Roberto Bautista Agut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Bautista Agut
Roberto Bautista-Agut 2, Aegon Championships, London, UK - Diliff.jpg
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 212 – 131 (61,81%)
Titoli vinti 8
Miglior ranking 13º (17 ottobre 2016)
Ranking attuale 16º (11 giugno 2018)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (2014, 2016, 2017)
Francia Roland Garros 4T (2016, 2017)
Regno Unito Wimbledon 4T (2015, 2017)
Stati Uniti US Open 4T (2014, 2015)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 20 – 40 (33,33%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 169º (3 marzo 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2013, 2014)
Francia Roland Garros 3T (2013)
Regno Unito Wimbledon 2T (2014)
Stati Uniti US Open 2T (2013)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate all'8 gennaio 2018

Roberto Bautista Agut (Castellón de la Plana, 14 aprile 1988) è un tennista spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Ha ottenuto i primi risultati significativi nel circuito professionistico nel 2009. Ha raggiunto il suo più alto ranking in singolare il 20 ottobre 2014, con la 14ª posizione, mentre nel doppio ha raggiunto il 169º posto il 3 marzo 2014.[1] Tra i migliori risultati del 2014, vi sono quelli conseguiti in gennaio all'Australian Open. Nel secondo turno sconfigge la testa di serie nº 5 Del Potro per poi perdere al quarto turno contro Dimitrov. L'impresa gli vale la convocazione per l'incontro di Coppa Davis a Francoforte contro la Germania, dove perde entrambi i singolari.

In maggio dello stesso anno arrivano importanti vittorie al torneo ATP 1000 di Madrid, che gli consentono l'ascesa nel ranking del singolare. Supera tra gli altri i quotati connazionali Robredo e Verdasco, prima di perdere la semifinale contro Nadal per 6-4 6-3.

Il 21 giugno 2014 vince il suo primo titolo ATP a s'Hertogenbosch battendo in finale il tedesco Benjamin Becker con il punteggio di 2-6 7-6 6-4, poche settimane dopo si ripete alla Mercedes Cup di Stoccarda, entrando così per la prima volta in carriera nelle prime venti posizioni del ranking. Nell'ottobre successivo figura al 14º posto della classifica ATP, il suo ranking più alto, grazie alla finale raggiunta nella Kremlin Cup e persa contro Čilić.

Comincia il 2017 nel migliore dei modi, vincendo a Chennai battendo il russo Daniil Medvedev per 6-3 6-4. Successivamente raggiunge la semi-finale a Sofia e a Monaco di Baviera. Sulla terra rossa di Gstaad, viene eliminato dal futuro vincitore Fabio Fognini con il punteggio di 5-7 6-2 6-3. Il periodo statunitense è il più fruttuoso per lo spagnolo che raggiunge i quarti di finale a Montreal e vince il secondo titolo ATP stagionale a Winston-Salem, battendo in finale il bosniaco Damir Džumhur per 6-4 6-4.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (8)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (1)
ATP World Tour 250 (7)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 21 giugno 2014 Paesi Bassi Topshelf Open, 's-Hertogenbosch Erba Germania Benjamin Becker 2–6, 7–62, 6–4
2. 13 luglio 2014 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra rossa Rep. Ceca Lukáš Rosol 6–3, 4–6, 6–2
3. 16 gennaio 2016 Australia Heineken Open, Auckland (1) Cemento Stati Uniti Jack Sock 6–1, 1–0 ret.
4. 7 febbraio 2016 Bulgaria Sofia Open, Sofia Cemento (i) Serbia Viktor Troicki 6–3, 6–4
5. 8 gennaio 2017 India Aircel Chennai Open, Chennai Cemento Russia Daniil Medvedev 6–3, 6–4
6. 26 agosto 2017 Stati Uniti Winston-Salem Open, Winston-Salem Cemento Bosnia ed Erzegovina Damir Džumhur 6–4, 6–4
7. 13 gennaio 2018 Australia ASB Classic, Auckland (2) Cemento Argentina Juan Martín del Potro 6–1, 4–6, 7–5
8. 3 marzo 2018 Emirati Arabi Uniti Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento Francia Lucas Pouille 6–3, 6-4

Finali perse (7)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (1)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (6)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 6 gennaio 2013 India Chennai Open, Chennai Cemento Serbia Janko Tipsarević 6–3, 1–6, 3–6
2. 19 ottobre 2014 Russia Kremlin Cup, Mosca (1) Cemento (i) Croazia Marin Čilić 4–6, 4–6
3. 25 ottobre 2015 Russia Kremlin Cup, Mosca (2) Cemento (i) Croazia Marin Čilić 4–6, 4–6
4. 1º novembre 2015 Spagna Valencia Open, Valencia Cemento (i) Portogallo João Sousa 6–3, 3–6, 4–6
5. 27 agosto 2016 Stati Uniti Winston-Salem Open, Winston-Salem Cemento Spagna Pablo Carreño Busta 7–66, 61–7, 4–6
6. 16 ottobre 2016 Cina Shanghai Masters, Shanghai Cemento Regno Unito Andy Murray 61–7, 1–6
7. 29 luglio 2018 Svizzera J. Safra Sarasin Swiss Open Gstaad, Gstaad Terra rossa Italia Matteo Berrettini 69-7, 4-6

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]