Reilly Opelka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Reilly Opelka
Opelka WMQ18 (7) (42834211754).jpg
Reilly Opelka nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 211 cm
Peso 102 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 49-53 (48.04%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 31º (28 ottobre 2019)
Ranking attuale 33º (19 ottobre 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2019, 2021)
Francia Roland Garros 1T (2019, 2020)
Regno Unito Wimbledon 3T (2019)
Stati Uniti US Open 2T (2019)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 10-13 (43,48%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 144º (17 febbraio 2020)
Ranking attuale 144º (17 febbraio 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 1T (2019)
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open 2T (2017)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 3 maggio 2021

Reilly Opelka (St. Joseph, 28 agosto 1997) è un tennista statunitense.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Alto 211 cm, è il tennista più alto della storia, a pari merito con il croato Ivo Karlović. Opelka è dotato di un servizio potentissimo, che raggiunge i 235 km/h. Come molti dei giocatori della sua stazza, ha come altro punto di forza il dritto e come punto debole la mobilità[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Junior[modifica | modifica wikitesto]

Opelka raggiunge i migliori risultati nel 2015 a Wimbledon, dove vince il torneo singolare (battendo in semifinale il numero 1 Taylor Fritz e in finale Mikael Ymer) e raggiunge la finale del torneo di doppio in coppia con Akira Santillan.

Professionista[modifica | modifica wikitesto]

Opelka fa il suo esordio nel circuito ATP ad Atlanta, dove viene sconfitto al primo turno da Shuichi Sekiguchi. Nello stesso anno partecipa anche alle qualificazioni degli US Open, dove si ferma al secondo turno.

Il 2016 è un anno ricco di soddisfazioni per l'americano. Entra per la prima volta in un main draw ATP (da lucky loser) a Houston, dove perde subito al primo turno con Sam Querrey. 4 mesi dopo arriva però l'exploit: semifinale a Atlanta, dove sconfigge tennisti del calibro di Kevin Anderson e Donald Young per poi perdere con John Isner. Raggiunge poi il secondo turno del master 1000 di Cincinnati dopo aver sconfitto Jérémy Chardy. A novembre arriva anche il primo sigillo nel circuito challenger, a Charlottesville, dove trionfa in finale contro Ruben Bemelmans.

Il 17 febbraio 2019 conquista il suo primo titolo ATP a New York, battendo in finale Brayden Schnur col punteggio di 6-1, 67-7, 7-67. Un anno più tardi a Delray Beach vince il suo secondo titolo superando Yoshihito Nishioka per 7-5, 6(4)-7, 6-2.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 17 febbraio 2019 Stati Uniti New York Open, New York Cemento (i) Canada Brayden Schnur 6-1, 6(7)-7, 7-6(7)
2. 23 febbraio 2020 Stati Uniti Delray Beach Open, Delray Beach Cemento Giappone Yoshihito Nishioka 7-5, 6(4)-7, 6-2

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (1)
ATP Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 27 ottobre 2019 Svizzera Swiss Indoors, Basilea Cemento (i) Stati Uniti Taylor Fritz Paesi Bassi Jean-Julien Rojer
Romania Horia Tecău
5-7, 3-6
2. 16 febbraio 2020 Stati Uniti New York Open, New York Cemento (i) Stati Uniti Steve Johnson Regno Unito Dominic Inglot
Pakistan Aisam-ul-Haq Qureshi
6(5)-7, 6(6)-7

Tornei minori[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda tornei minori
Challenger (1)
Futures (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 5 novembre 2016 Stati Uniti Virginia National Bank Men's Pro Championship, Charlottesville Cemento (i) Belgio Ruben Bemelmans 6–4, 2–6, 7–6(5)

Finali Grand Slam junior[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]
Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (1)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 11 luglio 2015 Regno Unito Torneo di Wimbledon, Londra Erba Svezia Mikael Ymer 7–6(7), 6–4

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (1)[modifica | modifica wikitesto]
Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (1)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversario in finale Punteggio
1. 11 luglio 2015 Regno Unito Torneo di Wimbledon, Londra Erba Giappone Akira Santillan India Sumit Nagal
Vietnam Lý Hoàng Nam
6(4)–7, 4–6

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 Carriera V-P
Tornei Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A A 1T Q1 2T 1T 2T 2-4
Francia Open di Francia, Parigi A A Q3 Q2 1T 1T 0-2
Regno Unito Wimbledon, Londra A A Q1 Q2 3T ND 2-1
Stati Uniti US Open, New York Q2 Q2 Q2 Q1 2T 1T 1-2
Vittorie-Sconfitte 0-0 0-0 0-1 0-0 4-4 0-3 0-1 5-9
Giochi Olimpici
Giochi Olimpici ND A Non disputati 0-0
Vittorie-Sconfitte ND 0-0 Non disputati 0-0

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Carriera V-P
Tornei Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A A A A A A 0-0
Francia Open di Francia, Parigi A A A A 1T 0-1
Regno Unito Wimbledon, Londra A A A A A 0-0
Stati Uniti US Open, New York 1T A 2T 1T A 1-3
Vittorie-Sconfitte 0-1 0-0 1-1 0-1 0-1 0-0 1-4
Giochi Olimpici
Giochi Olimpici ND A Non disputati A 0-0
Vittorie-Sconfitte ND 0-0 Non disputati 0-0 0-0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ashwin Muralidharan, Profiling Reilly Opelka - The American teen who might be the next 'big' thing' in men's tennis!, su SportsKeeda.com, 21 luglio 2016. URL consultato il 20 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]