Piero Umiliani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piero Umiliani
Nazionalità Italia Italia
Genere Colonna sonora
Periodo di attività 1949-1999
Album pubblicati 12
Raccolte 2

Piero Umiliani (Firenze, 17 luglio 1926Roma, 14 febbraio 2001) è stato un compositore e musicista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato in contrappunto e fuga al conservatorio di Firenze, si esibisce sin dagli anni quaranta con Pippo Barzizza e Francesco Ferrari, diventando ben presto un'importante figura del jazz italiano; collabora con Gianni Basso, Oscar Valdambrini e Gil Cuppini. Dal 1954 si trasferisce a Roma dove avvia un ottetto jazz e inizia l'attività di arrangiatore, ed incide numerosi dischi con il cantante Rino Loddo tra il 1955 ed il 1956. Nel 1959 cura le musiche del programma televisivo Il Mattatore, con Vittorio Gassman.

Nei primi anni sessanta conduce in RAI alcune trasmissioni televisive dedicate al jazz, ma lavorerà soprattutto come compositore di colonne sonore per il cinema. Compone il famoso Valzer della toppa, scritto da Pier Paolo Pasolini, brano reso celebre da Laura Betti e in seguito da Gabriella Ferri. Sul finire degli anni novanta, la musica di Umiliani è stata rivalutata grazie all'esplosione del fenomeno lounge, ovvero brani ispirati ad atmosfere da quelle colonne sonore, esotiche, maliziose e divertenti delle quali Piero Umiliani fu uno dei massimi esponenti. Una numerosa serie di raccolte e ristampe di grosso successo (per lo più realizzate da Right Tempo e Cinevox) convinsero Umiliani a rimettersi in pista anche dal vivo partecipando a diversi festival e rassegne fino all'ultimo concerto, tenuto al Classico Village per il Roma Jazz Festival, il 25 ottobre del 2000.

Le colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Umiliani è noto a livello internazionale per aver composto oltre 150 colonne sonore di film; il suo primo lavoro è del 1954, quando viene chiamato a comporre le musiche di un documentario dei fratelli Taviani.

Tra le sue colonne sonore più celebri si ricordano le musiche di I soliti ignoti dove appare Blues for Gassman diventato quasi uno standard jazzistico in Italia, e il seguito Audace colpo dei soliti ignoti con la collaborazione di Chet Baker e poi Svezia, inferno e paradiso (che contiene il celebre successo Mah-nà mah-nà cantato da Alessandro Alessandroni e Giulia De Mutiis e suonato dai Marc 4), La legge dei gangster, La ragazza dalla pelle di luna, Il corpo.

Nel 1959, un tema sentimentale della colonna sonora del film I soliti ignoti era stato ripreso e, con il testo di Corbucci, era divenuto una canzone con il titolo Juke-box sentimentale ed era stato utilizzato come sigla della omonima trasmissione radiofonica diretta da Lia Origoni con la collaborazione dello stesso Umiliani[1].

Altre incisioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 ha inciso, con lo pseudonimo L'ingegner Giovanni e famiglia, al moog il brano elettronico Telstar dell'inglese Joe Meek (pubblicato su 45 giri dalla RCA Victor).

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

78 Giri[modifica | modifica wikitesto]

45 Giri Extended Play[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970: 5 bambole per la luna d'agosto
  • 1972: Switched on Naples
  • 1972: To - Day's sound
  • 1974: Piero Umiliani & His Orchestra (Horo Records, HLL 101-35)

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

1958
1959
1960
1961
1962
1963
1964
1965
1966
1967
1968
1969
1970
1971
1972
1973
1974
1975
1976
1977
1978
1979
1980
1981
1982

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. Radiocorriere TV – N. 19 del 10-16 Maggio 1959

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 40607101 LCCN: n00073728