Stephen Keshi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stephen Keshi
Nazionalità Nigeria Nigeria
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1979 ACB Lagos ? (?)
1980-1984 New Nigeria Bank ? (?)
1985 Stade d'Abidjan ? (?)
1986 Africa Sports ? (?)
1986-1987 Lokeren 28 (6)
1987-1991 Anderlecht 99 (18)
1991-1993 Strasburgo 62 (9)
1993-1994 RWD Molenbeek 4 (0)
1995 CCV Hydra 4 (0)
1996 Scorpions ? (?)
1997 Perlis ? (?)
Nazionale
1983-1995 Nigeria Nigeria 64 (9)
Carriera da allenatore
2004-2006Togo Togo
2007Togo Togo
2008-2010Mali Mali
2011-2014Nigeria Nigeria
2014-2015Nigeria NigeriaAd interim
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Argento Marocco 1988
Bronzo Senegal 1992
Oro Tunisia 1994
Oro Sudafrica 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 luglio 2015

Stephen Okechukwu Keshi (Lagos, 23 gennaio 1962Benin City, 7 giugno 2016[1]) è stato un allenatore di calcio e calciatore nigeriano, di ruolo difensore.

È scomparso nel 2016 all'età di 54 anni a seguito di un attacco cardiaco[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giocò dapprima nel continente africano, riscuotendo un discreto successo specialmente in Costa d'Avorio, dove vinse diversi titoli con Stade Abidjan e Africa Sports; dopo l'esperienza con quest'ultimo club si trasferì in Europa, dove tra Belgio e Francia totalizzò più di 150 presenze nei campionati nazionali. Quando vestiva il 4 a Lokeren ricorda: «quando andavo al supermercato, lo chiudevano per non farmi entrare. Se toccavo la frutta, poi la buttavano».[3] Dal 1995 al 1996 giocò negli Stati Uniti, in due società minori, venendo seguito ai Sacramento Scorpions dal suo compagno di Nazionale Augustine Eguavoen. Ha giocato l'ultimo anno della sua carriera in Malaysia, al Perlis FA.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fu il capitano della Nigeria durante il campionato del mondo 1994 e giocò cinque differenti edizioni della Coppa delle Nazioni Africane, vincendo l'edizione di Tunisia 1994. Totalizzò 64 presenze e nove gol nel corso della sua carriera internazionale, svoltasi dal 1983 al 1995.

In particolare, nel 1994, a seguito dell'eliminazione della Nazionale nigeriana avvenuta agli ottavi di finale contro l'Italia (2-1), Keshi accusò il CT olandese Clemens Westerhof di essere "l'unico responsabile della caduta nigeriana, di essere un allenatore mediocre e senza esperienza internazionale".[3]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2004 e il 2006 ha allenato la Nazionale di calcio del Togo, portandola alla prima qualificazione al campionato mondiale di calcio nella sua storia durante le qualificazioni a Germania 2006. Prima della fase finale del suddetto torneo, però, fu rimpiazzato dal tedesco Otto Pfister.[3]

Nel febbraio 2007 fu poi richiamato Keshi, che divenne successivamente commissario tecnico del Mali.[4] Nel gennaio 2010 fu però esonerato dall'incarico dalla Federazione nazionale.[5]

Dal 2 novembre 2011 ricopre la carica di allenatore della Nazionale di calcio della Nigeria, succedendo al connazionale Samson Siasia,[6] con la quale ha vinto la Coppa d'Africa 2013. Il giorno 11 febbraio 2013 ha annunciato le sue dimissioni dopo la vittoria in coppa d'Africa. Tuttavia, il giorno successivo, revoca le sue dimissioni decidendo di restare alla guida della Nazionale.[7] Siede sulla panchina nigeriana sia durante la Confederations Cup 2013 che i Mondiali 2014 in Brasile.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Africa Sports: 1986
Africa Sports: 1986
New Nigeria Bank: 1983, 1984
Stade Abidjan: 1985, 1986
Anderlecht: 1990-1991
Anderlecht: 1987-1988, 1988-1989

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tunisia 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Former Super Eagles Coach, Stephen Keshi, dies at 54
  2. ^ Family: Stephen Keshi died of a heart attack (en) Ewn.co.za
  3. ^ a b c Zero diplomazia, il duro Keshi, c.t. anti bianchi, in La Gazzetta dello Sport, 12 giugno 2014, p. 37.
  4. ^ (EN) Keshi opts for Mali national team, BBC, 2 aprile 2008. URL consultato il 6 aprile 2008.
  5. ^ (EN) Stephen Keshi sacked as Mali boss, BBC, 28 gennaio 2010. URL consultato il 4 febbraio 2010.
  6. ^ (EN) Nigeria: NFF to Announce Keshi as Eagles Coach, allAfrica.com, 24 luglio 2012. URL consultato il 24 luglio 2012.
  7. ^ Nigeria's Stephen Keshi reverses resignation and opts to stay on

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]