Una giornata uggiosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il brano presente nell'album, vedi Una giornata uggiosa (brano musicale).
Una giornata uggiosa
Artista Lucio Battisti
Tipo album Studio
Pubblicazione febbraio 1980[1]
Durata 44 min : 56 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Pop
Synth pop
Etichetta Numero Uno
Produttore Geoff Westley
Registrazione Studi Townhouse e CTS, Londra, e The Manor, Oxfordshire, giugno – dicembre 1979[1]
Lucio Battisti - cronologia
Album precedente
(1978)
Album successivo
(1982)
Singoli
  1. Una giornata uggiosa/Con il nastro rosa
    Pubblicato: febbraio 1980[2]

Una giornata uggiosa è il 14º album discografico di Lucio Battisti, pubblicato nel febbraio del 1980[1] dall'etichetta discografica Numero Uno. Da esso venne estratto il singolo Una giornata uggiosa/Con il nastro rosa.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Registrato a Londra come il precedente Una donna per amico con Geoff Westley nelle vesti di produttore, rimase al primo posto in classifica per nove settimane consecutive. Fu l'ultimo album di Battisti con testi firmati da Mogol.

Le demo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 il giornalista Tullio Lauro entrò in possesso di alcuni nastri eseguiti da Battisti, tra i quali erano presenti registrazioni di alcuni brani di questo album. Le esecuzioni, in cui Battisti canta accompagnandosi con la chitarra, risalgono all'aprile del 1979, quando Battisti fece ascoltare le demo di alcuni brani presenti nell'album al produttore ed arrangiatore Geoff Westley. A partire dall'anno del ritrovamento, stralci di questi provini sono stati trasmessi durante vari special televisivi, come Target o Tg2 Dossier.

  • Il monolocale
  • Arrivederci a questa sera
Il brano si differenzia dalla versione definitiva per il testo, contenente una strofa inedita che verrà successivamente scartata e riscritta.
Della canzone è anche reperibile una versione completamente diversa per ritmo e melodia, nonché per il testo, delle strofe; il ritornello, nonché l'atmosfera generale, rispecchiano però lo spirito della versione definitiva.
  • Gelosa cara
  • Orgoglio e dignità
  • Questo amore
  • Una giornata uggiosa
  • Il paradiso non è qui
Il brano, che tratta l'argomento dell'emigrazione[3], era stato scritto da Battisti e Mogol per essere interpretato da Bruno Lauzi. Per ragioni mai chiarite Lauzi finì per non interpretare la canzone e Battisti volle inciderla per l'album Una giornata uggiosa. Ciò però non fu possibile per motivi tecnici (l'LP conteneva già 45 minuti di musica, e l'aggiunta di un'altra traccia avrebbe ridotto la qualità dell'incisione). Il testo di questa canzone è tuttora significativo per Mogol, tanto che ha dichiarato di volerlo depositare alla SIAE;[4] l'intenzione di renderne nota al pubblico anche la melodia è invece osteggiata dalla moglie di Lucio Battisti, Grazia Letizia Veronese.[5]

Sessione fotografica e videoclip[modifica | modifica sorgente]

La copertina fu realizzata dal fotografo Ilvio Gallo; è costituita da una fotografia in bianco e nero che raffigura una strada bagnata e allagata dalla pioggia, ripresa dall'alto. È visibile un passante che si copre con un ombrello e il muso di un'automobile (un Volkswagen Maggiolino cabriolet color oro[6]). La persona con l'ombrello è l'assistente del fotografo.

« Nel febbraio del 1980 fui contattato dall’art director Mario Convertino, per la realizzazione del progetto “Una giornata uggiosa” che comprendeva: immagine di copertina, retro e videoclip. Seguì un incontro presso la Numero Uno per definire i dettagli […]; mi apparì subito chiara la sua intenzione di non voler apparire personalmente. […] C’era l’esigenza di trovare il punto di vista particolare per realizzare gli scatti e individuai la ‘location’ più adatta nel cavalcavia di via Piranesi su viale Molise, quel porfido della pavimentazione aveva un’attrazione estetica fortissima. Altro elemento fondamentale: volevo una luce particolarmente uggiosa che, visto il periodo invernale, non avrebbe dovuto essere un problema. Ogni mattina alzavo gli occhi al cielo nella speranza di vedere un segno, una nuvola, qualcosa di suggestivo, ma un sole malato agitava le mie giornate… ormai non c’era più tempo, la data di consegna si avvicinava inesorabile, decisi di ricorrere alla finzione e una cisterna inondò d’acqua il set, così il mio banco ottico immortalò finalmente la scena. Con lo stesso stratagemma girammo il video ma, la notte precedente la consegna, durante il montaggio, una scarica magnetica distrusse il master da un pollice in maniera definitiva. »
(Ilvio Gallo, 2004[6])

Esecuzioni televisive[modifica | modifica sorgente]

Amore mio di provincia è l'ultima canzone cantata in televisione da Lucio Battisti; l'esibizione avvenne, in playback, alla televisione svizzera, si dice per aver perso una scommessa con un amico.

Successo[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock 7 / 10[7]
Allmusic 3.5/5 stelle[8]

Una giornata uggiosa fu il quinto album più venduto in Italia nel 1980, raggiungendo come picco nella classifica settimanale il primo posto.[9]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono di Mogol-Battisti.

Lato A
  1. Il monolocale – 4:50
  2. Arrivederci a questa sera – 4:12
  3. Gelosa cara – 3:53
  4. Orgoglio e dignità – 4:25
  5. Una vita viva – 4:01
Lato B
  1. Amore mio di provincia – 4:07
  2. Questo amore – 4:19
  3. Perché non sei una mela – 3:30
  4. Una giornata uggiosa – 6:10
  5. Con il nastro rosa – 5:29

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Una giornata uggiosa in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 28 luglio 2012.
  2. ^ Una giornata uggiosa / Con il nastro rosa in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 29 luglio 2012.
  3. ^ Emigrazione: quando eravamo extracomunitari in Hit Parade Italia. URL consultato il 23 gennaio 2010.
  4. ^ Paolo Giordano, Mogol: "Ecco il brano inedito con Lucio Battisti Parlava già di immigrati, ma restò nel cassetto" in il Giornale, 15 giugno 2011. URL consultato il 24 giugno 2011.
  5. ^ Paolo Giordano, La vedova di Battisti: «Non trasmettete quel brano di Lucio cantato da Ron» in il Giornale, 19 giugno 2011. URL consultato il 24 giugno 2011.
  6. ^ a b Fabio Sanna e Michele Neri, Un’intervista uggiosa in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 23 gennaio 2010.
  7. ^ Francesco Buffoli, Lucio Battisti – Un'emozione italiana in Ondarock. URL consultato il 28 luglio 2012.
  8. ^ (EN) AUTOREAUTORE, Lucio Battisti – Una Giornata Uggiosa in Allmusic. URL consultato il 28 luglio 2012.
  9. ^ Gli album più venduti del 1980 in Hit Parade Italia. URL consultato il 28 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]