Tutti i soldi del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tutti i soldi del mondo
AlltheMoneyintheWorld.png
Michelle Williams in una scena del film
Titolo originale All the Money in the World
Lingua originale inglese, italiano
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Dati tecnici B/N e a colori
Genere thriller, drammatico
Regia Ridley Scott
Soggetto John Pearson (romanzo)
Sceneggiatura David Scarpa
Produttore Chris Clark, Quentin Curtis, Dan Friedkin, Mark Huffam, Ridley Scott, Bradley Thomas, Kevin J. Walsh
Casa di produzione Imperative Entertainment, RedRum Films, Scott Free Productions, TriStar Pictures
Distribuzione (Italia) Lucky Red
Fotografia Dariusz Wolski
Effetti speciali Maurizio Corridori
Musiche Daniel Pemberton
Scenografia Arthur Max
Trucco Jana Carboni
Interpreti e personaggi

Tutti i soldi del mondo (All the Money in the World) è un film del 2017 diretto da Ridley Scott.

Liberamente tratto dal romanzo Painfully Rich (1995) di John Pearson, il film racconta di un celebre fatto di cronaca degli anni settanta, ovvero il sequestro di John Paul Getty III, nipote dell'allora uomo più ricco del mondo, avvenuto a Roma nel 1973.[1][2] Oltre che a Charlie Plummer nel ruolo di Getty, il film vede nel cast Michelle Williams, Christopher Plummer e Mark Wahlberg.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 1973, a Roma, alcuni membri della 'Ndrangheta rapiscono il sedicenne John Paul Getty III. Il loro obiettivo è ottenere un lauto riscatto da parte del nonno del ragazzo, il noto magnate dell'industria petrolifera nonché uomo più ricco del mondo J. Paul Getty.

Tuttavia, il miliardario lascia la stampa ed i rapitori stupefatti quando si rifiuta categoricamente di pagare la somma pattuita, anche se questo potrebbe significare la morte del nipote. Per Gail Harris, madre del ragazzo ed ex nuora di Getty, inizia così una lotta contro il tempo per salvare suo figlio da morte certa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura del film, scritta da David Scarpa, venne inclusa nel 2015 nella Black List, la lista annuale delle migliori sceneggiature in circolazione non ancora prodotte.[3][4] Ridley Scott lesse la sceneggiatura nel 2016 durante le riprese di Alien: Covenant, rimanendone impressionato, ed annunciò che avrebbe diretto il film nel marzo del 2017.[4][5]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente, il ruolo di Gail Harris venne offerto a Natalie Portman.[4] Nel novembre 2017 Christopher Plummer sostituisce Kevin Spacey nel ruolo di J. Paul Getty, rigirando le intere scene, di seguito allo scandalo delle accuse di molestie sessuali rivolte verso Spacey.[6]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali del film sono cominciate nel maggio 2017 a Roma,[7] con Dariusz Wolski come direttore della fotografia.[5] Nel luglio dello stesso anno è stato allestito un gigantesco set in piazza Navona, che ricrea la piazza durante gli anni settanta, scelta come location del rapimento di Getty III.[5] Secondo quanto dichiarato da Scott, la maggior parte degli attori e della troupe impiegata nel film è italiana.[5] Sempre a luglio, si sono tenute delle riprese nella casa di campagna inglese Elveden Hall, nel Suffolk, utilizzata come location di alcuni flashback ambientati in Marocco.[8]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi da TriStar Pictures a partire dal 22 dicembre 2017. In Italia sarà distribuito da Lucky Red.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) John Pearson, Painfully Rich: The Outrageous Fortune and Misfortunes of the Heirs of J. Paul Getty, New York, St. Martin's Press, 1995, ISBN 0-312-13579-3.
  2. ^ E' morto John Paul Getty III, la 'ndrangheta gli mozzò un orecchio, in La Repubblica, 7 febbraio 2011. URL consultato il 14 settembre 2017.
  3. ^ (EN) Patrick Hipes, Black List 2015 Scripts Announced With ‘Bubbles’ King Of The Jungle – Full List, su Deadline, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 giugno 2017.
  4. ^ a b c (EN) Mike Fleming Jr., Ridley Scott To Next Helm Getty Kidnap Drama; Natalie Portman Courted, su Deadline, 13 marzo 2017. URL consultato il 14 giugno 2017.
  5. ^ a b c d Gabriele Niola, All The Money In The World: siamo andati sul set di Ridley Scott e abbiamo trovato Kevin Spacey, Badtaste.it, 7 luglio 2017. URL consultato il 14 settembre 2017.
  6. ^ (EN) Mike Fleming Jr., Shocker: Kevin Spacey Dropped From ‘All The Money In The World;’ J Paul Getty Role Recast With Christopher Plummer, su Deadline, 8 novembre 2017. URL consultato il 9 novembre 2017.
  7. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Michelle Williams Joins Amy Schumer In ‘I Feel Pretty’, su Deadline, 31 maggio 2017. URL consultato il 14 giugno 2017.
  8. ^ (EN) Jason Noble, All the Money in the World, in East Anglican Daily, 7 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema