The Last Duel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Last Duel
The Last Duel.jpg
Matt Damon in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2021
Durata152 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico, storico
RegiaRidley Scott
Soggettodal romanzo di Eric Jager
SceneggiaturaBen Affleck, Matt Damon, Nicole Holofcener
ProduttoreJennifer Fox, Nicole Holofcener, Ridley Scott, Kevin J. Walsh
Produttore esecutivoBen Affleck, Madison Ainley, Matt Damon, Kevin Halloran, Drew Vinton
Casa di produzione20th Century Studios, Pearl Street Films, Scott Free Productions
Distribuzione in italiano20th Century Studios, Walt Disney Studios Motion Pictures
FotografiaDariusz Wolski
MontaggioClaire Simpson
Effetti specialiStefano Pepin, Gary Brozenich
MusicheHarry Gregson-Williams
ScenografiaArthur Max
CostumiJanty Yates
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
LastDuel.PNG
Logo ufficiale del film

The Last Duel è un film del 2021 diretto da Ridley Scott.

Il film, con protagonisti Matt Damon, Adam Driver, Jodie Comer e Ben Affleck, è l'adattamento cinematografico del romanzo storico del 2004 L'ultimo duello. La storia vera di un crimine, uno scandalo e una prova per combattimento nella Francia medievale (The Last Duel: A True Story of Trial by Combat in Medieval France) scritto da Eric Jager,[1] e narra le vicende dell'ultimo duello di Dio, avvenuto in Francia nel 1386, tra Jean de Carrouges e Jacques Le Gris.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Francia, XIV secolo. Durante la guerra dei cent'anni il cavaliere Jean de Carrouges sfida lo scudiero Jacques Le Gris, reo di aver violentato Marguerite de Thibouville, moglie di Jean. Questo sarà l'ultimo duello di Dio legittimato dalla legge francese: la storia retrostante viene ricostruita per mezzo di tre flashback, ciascuno dal punto di vista di uno dei protagonisti.

Capitolo 1 - La verità secondo Jean de Carrouges[modifica | modifica wikitesto]

De Carrouges è un valoroso soldato, noto per la sua tempra e per la ferocia con cui si batte. Dopo essersi distinto durante l'assedio di Limoges, nel quale combatte assieme all'amico e commilitone Jacques Le Gris, giura fedeltà a Pietro II d'Alençon, appena nominato conte da suo cugino, il re Carlo VI di Francia. Trovandosi in ristrettezze economiche, de Carrouges chiede a Le Gris di intercedere presso il conte e chiedergli una proroga nel pagamento delle tasse feudali, mentre nel frattempo lui sposerà la nobile Marguerite de Thibouville per ottenerne la dote e risanare le sue ricchezze.

Dopo il matrimonio de Carrouges scopre che una delle terre promesse in dote, da lui particolarmente ambita, era stata già acquisita dal conte, che a sua volta l'aveva concessa in feudo a Le Gris. L'uomo avvia dunque un contenzioso contro i due, ma il re rifiuta di portare avanti la causa; come conseguenza, però, de Carrouges cade in disgrazia presso il conte, che gli toglie il capitanato di un forte appartenuto da decenni alla sua famiglia e lo conferisce a Le Gris. De Carrouges, furioso, accusa Le Gris di essersi approfittato della loro amicizia per ottenere il favore del conte. I tre non si vedranno per alcuni anni, finché non si incontrano nuovamente a una cerimonia e dichiarano cessate le ostilità.

De Carrouges parte per una campagna militare in Scozia, dalla quale torna sconfitto ma ottiene il cavalierato per essersi distinto in battaglia; al suo ritorno, Marguerite gli confessa che Le Gris l'ha stuprata mentre si trovava da sola nel loro castello. Sapendo che ogni sua azione legale fallirà a causa della protezione del conte D'Alençon, de Carrouges decide di sfidare Le Gris a duello per salvare il proprio onore e quello della moglie.

Capitolo 2 - La verità secondo Jacques Le Gris[modifica | modifica wikitesto]

Le Gris, scudiero di umili origini, ottiene il favore del conte d'Alençon grazie alla sua grande intelligenza e al carattere spavaldo e libertino: il conte gli affida la cura delle sue finanze e la riscossione dei debiti dei suoi vassalli. Quando de Carrouges gli chiede di intercedere presso il conte, quest'ultimo gli nega il favore poiché odia il soldato a causa del suo carattere rozzo e stizzoso; propone invece a Le Gris di accaparrarsi la terra promessa in dono da Thibouville, che si trova in posizione strategica. De Carrouges, invidioso, insulta pubblicamente Le Gris e il conte, cadendo in disgrazia.

Durante la cerimonia in cui si riappacifica con de Carrouges, Le Gris fa la conoscenza di sua moglie Marguerite: in seguito a un dialogo con lei comincia a credere che ella non ami davvero suo marito, e che sia in realtà attratta da lui. Le Gris comincia a nutrire nei suoi confronti un insano desiderio: un giorno, saputo che Marguerite è sola nel castello dei de Carrouges, vi si introduce con l'inganno e le confessa il suo amore. Marguerite gli resiste dicendo di essere una donna sposata, ma nella mente di Le Gris queste scuse vengono distorte come un blando tentativo di mantenere il suo onore: pertanto la segue fino alla sua camera da letto e lì la violenta. Prima di andarsene, ancora convinto che la donna lo ami, Le Gris le dice di mantenere il loro amore segreto.

Quando Le Gris scopre di essere stato denunciato de Carrouges è stupito, sostiene che la donna abbia negato malvolentieri "come fanno sempre", ma che il rapporto era consensuale. Il conte gli consiglia in ogni caso di negare, per evitare di essere "frainteso". Quando de Carrouges lo sfida a duello, convinto di essere nel giusto e impaziente di salvare il proprio onore, Le Gris accetta la sfida.

Capitolo 3 - La verità secondo Lady Marguerite (La verità)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il matrimonio, Marguerite e de Carrouges provano ad avere un figlio, invano. La donna scopre man mano che il marito è accecato dalla propria sete di onore, e le riserva pochissime attenzioni: nonostante questo, lei gli rimane fedele e tenta in ogni modo di compiacerlo. Durante la cerimonia in cui si riappacifica con Le Gris, Marguerite si mostra gentile con quest'ultimo nella speranza di far riguadagnare alla famiglia de Carrouges il favore perduto, inducendo però lo scudiero a credere che lei sia attratta da lui; in seguito, chiacchierando con altre dame, Marguerite ammette come Le Gris sia un uomo attraente, ma anche inaffidabile.

Quando Le Gris si introduce nel loro castello, lei tenta in ogni modo di resistergli, per nulla intenzionata a essere infedele al proprio marito; lo scudiero allora la insegue fino alla camera da letto e lì la violenta. Al ritorno di de Carrouges, Marguerite gli confessa tutto: l'uomo s'infuria credendo che sia stata lei stessa a concedersi al suo rivale, poi la costringe ad avere un rapporto sessuale con lui perché Le Gris non sia l'ultimo uomo ad averla posseduta. Marguerite rimane in seguito incinta, senza sapere di chi sia davvero il figlio; sua suocera, che l'ha sempre odiata, tenta di dissuaderla dal denunciare Le Gris, rivelandole di esser stata a sua volta stuprata da giovane e di aver taciuto per salvaguardare l'onore di suo marito.

Al processo contro Le Gris, la giuria interroga Marguerite tentando di farle ammettere che il rapporto sia stato consenziente, anche sulla base delle dichiarazioni fatte in precedenza sull'avvenenza di Le Gris: la donna risponde a tutte le domande, risoluta a dire la verità. Il re decide dunque di dirimere la questione con un duello, avvertendo però Marguerite che, se suo marito dovesse perdere, lei sarà condannata al rogo per aver mentito. Pur terrorizzata da questa possibilità, Marguerite non ritratta. Poco prima del duello, la donna darà alla luce suo figlio.

Il 28 dicembre 1386 si tiene dunque il duello, che comincia con de Carrouges e Le Gris in giostra con le proprie lance. Ben presto entrambi perdono i propri cavalli e combattono una cruenta battaglia corpo a corpo: inizialmente sembra prevalere Le Gris, che pugnala de Carrouges alla coscia; successivamente il cavaliere riesce a rimontare e lo placca in terra. Sotto la minaccia di pugnalarlo alla gola, de Carrouges chiede a Le Gris di confessare il proprio crimine, ma questi, pur consapevole della propria eterna dannazione, si dichiara nuovamente innocente. De Carrouges lo uccide, ottenendo il proprio onore e la liberazione di Marguerite: i due coniugi sfilano per le strade di Parigi, mentre il cadavere di Le Gris viene spogliato ed esposto al pubblico ludibrio.

Pochi anni dopo, de Carrouges morirà nel corso di una Crociata, mentre Marguerite vivrà in pace per altri trent'anni nel loro castello, senza mai più sposarsi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 14 febbraio 2020 nel dipartimento francese della Dordogna[3] e sono proseguite in Francia tra Berzé-le-Châtel e la Borgogna. Altre riprese sono state effettuate in Irlanda.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 20 luglio 2021.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, inizialmente fissata per il Natale 2020,[5] è stata presentata fuori concorso alla 78ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 10 settembre 2021[6] e distribuita nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 14 ottobre 2021[4] ed in quelle statunitensi dal 15 ottobre. Il film è disponibile su Disney+ tramite la sezione Star dal 1º dicembre 2021.[7]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La direzione del doppiaggio e i dialoghi italiani sono stati curati da Marco Mete, per conto della Dubbing Brothers Int. Italia.[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve l'87% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 7,5 su 10 basato su 107 critiche,[9] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 70 su 100 basato su 37 critiche.[10]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mirko D'Alessio, The Last Duel, di Ridley Scott: il trailer italiano con Jodie Comer, Adam Driver, Matt Damon e Ben Affleck, su BadTaste.it, 20 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  2. ^ The last duel: la verità dietro al libro che ha ispirato Ridley Scott, su Il Giornale, 1º ottobre 2021. URL consultato il 10 ottobre 2021.
  3. ^ (FR) Laurence Méride, Recherche doublures pour Matt Damon, Adam Driver et Jodie Comer pour un tournage en Dordogne, su francebleu.fr, 14 gennaio 2020. URL consultato il 22 luglio 2021.
  4. ^ a b Filmato audio 20th Century Studios, The Last Duel - Trailer Ufficiale, su YouTube, 20 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  5. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Disney Dates A Ton Of Pics Into 2023 & Juggles Fox Releases With Ridley Scott’s ‘The Last Duel’ To Open Christmas 2020, ‘The King’s Man’ Next Fall – Update, su Deadline Hollywood, 15 novembre 2019. URL consultato il 22 luglio 2021.
  6. ^ Davide Stanzione, Venezia 78, Matt Damon e Ben Affleck presentano The Last Duel: «Un dramma femminista nel Medioevo», su Best Movie, 10 settembre 2021. URL consultato il 13 settembre 2021.
  7. ^ Disney Plus Day parte col botto: nuovi film in arrivo, inclusi The Last Duel e Encanto!, su cinema.everyeye.it, 12 novembre 2021. URL consultato il 12 novembre 2021.
  8. ^ The Last Duel, su Antoniogenna.net. URL consultato il 12 novembre 2021.
  9. ^ (EN) The Last Duel, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 13 ottobre 2021. Modifica su Wikidata
  10. ^ (EN) The Last Duel, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 13 ottobre 2021. Modifica su Wikidata
  11. ^ Beatrice Pagan, LICORICE PIZZA È IL MIGLIOR FILM DEL 2021 PER LA NATIONAL BOARD OF REVIEW, su movieplayer.it, Movieplayer.it, 2 dicembre 2021. URL consultato il 5 dicembre 2021.
  12. ^ Valentina D'Amico, CRITICS CHOICE SUPER AWARDS 2022: SPIDER-MAN: NO WAY HOME, JUSTICE LEAGUE E MIDNIGHT MASS TRA I CANDIDATI, su movieplayer.it, Movieplayer.it, 23 febbraio 2022. URL consultato il 4 marzo 2022.
  13. ^ (EN) 2021 NOMINEES, su Satellite Award. URL consultato il 14 gennaio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]