The Young Pope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Young Pope
YoungPopeLogo.png
Logo della serie televisiva
Titolo originale The Young Pope
Paese Italia, Francia, Spagna
Anno 2016
Formato serie TV
Genere drammatico
Stagioni 1
Episodi 10
Durata 46-60 min (episodio)
Lingua originale inglese
italiano
spagnolo
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Paolo Sorrentino
Regia Paolo Sorrentino
Sceneggiatura Paolo Sorrentino
Stefano Rulli
Tony Grisoni
Umberto Contarello
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Luca Bigazzi
Montaggio Cristiano Travaglioli
Musiche Lele Marchitelli e Bill Conti (non accreditato)
Scenografia Ludovica Ferrario
Costumi Carlo Poggioli, Luca Canfora
Produttore Jude Law, Ben Jackson
Produttore esecutivo Lorenzo Mieli, Mario Gianani, Viola Prestieri, Paolo Sorrentino, Caroline Benjo, Carole Scotta, Simon Arnal, Jaume Roures, Javier Méndez, Tony Grisoni, John Lyons, Ron Bozman (pilot), Nils Hartmann, Sonia Rovai, Roberto Amoroso
Casa di produzione Wildside, Haut et Court TV, Mediapro
Prima visione
Dal 21 ottobre 2016
Al in corso
Rete televisiva Sky Atlantic

The Young Pope è una serie televisiva italo-franco-spagnola di genere drammatico ideata e diretta da Paolo Sorrentino, e trasmessa dal 21 ottobre al 18 novembre 2016 sul canale satellitare Sky Atlantic.

Si tratta di una co-produzione internazionale finanziata da Sky plc, HBO e Canal+, che vede tra i protagonisti Jude Law, Diane Keaton, Silvio Orlando, Cécile de France e James Cromwell. La serie sarà seguita dalla miniserie televisiva The New Pope.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lenny Belardo è un giovane cardinale statunitense, mite e dallo scarso peso politico. Abbandonato in orfanotrofio in tenera età, Lenny è continuamente tormentato da tale abbandono e ha sviluppato un rapporto molto turbolento con la fede e con Dio. Inaspettatamente Lenny viene eletto pontefice dal collegio cardinalizio, che crede forse di avere trovato una pedina da potere manovrare a piacimento. Tuttavia Lenny, salito al soglio con il nome pontificale di Pio XIII, si dimostrerà un papa controverso e per nulla incline a farsi comandare, machiavellico e manipolatore.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 10 2016

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Don Tommaso, interpretato e doppiato da Marcello Romolo.
    Confessore del Papa e successivamente nominato cardinale.
  • Padre Federico Amatucci, interpretato e doppiato da Gianluca Guidi.
  • Padre Valente, interpretato e doppiato da Ignazio Oliva.
  • Cardinale Mario Assente, interpretato e doppiato da Maurizio Lombardi.
    Prefetto della Congregazione per il clero, Pio XIII lo sostituisce con Dussolier a causa della sua omosessualità.
  • Domen, interpretato e doppiato da Daniel Vivian.
    Maggiordomo di Papa Pio XIII.
  • Capitano Bechi, interpretato da Massimiliano Gallo.
    Capitano dei Carabinieri che sta indagando sulla scomparsa di Tonino Pettola.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

The Young Pope, prima serie televisiva di Paolo Sorrentino, è prodotta dall'italiana Wildside di Fausto Brizzi, Lorenzo Mieli e Mario Gianani, in collaborazione con la compagnia francese Haut et Court TV e la spagnola Mediapro.[1] Il progetto è finanziato da Sky, Canal+ e HBO, che hanno messo insieme un budget di 40 milioni di euro, in parte provenienti anche dal fondo europeo di sviluppo regionale dell'Unione europea, per la produzione dei dieci episodi che compongono la prima stagione, la cui produzione, dall'avvio della scrittura alla post-produzione, è durata circa tre anni tra il 2014 e il 2016.[2][3]

Le sceneggiature sono state scritte da Sorrentino, Stefano Rulli, Tony Grisoni e Umberto Contarello.[4] Il cast, annunciato tra luglio e i primi giorni di agosto del 2015, include la presenza di Jude Law nei panni del papa protagonista; Diane Keaton nei panni di suor Mary; James Cromwell, Silvio Orlando, Scott Shepherd, Javier Cámara e Toni Bertorelli nei panni rispettivamente dei cardinali Spencer, Voiello, Dussolier, Gutierrez e Caltanissetta; oltre a Cécile de France, Ludivine Sagnier, Guy Boyd, Andre Gregory, Sebastian Roché, Marcello Romolo, Ignazio Oliva, Vladimir Bibic, Daniel Vivian e Nadie Kammalaweera.[5][6] Il protagonista è spesso inquadrato solo dal bacino in su anche in movimento, in modo da non far vedere come stia camminando per dare la falsa impressione che stia "volando"; Sorrentino ammise di aver mutuato tale tecnica dai film di Spike Lee.[7]

Le riprese della prima stagione, durate sette mesi, si sono svolte a partire dall'agosto 2015 principalmente negli studi di Cinecittà, dove sono stati ricreati gli interni del Vaticano; i giardini che si vedono in molte scene sono state ripresi da alcune ville, principalmente Villa Lante (Bagnaia), Villa Medici, e dall'orto botanico di Trastevere mentre alcune riprese si sono svolte anche all'interno di Palazzo Venezia.[2][3][7] Alcune scene sono state girate anche a Venezia, in piazza San Marco.[8]

Poco prima dell'esordio televisivo, nelle prime settimane di ottobre 2016 è stata confermata la produzione di una seconda stagione,[3] tramutatasi in seguito nella nuova serie televisiva The New Pope.[9]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer della serie è stato trasmesso in anteprima il 14 giugno 2016 su Sky Atlantic,[10] mentre i primi due episodi sono stati presentati il 3 settembre 2016 alla 73ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[1]

The Young Pope ha poi fatto il suo esordio il 21 ottobre 2016 in Italia su Sky Atlantic, oltre che in Germania e in Austria sulle versioni locali dello stesso canale. Tre giorni dopo esordirà in Francia su Canal+, il 27 ottobre nel Regno Unito e in Irlanda su Sky Atlantic,[11] e il 15 gennaio 2017 su HBO negli Stati Uniti.[12]

A livello internazionale la serie è stata commercializzata da FremantleMedia, che l'ha venduta a emittenti di oltre 80 paesi.[3][13]

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

Nella sigla, col sottofondo musicale del brano All Along the Watchtower di Bob Dylan nella versione di Devlin, il papa passeggia lungo un'ipotetica galleria di dipinti, che ripercorrono idealmente la storia della Chiesa[14], e attraversati da una sorta di stella cometa che talvolta interagisce coi personaggi rappresentati. I dipinti non sono in scala reale, e sono piuttosto allineati su un'unica altezza comune. Essi sono, in ordine:

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2017 Sky e HBO annunciarono una miniserie sequel di The Young Pope, intitolata The New Pope, nuovamente diretta da Sorrentino e scritta da quest'ultimo insieme a Umberto Contarello. La miniserie sarà incentrata su un nuovo papa e verrà girata nel 2018.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Young Pope di Paolo Sorrentino evento speciale della Mostra di Venezia 2016, in Film.it, 9 luglio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  2. ^ a b Antonio Cuomo, The Young Pope: Paolo Sorrentino e Jude Law tra provocazioni e contraddizioni del loro giovane Papa, in movieplayer.it, 7 agosto 2015. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  3. ^ a b c d The Young Pope arriva su Sky. Sorrentino già prepara la seconda stagione, in affaritaliani.it, 10 ottobre 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) The Young Pope: il pressbook della serie in PDF - Terza parte (PDF), in skyatlantic.sky.it, 10 ottobre 2016, p. 16. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) Elizabeth Wagmeister, Diane Keaton to Star Opposite Jude Law in HBO and Sky Series ‘The Young Pope’, in Variety, 28 luglio 2015. URL consultato il 15 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Nick Vivarelli, Paolo Sorrentino’s ‘Young Pope’ Rounds Out Cast With James Cromwell And Slew Of Top International Talent, in Variety, 4 agosto 2015. URL consultato il 15 giugno 2016.
  7. ^ a b «The Young Pope», Paolo Sorrentino racconta come è nata la fiction di Sky, in TV Sorrisi e Canzoni, 17 ottobre 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  8. ^ Venezia, in piazza San Marco le riprese di "The Young Pope". FOTO, in Sky TG24, 12 gennaio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  9. ^ a b (EN) Nick Vivarelli, Paolo Sorrentino Creating ‘Young Pope’ Follow-Up, ‘The New Pope’, su Variety, 16 maggio 2017. URL consultato il 16 maggio 2017.
  10. ^ The Young Pope: Jude Law è Papa Belardo nel primo trailer della serie di Paolo Sorrentino, in Comingsoon.it, 15 giugno 2016.
  11. ^ (EN) Nancy Tartaglione, ‘The Young Pope’ Trailer: Jude Law Is A Contradiction, And God – Venice, in Deadline, 3 settembre 2016. URL consultato il 3 settembre 2016.
  12. ^ (EN) Nick Romano, The Young Pope trailer: Jude Law rules the papacy with an iron fist, in Entertainment Weekly, 6 novembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2016.
  13. ^ (EN) Ariston Anderson, Venice: FremantleMedia Sells 'The Young Pope' Globally (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 3 settembre 2016. URL consultato il 3 settembre 2016.
  14. ^ [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN1619148753681941320009 · GND: (DE1125487445
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione