Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera
Artista Lucio Battisti
Tipo album Studio
Pubblicazione febbraio 1976[1]
Durata 42 min : 30 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Disco
Pop
Etichetta Numero Uno
Produttore Lucio Battisti e Mogol
Registrazione Il Mulino, Anzano al Parco
Lucio Battisti - cronologia
Album precedente
(1974)
Album successivo
(1977)
Singoli
  1. Ancora tu/Dove arriva quel cespuglio
    Pubblicato: febbraio 1976[2]

Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera è il 10º album discografico di Lucio Battisti, pubblicato nel febbraio del 1976[1] dall'etichetta discografica Numero Uno. Da esso venne estratto il singolo Ancora tu/Dove arriva quel cespuglio.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il lavoro preliminare con i componenti de Il Volo non venne giudicato soddisfacente da Mogol[3], e così venne organizzata una nuova formazione con l'aiuto di Claudio Pascoli, mantenendo però l'incisione originale dei brani Io ti venderei e Il veliero.

Tra i brani viene inserita anche una cover di La compagnia, una canzone scritta nel 1969 da Mogol su musica di Carlo Donida ed originariamente interpretata da Marisa Sannia. Si tratta della seconda e ultima volta in cui Battisti registra e pubblica una canzone non sua; il precedente è Prigioniero del mondo, del 1968, scritta anch'essa da Mogol/Donida appositamente per Battisti.

Successo[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock 6,5 / 10[4]
Allmusic 3/5 stelle[5]
Storia della musica.it 8/10 stelle[6]

La batteria, il contrabbasso, eccetera fu il terzo album più venduto in Italia nel 1976, raggiungendo come picco nella classifica settimanale il primo posto[7], per un totale di sedici settimane consecutive al primo posto in classifica.

Il singolo estratto dall'album, Ancora tu/Dove arriva quel cespuglio, risultò il più venduto dell'anno in Italia[8].

Sessione fotografica e videoclip[modifica | modifica sorgente]

L'immagine di copertina fu realizzata dal fotografo Cesare Montalbetti, che di questa sessione fotografica ha ricordato:

« Per ragioni di divergenze di opinioni, i miei rapporti con Mogol tra il '73 e il '75 non furono dei migliori, tanto che non partecipai alla realizzazione della copertina di "Il nostro caro angelo".

Successivamente la mediazione di Lucio ci riportò a lavorare insieme, ma chiesi una maggiore autonomia. Nacque così la copertina di "La batteria, il contrabbasso, eccetera", e di conseguenza il video, di cui non fui il regista ma l'autore. La foto fu scattata in una stradina sterrata che portava al laghetto nelle vicinanze del Mulino, la sala dove stava incidendo Lucio. Bagnammo la strada per rimpinguare le pozzanghere già presenti per la pioggia caduta in precedenza. Lucio, che portava sotto i vestiti una tuta da subacqueo, dovette ripetere l'azione almeno un centinaio di volte, scivolando e facendo veri e propri capitomboli. Per aumentare l'effetto del fango gli lanciavamo, proprio davanti ai piedi, dei sassi. Alla fine del servizio era distrutto dalla fatica, e rimase a letto per un paio di giorni. »

(Cesare Montalbetti, 2007[9])

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono di Mogol-Battisti, tranne dove indicato.

Lato A
  1. Ancora tu – 4:43
  2. Un uomo che ti ama – 6:06
  3. La compagnia – 5:47 (Mogol-Donida)
  4. Io ti venderei – 4:31
Lato B
  1. Dove arriva quel cespuglio – 4:09
  2. Respirando – 4:56
  3. No dottore – 5:42
  4. Il veliero – 5:59
  5. Ancora tu (ripresa) – 0:37

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 28 luglio 2012.
  2. ^ Ancora tu / Dove arriva quel cespuglio in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 29 luglio 2012.
  3. ^ Giorgio Azzollini (consulenza di Michele Neri), Gianni Dall’Aglio da Mantova in Io Tu Noi Tutti – luciobattisti.info. URL consultato il 23 gennaio 2010.
  4. ^ Francesco Buffoli, Lucio Battisti – Un'emozione italiana in Ondarock. URL consultato il 28 luglio 2012.
  5. ^ (EN) Mariano Prunes, Lucio Battisti – La Batteria, Il Contrabbasso, Eccetera in Allmusic. URL consultato il 28 luglio 2012.
  6. ^ Francesco Buffoli, Recensione: Lucio Battisti - Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera in Storia della musica.it. URL consultato il 17 luglio 2013.
  7. ^ Gli album più venduti del 1976 in Hit Parade Italia. URL consultato il 28 luglio 2012.
  8. ^ I singoli più venduti del 1976 in Hit Parade Italia. URL consultato il 28 luglio 2012.
  9. ^ Cesare Montalbetti, 2007, op. cit., pagine 108-119.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]