Lucio Battisti (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucio Battisti
Artista Lucio Battisti
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 marzo 1969
Durata 38 min : 59 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Pop
Etichetta Dischi Ricordi
Produttore Lucio Battisti e Mogol
Lucio Battisti - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1970)

Lucio Battisti è il primo album discografico di Lucio Battisti, pubblicato il 5 marzo 1969[1] dall'etichetta discografica Dischi Ricordi.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album contiene 12 brani, tra cui canzoni precedentemente cedute ad altri cantanti ora reinterpretate da Battisti (è il caso di 29 settembre e Nel cuore, nell'anima, interpretate già nel 1967 dagli Equipe 84) e canzoni già uscite sino ad allora solo su singolo (come Un'avventura del gennaio 1969 e Balla Linda del 1968). L'unica differenza di queste ultime rispetto alla versione edita su singolo è il fatto che qui la registrazione sia stereofonica mentre i singoli erano monofonici; la versione di Per una lira contenuta in questo album differisce nell'arrangiamento da quella pubblicata nel 1966.

Successo[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock 6,5 / 10[2]
Allmusic 4/5 stelle[3]

Lucio Battisti fu il terzo album più venduto in Italia nel 1969, raggiungendo come picco nella classifica settimanale il primo posto.[4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono di Mogol-Battisti, tranne dove specificato.

Lato A
  1. Un'avventura – 3:10
  2. 29 settembre – 3:29
  3. La mia canzone per Maria – 3:10
  4. Nel sole, nel vento, nel sorriso e nel pianto – 2:45
  5. Uno in più – 3:43
  6. Non è Francesca – 3:55
Lato B
  1. Balla Linda – 3:06
  2. Per una lira – 2:27
  3. Prigioniero del mondo – 3:26 (Mogol-Donida)
  4. Io vivrò (senza te) – 3:56
  5. Nel cuore, nell'anima – 2:21
  6. Il vento – 3:31

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lucio Battisti in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 25 luglio 2012.
  2. ^ Francesco Buffoli, Lucio Battisti – Un'emozione italiana in Ondarock. URL consultato il 25 luglio 2012.
  3. ^ (EN) Dean McFarlane, Lucio Battisti – Lucio Battisti in Allmusic. URL consultato il 18 giugno 2013.
  4. ^ Gli album più venduti del 1969 in Hit Parade Italia. URL consultato il 25 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]