Mario Convertino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Convertino (Milano, 19481986) è stato un designer e grafico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia a lavorare nell’industria musicale creando, dalla metà degli anni Sessanta, alcune delle più originali copertine di dischi per molti protagonisti della scena musicale italiana (tra gli altri, Pino Daniele, Gianna Nannini, i Krisma[1], Lucio Battisti). Collabora con lo Studio Hypgnosis di Londra, noto per aver firmato le copertine dei Genesis, Led Zeppelin e Pink Floyd[2].

Dal 1980 applica per la prima volta la grafica al mezzo televisivo: dal primo, “futuribile” programma musicale "Mister Fantasy" del 1981, di cui cura sigla e grafica[3], alle videosigle de "La Domenica sportiva" nel 1986[4], e, negli anni Novanta, del "TG1" di Bruno Vespa[5], " Italia sera”, "Mi manda Lubrano”.

Cura la grafica e le illustrazioni di alcune testate di grande successo popolare, come il magazine musicale "Gong" negli anni Sessanta-Ottanta[6] e, dal 1991, l’almanacco "Barbanera"[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Si veda il sito krismatv
  2. ^ Per un profilo biografico e una selezione delle copertine disegnate dall’autore si veda il sito Discogs.
  3. ^ ‪Luisella Bolla, ‪Flaminia Cardini, Macchina sonora: la musica nella televisione italiana, RAI ERI, Roma, 1997, p. 321
  4. ^ Walter Veltroni, I programmi che hanno cambiato l’Italia: quarant’anni di televisione, Feltrinelli, Milano, 1992, p. 154
  5. ^ Maria Grazia Bruzzone, L’avventurosa storia del tg in Italia, Rizzoli, Milano, 2002, p. 346
  6. ^ Si veda il sito stampamusicale
  7. ^ Si veda il sito barbanera.it