Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

R-33

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
R-33
AA-9 Amos
AA-9-Amos.png
Uno schema del Vympel R-33
Descrizione
Tipomissile aria-aria a lungo raggio
Sistema di guidaradar semiattiva 9E50M1
ProgettistaVympel OKB
In servizio1983
Utilizzatore principaleURSS, Russia
Altri utilizzatoriKazakistan
Peso e dimensioni
Peso491 kg R-33 ed R-33S
490 kg R-33E
Lunghezza4,25 m R-33 ed R-33S
4,15 R-33E
Larghezza1,18 m R-33 ed R-33S
Diametro0,380 m
Prestazioni
Gittata120 km R-33
160 km R-33S ed R-33E
Velocità massimaMach 3,5
Fattore di carico8
Motorerazzo a propellente solido RDTT
Spolettadi prossimità
Esplosivo55 kg R-33 ed R-33S
47,5 kg R-33E
voci di missili presenti su Wikipedia

Il Vympel R-33, noto come AA-9 Amos (designazione NATO) in occidente, è un missile aria-aria (in inglese: AAM - Air to Air Missile) di fabbricazione sovietica.

Il Vympel R-33 (Вымпел Р-33) era il più avanzato missile a lungo raggio fabbricato in Unione Sovietica. Venne concepito per accoppiarsi al radar del caccia intercettore Mikoyan Gurevich MiG-31, per abbattere bersagli quali ricognitori Lockheed SR-71 Blackbird ed i bombardieri Rockwell B-1 Lancer e Boeing B-52 Stratofortress.

La combinazione tra l'R-33 ed il MiG-31 risulta simile a quella del Bisnovat R-40 con il MiG-25, anche se naturalmente più moderna e versatile. Il Bisnovat R-40 infatti era altamente specializzato per grossi bersagli che volavano a velocità supersoniche, quali il North American XB-70 Valkyrie, che come tali, erano poco agili e non adatti al combattimento manovrato. Il MiG-31, come detto, è un aereo più versatile, che comunque può adottare il missili R-40.

Sia la funzione che la geometria dell'arma sono simili a quelle dello AIM-54 Phoenix, il quale sfrutta un sistema di navigazione inerziale nella fase di avvicinamento al bersaglio e un sistema SARH (semi active radar homing) nella fase finale. Inoltre è anche molto più economico.

Il radar Zaslon del MiG-31 è il cuore del nuovo sistema di intercettazione, differisce dal radar del Grumman F-14 Tomcat per il modo in cui sorveglia lo spazio circostante: il radar statunitense usa un sistema di scansione meccanico, mentre il russo un sistema di trasmissione elettronica. Questo sistema aiuta a guidare simultaneamente fino a quattro R-33 su quattro diversi bersagli, semplificando l'equipaggiamento che deve essere installato a bordo del missile.

Il missile R-33 rimane in servizio nelle forze aeree russe (V-VS) ed in molti stati della ex-Unione Sovietica. Non è mai stato impiegato in combattimento, così come il MiG-31.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]