Superman (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Superman è stata una serie a fumetti incentrata sull'omonimo personaggio pubblicata dalla DC Comics. La prima serie ha esordito nel 1939 e si è conclusa nel 2011 dopo 714 numeri. Il personaggio aveva già esordito sulla testata antologica Action Comics nel giugno 1938 edita della National Periodical Publication che poi divenne la DC Comics e il successo riscontrato dal personaggio spinse l'editore a dedicargli una propria testata, la prima per un supereroe che arrivò negli anni quaranta a vendere oltre un milione di copie al mese.[1][2] La serie venne poi intitolata Adventures of Superman dal 1986 fino al 2006, anno in cui tornò alla vecchia denominazione[3] fino alla chiusura nel 2011[1] quando venne sostituita da una nuova testata omonima, Superman (Vol. 3[4]), pubblicata fino al 2011[5] quando anche questa venne sostituita da una nuova serie, Superman (Vol. 4[4]).[6] Il primo numero della prima serie ha raggiunto nel 2012 quotazioni superiori ai 700.000 dollari.[7]

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Volume 1[modifica | modifica wikitesto]

Superman (Vol. 1) / Adventures of Superman
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Editore DC Comics
1ª edizione giugno 1939 – ottobre 2011
Periodicità mensile, con alcune uscite bimensili e bisettimanali
Albi 714 (completa)
Genere supereroi, avventura
Seguito da Superman (vol. 3)

Grazie alla popolarità del personaggio di Superman dopo l'esordio sul primo numero della collana Action Comics, la National Allied Publications decise di lanciare una nuova testata incentrata sul personaggio, cosa che all'epoca era senza precedenti.[8] Il primo numero esordì a giugno 1939. Tutto ciò fu possibile grazie alle vendite elevate e ad un'enorme attività di promozione e il personaggio si trovò protagonista di due testate, cosa mai successa prima. Dal n. 7, sulle copertine comparve la dicitura di "World's Greatest Adventure Strip Characters"[9]. Il personaggio di Jimmy Olsen apparve per la prima nella storia "Superman versus The Archer" nel n. 13 (novembre-dicembre 1941).[10][11] Nei primi anni quaranta la testata arrivò a vendere oltre un milione di copie al mese.[2] Il personaggio di Mister Mxyzptlk venne introdotto nel n. 30 (September 1944).[12] Nel 1948 venne pubblicata sul n. 53 una più dettagliata versione delle origini delpersonaggio in occasione del decimo anniversario dell'esordio di Supeman.[13] La kryptonite verrà introdotta nelle storie a fumetti dopo essere già comparsa nel programma radiofonico incentrato sulle avventure di Superman in una storia realizzata da Bill Finger e Al Plastino.[14] Negli anni cinquanta la testata fu la prima con una rubrica regolare della posta a partire dal n. 124 (settembre 1958).[15] Secondo lo storico Les Daniels, Curt Swan divenne nei primi anni sessanta il disegnatore principale della testata e aggiorno la caratterizzazione grafica del personaggio rispetto alla precedente versione di Wayne Boring.[16] Jim Shooter e Swan realizzarono il primo incontro fra Superman e Flash nella storia "Superman's Race With the Flash!" nel n. 199 (Aug. 1967).[17] Negli anni settanta, autori come Julius Schwartz, Denny O'Neil e Curt Swan semplificarono la mitologia del personaggio iniziando eliminando la Kryptonite.[18] Gli autori Cary Bates e Swan introdussero nuovi personaggi come il supercriminale Terra-Man (n. 249, marzo 1972)[19] e il supereroe Vartox (n. 281, nov. 1974).[20] In occasione del n. 300 (giugno 1976) venne pubblicata una storia fuori dalla continuità ufficiale di Bates e Maggin nella quale Superman bambino atterrava sulla Terra nel 1976 diventando un supereroe adulto nel 2001.[21] La DC riconobbe nei crediti della testata come autori del personaggio Jerry Siegel e Joe Shuster i quali erano stati cancellati decenni prima[22][23][24] a partire dal n. 302 (August 1976).[25] La serie raggiunse il n. 400 a ottobre 1984 e venne celebrato pubblicandovi opere di molti famosi fumettisti americani compresa l'unico lavoro mai fattoper la DC di Jim Steranko oltre a un'introduzione dello scrittore Ray Bradbury.[26][27]

La testata venne pubblicata senza interruzione fino al 1986 quando tutte le testate dedicate al personaggio vennero sospese durante la pubblicazione della miniserie Man of Steel di John Byrne. La DC Comics rilanciò tutte le testate a seguito degli eventi narrati nel ciclo di storie Crisi sulle Terre infinite, una maxiserie del 1985 con il quale si mise ordine nel vasto universo narrativo dei personaggi della DC Comics sottoponendo Superman e il suo mondo ad un'accurata revisione per mano di John Byrne. Venne poi pubblicata un'ultima storia per dare un taglio con tutto quello che era successo prima, Che cosa è successo all'Uomo del Domani? di Alan Moore che venne pubblicata nel n. 423 che sarebbe stato l'ultimo numero prima che il fumetto venisse rilanciato come Adventures of Superman continuandone però la numerazione da dove aveva interrotto (n. 424). Una nuova testata Superman (Vol. 2[4]) esordì nel 1986[28], pubblicata parallelamente ad Adventures of Superman la quale, cominciata col n. 424 (gennaio 1987), proseguì fino al n. 649 (aprile 2006), per un totale di 228[29] numeri mensili; Superman (Vol. 2[4]) venne pubblicata fino all'aprile 2006 quando Adventures of Superman riprese a intitolarsi Superman (Vol. 1[4]).[30][31][1]

Nel primo periodo le trame delle storie pubblicate su Superman (Vol. 2) e Adventures of Superman, erano spesso collegate e per coordinarle fra loro, dal gennaio 1991 al gennaio 2002, sulle copertine comparvero i "numeri triangoli" o "numeri scudo"; le storie del personaggio continuarono a comparire anche su Action Comics e poi in altre due serie, Superman: The Man of Steel e Superman: The Man of Tomorrow. Dopo il febbraio 2002, l'integrazione tra i fumetti di Superman fu meno frequente e i restanti numeri di Adventures of Superman spesso cominciarono a contenere storie autonome. Il numero finale (n. 649), tuttavia, fu parte di un crossover in tre parti con Superman (Vol. 2) e Action Comics, un omaggio al Superman di Terra-2 agli inizi del ciclo di storie noto come Crisi Infinita. Nei suoi ultimi anni, Adventures of Superman venne scritto da Greg Rucka. Trame note inclusero il criminale Ruin, il tentativo di assassinio di Lois Lane e un numero di comparse di Mister Mxyzptlk. All'interno dell'evento Crisi Infinita Superman (Vol. 2) arrivò fino al n. 226 (aprile 2006) e poi fu chiusa e Adventures of Superman venne riportato al suo titolo originale, Superman (Vol. 1) , con il n. 650 (maggio 2006), come parte della storia Un anno dopo. Action Comics continuò invece normalmente la sua pubblicazione.[32] Gli speciali annuali ritornarono alla numerazione legata alla prima serie continuando dal n. 13.[33]

Il personaggio fu coinvolto nella miniserie Countdown a Crisi Finale, dando prospettiva a determinati avvenimenti come gli eventi che precedettero la scomparsa del Nuovo Dio Raggio di Luce. Nel 2008, James Robinson rimpiazzò lo scrittore Kurt Busiek dopo i suoi 25 numeri; Robinson cominciò con la storia La Venuta di Atlas e fece un collegamento tra Superman, Action Comics e Supergirl che diede inizio a una lunga storia al fianco degli eventi di Nuova Krypton. La maggior parte delle storie di Robinson vide protagonisti Mon-El e il Guardiano, mentre Superman si trasferì sul pianeta di Nuova Krypton. L'ultimo numero di Robinson fu il n. 699, collegato a Last Sand of New Krypton, e il n. 700 nel giugno 2010 vide il ritorno di Superman sulla Terra[34] con l'esordio dello scrittore J. Michael Straczynski[35] e del disegnatore Eddy Barrows[36] che cominciarono il ciclo di storie Grounded, che vede Superman cominciare un lungo cammino attraverso gli Stati Uniti al fine di ottenere una connessione con il suo pianeta adottivo, che lui sentì di aver perduto mentre si trovava su Nuova Krypton.[37] La serie chiuse nel 2011 con il n. 711.[1]

Volume 3 - The New 52[modifica | modifica wikitesto]

Superman (Vol. 3)
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Editore DC Comics The New 52
1ª edizione novembre 2011 – luglio 2016
Periodicità mensile
Albi 52 (completa)
Genere supereroi, avventura
Preceduto da Superman (vol. 1)
Seguito da Superman (vol. 4)

All'interno del progetto di rilancio della linea editoriale della DC Comics, The New 52, che nel 2011 interruppe tutte le testate che pubblicava facendo partire 52 serie regolari tra vecchi e nuovi titoli, la testata dedicata a Superman venne interrotta e sostituita da una terza serie, Superman (vol. 3[4]), che venne pubblicata per 52 numeri fino al 2016.[5]

Volume 4 - Rebirth[modifica | modifica wikitesto]

Superman (Vol. 4)
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Editore DC Comics Rebirth
1ª edizione agosto 2016
Periodicità mensile
Albi 27 (in corso) settembre 2017
Genere supereroi, avventura
Preceduto da Superman (vol. 3)

Nel 2016 ci fu un nuovo rilancio del catalogo editoriale della DC Comics, denominato Rebirth, all'interno del quale venne inaugurata una quarta serie dedicata al personaggio, Superman (vol. 4[4]).[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Superman vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 4 luglio 2017.
  2. ^ a b Martin Pasko, The DC Vault: A Museum-in-a-Book with Rare Collectibles from the DC Universe, Philadelphia, Pennsylvania, Running Press, 2008, p. 46, ISBN 0-7624-3257-8.
    «During [World War Two], overall circulation tripled, as servicemen added comics to their reading habits. At the height of the war, many titles were selling over a million copies a month. Superman topped the list, of course—at first.».
  3. ^ Adventures of Superman vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 4 luglio 2017.
  4. ^ a b c d e f g Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  5. ^ a b Superman vol 3 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  6. ^ a b Superman vol 4 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  7. ^ (EN) The 5 Most Expensive Comic Books Ever Sold, in MindHut. URL consultato il 29 settembre 2017.
  8. ^ Daniel Wallace e Hannah, ed. Dolan, 1930s, in DC Comics Year By Year A Visual Chronicle, London, United Kingdom, Dorling Kindersley, 2010, p. 25, ISBN 978-0-7566-6742-9.
    «Superman's runaway popularity as part of Action Comics earned him his own comic. This was a real breakthrough for the time, as characters introduced in comic books had never before been so successful as to warrant their own titles.».
  9. ^ Superb Manifestations at the Superman Homepage
  10. ^ Wallace "1940s" in Dolan, p. 37 "Superman #13 (November–December 1941) Jimmy Olsen made his first appearance as a named character in this issue."
  11. ^ Superman #13 (November-December 1941) at the Grand Comics Database
  12. ^ Wallace "1940s" in Dolan, p. 46: "Jerry Siegel promised that readers had never met anyone more unusual than the 'absurd being known as Mr. Mxyzptlk' and his debut back-up feature in Superman #30 proved his point."
  13. ^ Wallace "1940s" in Dolan, p. 59: "Superman's origin was retold—and slightly revamped—for this special tenth anniversary issue."
  14. ^ Wallace "1940s" in Dolan, p. 61: "Kryptonite finally appeared in comics following its introduction in The Adventures of Superman radio show back in 1943. In a story by writer Bill Finger and artist Al Plastino...the Man of Steel determined that the cause of his weakness was a piece of meteorite rock."
  15. ^ Irvine, Alex "1950s" in Dolan, p. 91: "This issue of Superman was the first DC comic to include a letters column that would become a regular feature, though readers' letters were published in issue #3 of Real Fact Comics in July 1946."
  16. ^ Daniels "The Superman Family Strength in Numbers", p. 118: "By 1961, Swan's new look would replace Wayne Boring's patriarchal version. Swan's Superman became definitive, and ultimately he would draw, as he says, 'more Superman stories than anybody else.'"
  17. ^ McAvennie, Michael "1960s" in Dolan, p. 124: "Since the dawn of comics' Silver Age, readers have asked 'Who's faster: Superman or the Flash?' Writer Jim Shooter and artist Curt Swan tried answering that question when the Man of Steel and the Fastest Man Alive agreed to the U.N.'s request to race each other for charity."
  18. ^ McAvennie "1970s" in Dolan, p. 144 "New editor Julius Schwartz, new scripter Denny O'Neil, and regular artist Curt Swan removed the Man of Steel's greatest weakness from the face of the Earth."
  19. ^ McAvennie "1970s" in Dolan, p. 150: "Scripter Cary Bates and artist Curt Swan chose an inopportune time for Superman to meet Terra-Man, a spaghetti Western-garbed menace who rode a winged horse and wielded lethal alien weaponry."
  20. ^ McAvennie "1970s" in Dolan, p. 161: "Fans of John Boorman's 1974 sci-fi film Zardoz, starring Sean Connery in revealing red spandex, could appreciate writer Cary Bates and artist Curt Swan's inspiration for Vartox of Valeron."
  21. ^ Bryan D. Stroud, Superman #300, in Back Issue!, nº 69, Raleigh, North Carolina, TwoMorrows Publishing, December 2013, pp. 31–33.
  22. ^ Bruce Lambert, Joseph Shuster, Cartoonist, Dies; Co-Creator of 'Superman' Was 78, The New York Times, 3 agosto 1992. URL consultato il 22 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2008).
  23. ^ Man and Superman, Time, 5 gennaio 1976. URL consultato il 22 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2008).
  24. ^ Associated Press, Superman co-creator has humble Canadian roots, CTV, 28 giugno 2006. URL consultato il 23 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2007).
  25. ^ McAvennie "1970s" in Dolan, p.170 "For the first time since 1947, Jerry Siegel and Joe Shuster's names were back in Superman comics, and listed as the Man of Steel's co-creators."
  26. ^ Manning, Matthew K. "1980s" in Dolan, p. 209 "The Man of Steel celebrated his 400th issue in star-studded fashion with the help of some of the comic industry's best and brightest...the issue also featured a visionary tale written and drawn by Jim Steranko, and an introduction by famous science-fiction author Ray Bradbury."
  27. ^ Frankie Addiego, Superman #400, in Back Issue!, nº 69, Raleigh, North Carolina, TwoMorrows Publishing, December 2013, pp. 68–70.
  28. ^ Superman vol 2 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 29 settembre 2017.
  29. ^ Inclusi il n. 0 (ottobre 1994), pubblicato tra i numeri 516 e 517 durante l'evento del crossover Ora Zero, il n. 1.000.000 (novembre 1998) durante l'evento crossover One Million, e nove annuali pubblicati tra il 1987 e il 1997.
  30. ^ Matthew K. Manning e Hannah, ed. Dolan, 1980s, in DC Comics Year By Year A Visual Chronicle, Dorling Kindersley, 2010, p. 226, ISBN 978-0-7566-6742-9.
    «Per la seconda volta nella sua storia, il fumetto dedicato a Superman vide un nuovo primo numero...fu introdotta una nuova serie...scritta ed illustrata dal prolifico Byrne».
  31. ^ Manning "1980s" in Dolan, p. 226 "Il fumetto originale di Superman ha adotta un nuovo titolo The Adventures of Superman ma continuò la numerazione originale della sua lunga e storica storia"
  32. ^ Action Comics vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 28 settembre 2017.
  33. ^ Superman Annual vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  34. ^ a b Robinson, James, Jurgens, Dan, and Straczynski, J. Michael (w). Superman n. 1 (700) (giugno 2010), DC Comics
  35. ^ J. Michael Straczynski to write Superman and Wonder Woman Starting in July @ DC's The Source
  36. ^ DC's The Source - Unveiling JMS' Superman Artist
  37. ^ a b Robinson, James, Jurgens, Dan, and Straczynski, J. Michael (w). Superman 1 (700) (giugno 2010), DC Comics

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics