S-75

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
S-75
SA-2 Guideline
Bundeswehrmuseum Dresden 1.jpg
Descrizione
Tipomissile terra-aria
Impiegoantiaereo
Sistema di guidaa comando tramite radar
ProgettistaLavochkin
Impostazione1953
In servizio1956
Ritiro dal servizio1980
Utilizzatore principaleURSS
Altri utilizzatoriVietnam, Egitto, Corea del Nord, Polonia, Cina
Peso e dimensioni
Peso2.300 kg
Lunghezza10,6 m
Diametro0,7 m
Prestazioni
Gittata45 km
Tangenza20.000 m
Velocità massimaMach 3
Motore2 stadi
Esplosivo195 kg a frammentazione

[senza fonte]

voci di missili presenti su Wikipedia

Il S-75 Dvinà (chiamato SA-2 Guideline in codice NATO) è il più diffuso missile a lungo raggio mai esistito. Esso divenne operativo nel 1956 e molti sottotipi ne vennero prodotti, con gittate di 30–50 km e quote fin oltre i 20 km.

L'abbattimento dell'U-2 di Powers lo portò alla ribalta e indusse a ripensare alla tecnica degli attacchi ad alta quota. L'arma era però in servizio da 5 anni e aveva una serie di aggiornamenti in programma, specie per il sistema di guida, assai rudimentale e vulnerabile alle ECM, mentre il missile era di disegno assai armonioso, ben proporzionato. Ne vennero prodotti oltre 100.000, circa 9.000 lanciati durante il conflitto del Vietnam, con meno di 200 successi, ma tra questi almeno 13-15 B-52 americani. Innumerevoli i conflitti in cui ha preso parte a cominciare dalla crisi dei missili di Cuba (altro U-2 abbattuto, con la morte del pilota), per finire, per ora, con la guerra del 2003 (missione Iraqi Freedom).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]