Superman (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Superman
fumetto
No immagini.png
Titolo originale Superman
Editore DC Comics
1ª edizione giugno 1939
Periodicità mensile, con alcune uscite bimensili e bisettimanali
Rilegatura spillato
Genere
Cronologia
  1. Superman
  2. Superman (vol. 2)

Superman è una serie a fumetti, tuttora in pubblicazione, della DC Comics che vede protagonista il celebre eroe omonimo. Il personaggio di Superman cominciò come una delle tante antologie protagoniste nel fumetto Action Comics n. 1 della National Periodical Publication, pubblicato nel giugno 1938. La striscia si dimostrò così popolare che la National lanciò Superman in un suo fumetto, il primo per ogni super eroe, con il primo numero datato giugno 1939. Tra il 1986 e il 2006 fu reintitolato Adventures of Superman, mentre un nuovo fumetto utilizzò il semplice titolo di Superman. Nel maggio 2006, ritornò al suo titolo e alla sua numerazione originale. La serie raggiunse il n. 700 nel giugno 2010.

Storia di pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

A causa della popolarità del personaggio di Superman dopo la sua comparsa in Action Comics n. 1, la National Allied Publications decise di lanciare un nuovo fumetto con un singolo personaggio, cosa che all'epoca era senza precedenti. Superman n. 1, come fumetto auto sufficiente, comparve sugli scaffali nell'estate del 1939. Tutto ciò fu possibile grazie alle vendite elevate e ad un'enorme promozione del personaggio. Questo introdusse un'innovazione nell'industria: avendo un intero fumetto per un solo personaggio. Superman n. 1 fu innovativo. Ora, Superman deteneva persino il primato di essere il primo super eroe protagonista in più di un fumetto. Dal n. 7, Superman fu salutato sulle copertine di "World's Greatest Adventure Strip Characters"[1].

Superman venne pubblicato senza interruzione fino a metà degli anni ottanta, quando la DC istituì un rilancio totale della linea con l'evento della maxiserie del 1985 Crisi sulle Terre Infinite. Ripiegando il vasto multiverso in un singolo universo condiviso da tutti i personaggi dell'intera DC Comics, Superman e il suo cast di supporto vennero sottoposti ad un'accurata revisione per mano del celebre artista/scrittore John Byrne. Un'ultima storia fu pubblicata per dare un taglio all'ex status quo: Che cosa è successo all'Uomo del Domani? di Alan Moore. La prima parte della storia vide la pubblicazione in Superman n. 423, che sarebbe stato l'ultimo numero prima che il fumetto venisse rilanciato con la numerazione originale come Adventures of Superman. Superman fu rilanciato con il n. 1 in un secondo volume nel 1986, e fu pubblicato parallelamente ad Adventures of Superman.

Rilancio del 1986[modifica | modifica sorgente]

Adventures of Superman venne rinumerato dal n. 424 (gennaio 1987) al n. 649 (aprile 2006), per un totale di 228 numeri mensili, incluso il n. 0 (ottobre 1994), pubblicato tra i numeri 516 e 517 durante l'evento del crossover Ora Zero, il n. 1.000.000 (novembre 1998) durante l'evento crossover One Million, e nove annuali pubblicati tra il 1987 e il 1997.

La trama dei fumetti di Superman furono spesso collegati durante i primi anni della serie. Per coordinare la storia e le serie di eventi, dal gennaio 1991 al gennaio 2002, "numeri triangoli" (o "numeri scudo") comparvero sulle copertine di ogni numero del fumetto. Durante questi anni, le storie di Superman vennero pubblicate al fianco delle storie pubblicate in Superman, Action Comics e successivamente in altre 2 serie, Superman: The Man of Steel e Superman: The Man of Tomorrow. Dopo il febbraio 2002, l'integrazione tra i fumetti di Superman cambiò meno frequentemente, e i restanti numeri di Adventures of Superman spesso cominciarono a contenere storie autonome. Il numero finale (n. 649), tuttavia, fu parte di un crossover in tre parti con Superman e Action Comics, un omaggio al Superman di Terra-2 agli inizi della serie limitata Crisi Infinita.

Nei suoi ultimi anni, Adventures of Superman venne scritto da Greg Rucka. Trame note inclusero il criminale Ruin, il tentativo di assassinio di Lois Lane ed un numero di comparse di Mister Mxyzptlk ben accettate.

Superman returns[modifica | modifica sorgente]

Superman vol. 2 arrivò fino al n. 226 (aprile 2006) e poi fu cancellato come parte dell'evento Crisi Infinita. Adventures of Superman venne riportato al suo titolo originale, Superman, con il n. 650 (maggio 2006), come parte della storia Un Anno Dopo. Action Comics continuò invece normalmente la sua pubblicazione. Le edizioni annuali dopo il reintitolamento ritornarono al vol. 1 continuando con l'annuale n. 13. Il fumetto partecipò anche nella serie settimanale Countdown a Crisi Finale, dando prospettiva a determinati avvenimenti che furono mostrati nella serie settimanale, come gli eventi che precedettero la scomparsa del Nuovo Dio Raggio di Luce.

Nel 2008, James Robinson rimpiazzò lo scrittore Kurt Busiek dopo i suoi 25 numeri nella serie. La serie di Robinson cominciò con la storia La Venuta di Atlas e fece un collegamento tra Superman, Action Comics e Supergirl che diede inizio ad una lunga storia al fianco degli eventi di Nuova Krypton. La maggior parte della serie di Robinson vide protagonisti Mon-El e il Guardiano, mentre Superman si trasferì sul pianeta di Nuova Krypton. L'ultimo numero di Robinson fu il n. 699, collegato a Last Sand of New Krypton, e terminò la sua storia con il n. 700, che vide il ritorno di Superman sulla Terra[2].

Raggiungimento di un traguardo[modifica | modifica sorgente]

Nel giugno 2010, Superman raggiunse il n. 700, e lo scrittore J. Michael Straczynski, un fan di Superman dichiarato che sentì una connessione personale con il personaggio,[3] fu assegnato alla scrittura del fumetto con una mini storia nel numero, e ebbe la sua serie a cominciare con il n. 701.[4] L'artista Eddy Barrows, un precedente illustratore di Action Comics ed uno degli artisti dell'evento War of the Supermen, divenne il collaboratore di Straczynski.[5]

Straczinski e Barrows cominciarono una storia lunga un anno dal titolo Grounded, che vede Superman cominciare un lungo cammino attraverso gli Stati Uniti al fine di ottenere una connessione con il suo pianeta adottivo, che lui sentì di aver perduto mentre si trovava su Nuova Krypton.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Superb Manifestations at the Superman Homepage
  2. ^ a b Robinson, James, Jurgens, Dan, and Straczynski, J. Michael (w). Superman n. 1 (700) (giugno 2010), DC Comics
  3. ^ Reflections: J. Michael Straczynski Part II @ CBR
  4. ^ J. Michael Straczynski to write Superman and Wonder Woman Starting in July @ DC's The Source
  5. ^ DC's The Source - Unveiling JMS' Superman Artist
  6. ^ a b Robinson, James, Jurgens, Dan, and Straczynski, J. Michael (w). Superman 1 (700) (giugno 2010), DC Comics

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics