1993 (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1993
Paese Italia
Anno 2017
Formato serie TV
Genere drammatico, storico
Stagioni 1
Episodi 8
Durata 60 min (episodio)
Lingua originale italiano
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Stefano Accorsi
Regia Giuseppe Gagliardi
Soggetto Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo
Sceneggiatura Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo
Interpreti e personaggi
Fotografia Michele Paradisi
Montaggio Francesca Calvelli
Scenografia Francesca Di Mottola
Costumi Roberto Chiocchi
Produttore Mario Gianani, Lorenzo Mieli
Produttore esecutivo Olivia Sleiter
Casa di produzione Wildside
Prima visione
Dal 16 maggio 2017
Al in corso
Rete televisiva Sky Atlantic
Sky Cinema 1
Opere audiovisive correlate
Precedenti 1992

1993 è una serie televisiva italiana, diretta da Giuseppe Gagliardi.

È il seguito di 1992, ed a questa seguirà 1994.[1]

Tra i protagonisti ritroviamo Stefano Accorsi, Miriam Leone, Guido Caprino, Tea Falco, Domenico Diele, Antonio Gerardi, mentre vi è l'introduzione nel cast di Laura Chiatti nel ruolo di Arianna, nuova compagna di Leonardo Notte.[2]

La serie viene trasmessa a partire dal 16 maggio 2017 sui canali Sky Atlantic e Sky Cinema 1.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie proseguirà le vicende dei personaggi iniziate in 1992, avendo come sfondo i principali avvenimenti italiani dell'anno che dà il titolo alla serie: il processo ENIMONT, la caduta politica di Bettino Craxi e del PSI, gli attentati mafiosi di Firenze, Roma e Milano, i referendum abrogativi, la fine della Prima Repubblica e la discesa in campo di Silvio Berlusconi.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Italia
Prima stagione 8 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Leonardo Notte, interpretato da Stefano Accorsi.
    Divenuto un fedelissimo di Silvio Berlusconi, continua il suo percorso per convincerlo a buttarsi in politica; ha lasciato Bibi Mainaghi ed è ora fidanzato con la fisioterapista Arianna, madre di un bambino piccolo, al quale l'uomo si è molto legato. Arianna è però l'ex moglie di Rocco Venturi, padre di suo figlio, il poliziotto corrotto ucciso proprio da Leo.
  • Pietro Bosco, interpretato da Guido Caprino.
    Sempre alcolizzato e sotto effetto di sostanze stupefacenti, viene dapprima allontanato dalla Lega Nord ma poi è riabilitato in seguito ad un suo plateale gesto in parlamento contro i deputati socialisti, a seguito del quale riesce ad ottenere un posto nella commissione di vigilanza RAI, al posto di Bortolotti (che lascia il suo posto di deputato per tornare a Milano, in quanto stanco della vita sregolata e corrotta della capitale); tramite la sua nuova posizione tenterà di riavvicinarsi a Veronica, non disdegnando però nel frattempo di finire a letto anche con sua sorella, la giornalista Giulia.
  • Veronica Castello, interpretata da Miriam Leone.
    È riuscita ad entrare nel giro della TV che conta, come prima ballerina del Bagaglino, un'agente personale che le procura frequenti interviste, copertine ed ospitate televisive di prestigio, ma un evento traumatico le farà riconsiderare tutta la sua vita.
  • Luca Pastore, interpretato da Domenico Diele.
    Parallelamente alle indagini di Mani Pulite continua la sua inchiesta personale sulla malasanità. L'incontro con Eva, una ragazza sieropositiva, lo convincerà ad iniziare a guardare la sua situazione sotto una diversa prospettiva.
  • Beatrice "Bibi" Mainaghi, interpreta da Tea Falco.
    Sempre al vertice dell'azienda di famiglia, stretta dalle indagini della procura da un lato e dai suoi soci d'affari mafiosi dall'altro. Deciderà di uscire da questa situazione, iniziando una dura battaglia su più fronti.
  • Arianna, interpreta da Laura Chiatti.
    Fisioterapista con un figlio, è la nuova compagna di Leonardo Notte. È l'ex-moglie di Rocco Venturi dal quale ha avuto un figlio, a cui Leonardo si è molto affezionato.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1992, Accorsi racconta Tangentopoli, poi 1993-1994 - Cultura, in ANSA.it, 23 marzo 2015. URL consultato il 09 maggio 2017.
  2. ^ Arriva su Sky “1993”, ci saranno anche Berlusconi e D’Alema, in l'Unità TV. URL consultato il 09 maggio 2017.
  3. ^ Gli anni di Tangentopoli in "1993", dal 16 maggio su Sky Atlantic | Sky TG24. URL consultato il 09 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia:
0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione