariamente vivo – 4:04
Lato B
  1. Se la mia pelle vuoi – 4:04
  2. Davanti ad un distributore automatico di fiori dell'aeroporto di Bruxelles, anch'io chiuso in una bolla di vetro – 2:16
  3. Supermarket – 4:47
  4. Una poltrona, un bicchiere di cognac, un televisore, 35 morti ai confini di Israele e Giordania – 5:58

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dio mio no / Era in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 29 luglio 2012.
  2. ^ Amore e non amore in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 26 luglio 2012.
  3. ^ Paolo Giaccio, Per voi giovani, Radio Rai, 3/7 gennaio 1972, 0 h 58 min 30 s.
  4. ^ Tino Roberti, La TV censura Lucio Battisti. «Dio mio no, il pigiama no!» in Oggi, 25 ottobre 1971.
  5. ^ «Quelle curve non sono mie» Lo spot ritoccato di Keira in Corriere della Sera, 17 agosto 2007. URL consultato il 9 luglio 2009.
  6. ^ Lettere e interventi in Corriere della Sera, 22 agosto 2007. URL consultato il 9 luglio 2009.
  7. ^ Francesco Buffoli, Lucio Battisti – Un'emozione italiana in Ondarock. URL consultato il 26 luglio 2012.
  8. ^ (EN) Marisa Brown, Lucio Battisti – Amore e Non Amore in Allmusic. URL consultato il 26 luglio 2012.
  9. ^ Gli album più venduti del 1971 in Hit Parade Italia. URL consultato il 26 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]