Superman: Stagioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Superman: Stagioni
fumetto
SupermanStagioni.JPG
Copertina dell'edizione italiana della Lion Comics
Titolo orig.Superman for All Seasons
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
TestiJeph Loeb
DisegniTim Sale
EditoreDC Comics
1ª edizionesettembre 1998 – ottobre 1998
Periodicitàmensile
Albi4 (completa)
Editore it.Play Press Publishing
1ª edizione it.aprile 1999 – maggio 1999
Albi it.2 (completa)
Generesupereroi

Superman: Stagioni (Superman for All Seasons) è una miniserie a fumetti di quattro numeri su Superman realizzata da Jeph Loeb (testi), Tim Sale (disegni) e Bjarne Hansen (colori), pubblicata negli Stati Uniti d'America dalla DC Comics tra settembre e dicembre 1998.

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

La miniserie è stata realizzata dopo un'altra miniserie di successo del duo Loeb-Sale, ovvero Batman: Il lungo Halloween (mentre la storia su Batman era incentrata sulle vacanze, questa è incentrata sulle stagioni). La storia contiene anche dei parallelismi alla miniserie Man of Steel di John Byrne (che nel 1986 aveva rinarrato le origini di Superman dopo l'evento di Crisis).

La storia venne pubblicata in 4 numeri (uno per stagione) di formato prestige da 48 pagine tra settembre e dicembre 1998. L'anno successivo sono stati ristampati in unico volume da 206 pagine, sia cartonato[1] che brossurato[2].

In italiano la storia è stata pubblicata ad aprile-maggio 1999 dalla Play Press Publishing in due volumi da 96 pagine, con il titolo Le stagioni di Superman. Successivamente è stata ristampata in un unico volume a gennaio 2012 dalla Lion Comics.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha ricevuto una nomination agli Eisner Award del 1999 come "Miglior miniserie", così come gli autori Loeb come "Miglior scrittore", Sale come "Miglior disegnatore" (premio da lui vinto, anche per il lavoro su Grendel) e Hansen come "Miglior colorista"[3].

La storia è stata inoltre d'ispirazione per la serie televisiva Smallville[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics