Maurizio Lombardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maurizio Lombardi (Firenze, 17 novembre 1973) è un attore, doppiatore e regista teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da ragazzo è incostante e distratto negli studi, tanto da far credere ai familiari di essere affetto da un deficit di attenzione e il suo apprendistato teatrale comincia proprio all'Istituto Salvemini di Firenze, dove a dispetto degli insuccessi scolastici diverte professori e compagni con le sue prime imitazioni, che continueranno a svilupparsi in seguito nei villaggi turistici in Sardegna, dove lavora come animatore. Tuttavia, prosegue negli studi frequentando la facoltà di architettura all'Università di Firenze.

Ma la decisione effettiva di dedicarsi alla carriera dell'attore arriva molto presto, leggendo per la prima volta a 14 anni Il conte di Montecristo. Poco tempo dopo, viene scelto da Ugo Chiti per entrare a fare parte della sua compagnia Arca Azzurra, in cui rimane per dieci anni, interpretando i ruoli più disparati creati dal grande drammaturgo toscano. È questo lungo apprendistato a formare il suo eclettismo e la sua versatilità come interprete. Memorabile rimane la sua interpretazione di Giovannino, un ragazzino affetto da disturbi mentali, ne I ragazzi di Via della Scala.

Come da tradizione fiorentina, si stacca dalla bottega del maestro Ugo Chiti per portare avanti il suo stile personale: da una parte, comincia a scrivere i propri spettacoli (commedie musicali, one-man show e monologhi teatrali); dall'altra, inizia un suo metodo di approfondimento e di studio sulla voce, sul corpo e sulla mimica, affiancandosi a maestri come Gabriella Bartolomei e Franco di Francescantonio e più avanti con Ivana Chubbuck, iniziando a lavorare nel cinema e nella televisione.

Fra i lavori più recenti vanno ricordati: la sua interpretazione di Oliver, co-protagonista nello spettacolo The Pride, di Alexi Kaye Campbell, diretto e interpretato da Luca Zingaretti, che ha ottenuto un grande successo per due stagioni consecutive, e il tutto esaurito per tre settimane al Piccolo di Milano; e il Cardinale omosessuale Mario Assente, nella serie The Young Pope di Paolo Sorrentino. Il 4 marzo 2019 è andata in onda la prima puntata della miniserie Il nome della rosa, tratto dall'omonimo libro di Umberto Eco, che lo vede tra i protagonisti. Lombardi ha interpretato il Tonno nel film Pinocchio (2019) di Matteo Garrone: la faccia del Tonno è quella dell'attore con indosso una maschera prostetica[1], mentre il corpo dell'animale è stato creato con effetti digitali. Lombardi è uno dei tre attori ad essersi doppiato da solo (diretto da Francesco Vairano) nella versione inglese del film, in cui ha doppiato anche un altro personaggio: il Corvo, interpretato da Massimiliano Gallo[2].

Nel 2016 è stato nominato per il premio Le Maschere del Teatro Italiano come migliore attore non protagonista.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Quattro bombe in tasca, regia di Ugo Chiti (2000)
  • La Cena delle Beffe, regia di Ugo Chiti (2001)
  • Nero Cardinale, regia di Ugo Chiti (2002)
  • Amleto Moleskine, regia di Ugo Chiti (2003)
  • I ragazzi di via della Scala, regia di Ugo Chiti (2003)
  • Genesi, regia di Ugo Chiti (2005)
  • No Parti, regia di Maurizio Lombardi (2008)
  • Closer, regia di Massimiliano Gracili (2008)
  • Macbeth, regia di Gabriele Lavia (2008)
  • Tutto Shakespeare in 90 minuti, regia di Alessandro Benvenuti con Zuzzurro e Gaspare (2013)
  • Pugni di Zolfo, regia di Maurizio Lombardi (Fringe Festival di Edimburgo, 2014 con il titolo di Fists of Sulfur)
  • Biancaneve, regia di Maurizio Lombardi (2015)
  • Peter Pan, regia di Maurizio Lombardi (2015)
  • The Pride, regia di Luca Zingaretti (2016)
  • L'uomo Rondine, regia di Maurizio Lombardi (2017)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Lombardi ha inoltre doppiato se stesso nella versione italiana dei prodotti in cui ha recitato in inglese.

Nella versione inglese del film Pinocchio (2019), Lombardi ha doppiato sia se stesso che Massimiliano Gallo (quest'ultimo nel ruolo del Corvo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://style.corriere.it/spettacoli/cinema/pinocchio-cinema-maurizio-lombardi-benigni/
  2. ^ https://i.imgur.com/cyDSWZb.png
  3. ^ Film del 2012, presentato nel 2015 ma trasmesso solo nel 2021 in TV su Sky Cinema

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]