John Paul Getty III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

John Paul Getty III (Minneapolis, 4 novembre 1956Wormsley Park, 5 febbraio 2011) è stato un imprenditore statunitense con cittadinanza irlandese. Primo dei 4 figli di Paul Getty, è il padre dell'attore Balthazar Getty e il nipote del petroliere miliardario Jean Paul Getty, fondatore della compagnia statunitense Getty Oil.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 15 anni era già stato espulso da 7 scuole e assumeva regolarmente sostanze stupefacenti[1].

Il sequestro[modifica | modifica wikitesto]

Alle tre del mattino del 10 luglio 1973 venne rapito, all'età di sedici anni, a piazza Farnese a Roma dalla 'Ndrangheta, facente capo alle 'Ndrine dei Mammoliti, Piromalli e Femia da parte dei capibastone Girolamo Piromalli e Saverio Mammoliti, con la richiesta di un riscatto di 3,2 milioni di dollari (oggi equivalenti a circa 17 milioni di dollari del 2017[2]). Fu quindi bendato, trasportato e imprigionato in un nascondiglio di montagna nel paese di Seminara a 50 km da Reggio Calabria[3].

Nel novembre dello stesso anno, un suo orecchio ed alcune fotografie sono fatte pervenire dai rapitori ai giornali allo scopo di indurre l'inflessibile e ricchissimo nonno Paul Getty I a pagare il riscatto. L'uomo era infatti restio al pagamento per non incoraggiare altri potenziali sequestratori a compiere simili crimini. Paul Getty III viene liberato il 17 dicembre dello stesso anno, sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria e ritrovato da un camionista all'altezza di Lauria in Basilicata, dopo cinque mesi di segregazione e il pagamento di un miliardo e settecento milioni di lire.

Piazza Farnese a Roma, dove venne rapito il 10 luglio 1973 dalla 'ndrangheta.

La vita familiare[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 John Paul Getty III, all'età di 18 anni, sposa la giovane tedesca Gisela Zacher, incinta di cinque mesi, venendo contemporaneamente diseredato. Nel 1975 nasce l'unico figlio: Paul Balthazar Getty. La coppia divorzia nel 1993.

Il cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1980 partecipa alle riprese del film di Wim Wenders Lo stato delle cose. Wim Wenders apprezzava le sue potenzialità recitative e avrebbe voluto impiegarlo in altri film, se l'ictus dell'anno successivo non lo avesse lasciato totalmente inabile.

La malattia e la morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981, a seguito di un ictus provocato dall'assunzione di una miscela a base di metadone, alcol e valium, diviene quasi cieco, disartrico e paralizzato[4][5]. Morì nel 2011 all'età di 54 anni nella sua tenuta di Wormsley Park, a Wormsley, nella contea di Buckinghamshire in Inghilterra[5].

Film sul rapimento[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV sul rapimento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Proof that money can't buy happiness: John Paul Getty III destroyed by his family's billions, Daily Mail, 7 febbraio 2011. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  2. ^ Federal Reserve Bank of Minneapolis Community Development Project. "Consumer Price Index (estimate) 1800–". Federal Reserve Bank of Minneapolis
  3. ^ Patricia Gucci, In the Name of Gucci: A Memoir, Crown/Archetype. ISBN 978-0-8041-3894-9
  4. ^ (EN) Proof that money can't buy happiness: John Paul Getty III destroyed by his family's billions, Daily Mail, 7 febbraio 2011. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  5. ^ a b (EN) Finally, he's out of pain: Tragic oil heir John Paul Getty III dies at 54 after being paralysed for 30 years, Daily Mail, 7 febbraio 2011. URL consultato il 21 dicembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN35937204 · ISNI (EN0000 0000 2669 9500 · LCCN (ENn86091261 · GND (DE143825305