Romain Duris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Romain Duris nel 2014

Romain Duris (Parigi, 28 maggio 1974) è un attore francese.

Attore di culto per una generazione grazie ai suoi ruoli al cinema tra anni novanta e duemila, è stato diretto sette volte da Cédric Klapisch, tra cui nella trilogia de L'appartamento spagnolo (2002–13). Ha ricevuto sei candidature ai premi César nel corso della sua carriera, tra cui per Tutti i battiti del mio cuore (2005), la sua interpretazione più apprezzata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Parigi da padre architetto e madre ingegnere, intraprende gli studi per diventare pittore ma si interessa anche di musica, tanto che per qualche tempo crea un gruppo musicale specializzato in jazz-funk-rap.

Il regista Cédric Klapisch lo scopre mentre cammina per Parigi e lo scrittura per Le Péril jeune, prima di molte pellicole che gireranno insieme. È stato candidato per 5 volte al premio César, due volte come migliore promessa e tre volte come miglior attore, senza però mai vincerlo. Nel 2004 partecipa al film Arsenio Lupin, e dal 2002 al 2013 partecipa alla trilogia composta da L'appartamento spagnolo, Bambole russe e Rompicapo a New York. Nel 2017 prende parte al film Madame Hyde.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Convive con l'attrice Olivia Bonamy, con cui ha due figli. Parallelamente alla recitazione, porta avanti la sua attività di pittore dilettante.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Romain Duris è stato doppiato da:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine delle arti e delle lettere - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine delle arti e delle lettere
— 14 luglio 2006[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Nomination ou promotion dans l'ordre des Arts et des Lettres janvier 2006, su culture.gouv.fr, Ministero della cultura e della comunicazione, 12 aprile 2010. URL consultato il 21 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN44509071 · ISNI (EN0000 0001 2096 0365 · LCCN (ENno2004014552 · GND (DE129978612 · BNE (ESXX1498541 (data) · BNF (FRcb14174050v (data) · J9U (ENHE987007454975805171 · CONOR.SI (SL42590563 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004014552