Olimpiadi degli scacchi del 1972

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olimpiadi degli scacchi del 1972
Competizione Olimpiadi degli scacchi
Sport Chess.svg scacchi
Edizione 20ª
Organizzatore FIDE
Date dal 18 settembre 1972
al 13 ottobre 1972
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Skopje
Partecipanti 63 squadre per un totale di 373 giocatori (open)
23 squadre per un totale di 69 giocatrici (femminile)
Nazioni 63 (open)
23 (femminile)
Formula un torneo open e uno femminile entrambi a due fasi con gironi all'italiana
Impianto/i Pavilion Halls
Direttore Jugoslavia Jordan Ivanovski
Risultati
Gold medal blank.svgOro Unione Sovietica Unione Sovietica (open) 11º titolo
Unione Sovietica Unione Sovietica (femminile) 5º titolo
Silver medal blank.svgArgento Ungheria Ungheria (open)
Romania Romania (femminile)
Bronze medal blank.svgBronzo Jugoslavia Jugoslavia (open)
Ungheria Ungheria (femminile)
Quarto bandiera Cecoslovacchia (open)
Bulgaria Bulgaria (femminile)
Statistiche
Incontri disputati 2728
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Olimpiadi degli scacchi del 1970 (open)
Olimpiadi degli scacchi del 1969 (femminile)
Olimpiadi degli scacchi del 1974 (open)
Olimpiadi degli scacchi femminili del 1974 (femminile)
Right arrow.svg

Le Olimpiadi degli scacchi del 1972 si svolsero a Skopje, in Jugoslavia (oggi Repubblica di Macedonia) dal 18 settembre al 13 ottobre. Furono la prima edizione della competizione in cui si svolsero contemporaneamente il torneo open[1] e quello femminile. La numerazione delle due competizioni fu tuttavia separata, e queste furono quindi la ventesima Olimpiade open e la quinta femminile. Contestualmente fu tenuto anche un congresso della FIDE.

Torneo open[modifica | modifica wikitesto]

Al torneo open parteciparono 63 nazioni, per un totale di 373 giocatori divisi in squadre da sei giocatori ciascuna (quattro titolari e due riserve). Rhodesia e Sudafrica non poterono partecipare perché le autorità iugoslave, a causa dell'apartheid presente nei due paesi, ne rifiutarono l'ingresso; la FIDE, durante il proprio congresso, stabilì che l'assegnazione delle Olimpiadi successive sarebbe stata subordinata all'impegno a far partecipare chiunque ne facesse richiesta.

Le squadre furono divise in 8 gironi da 8 squadre ciascuno (eccetto il primo); le prime due classificate di ogni girone erano qualificate per la finale principale a 16, mentre altri tre gruppi (finali B, C e D) furono stabiliti rispettivamente per la terza e la quarta, la quinta e la sesta e le ultime due della classifica generale.

Fu la prima Olimpiade in cui era presente il punteggio Elo, che venne usato per formare i gruppi della prima fase.

Diverse assenze si contarono tra i partecipanti: in particolare mancarono i due sfidanti per il titolo mondiale, Robert Fischer e Boris Spasskij. Per la prima volta nella squadra sovietica fu presente un giocatore privo del titolo di Grande maestro (la seconda riserva Volodymyr Savon). Susan Grumer, riserva delle Isole Vergini, fu l'unica donna a partecipare al torneo open.

L'Albania, nella seconda fase, si rifiutò di giocare contro Israele all'undicesimo turno della seconda fase e abbandonò il torneo. Di conseguenza le partite già giocate contro di essa non furono contate ai fini del punteggio, e l'Albania stessa fu esclusa dalla classifica.

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella seguente sono elencati i gruppi in cui vennero divise le squadre. In grassetto e corsivo sono evidenziate le squadre qualificate alla finale A, in solo grassetto le qualificate alla finale B, in solo corsivo le qualificate alla finale C.

Gruppo 1 Gruppo 2 Gruppo 3 Gruppo 4 Gruppo 5 Gruppo 6 Gruppo 7 Gruppo 8
Belgio Belgio Brasile Brasile Bolivia Bolivia Argentina Argentina bandiera Cecoslovacchia Canada Canada Albania Albania Austria Austria
Cuba Cuba Cipro Cipro Indonesia Indonesia Francia Francia Hong Kong Hong Kong Galles Galles Andorra Andorra Filippine Filippine
Danimarca Danimarca Inghilterra Inghilterra Libano Libano bandiera Germania Ovest Irlanda Irlanda Germania Est Germania Est Australia Australia Iran Iran
Finlandia Finlandia Giappone Giappone Marocco Marocco Grecia Grecia Israele Israele Italia Italia Bulgaria Bulgaria Fær Øer Fær Øer
Lussemburgo Lussemburgo Jugoslavia Jugoslavia Norvegia Norvegia Guernsey Guernsey Malaysia Malaysia Malta Malta Colombia Colombia Isole Vergini americane Isole Vergini americane
Rep. Dominicana Rep. Dominicana Perù Perù bandiera Polonia Islanda Islanda Mongolia Mongolia Singapore Singapore Iraq Iraq Romania Romania
Unione Sovietica Unione Sovietica Siria Siria Scozia Scozia Messico Messico Portogallo Portogallo Svezia Svezia Paesi Bassi Paesi Bassi Tunisia Tunisia
Svizzera Svizzera Ungheria Ungheria Nuova Zelanda Nuova Zelanda Spagna Spagna Turchia Turchia Porto Rico Porto Rico Stati Uniti Stati Uniti

Il primo girone fu dominato dall'Unione Sovietica, che staccò di ben sette punti la Danimarca che, pur priva di Bent Larsen, riuscì a qualificarsi per la finale battendo il Belgio e la Finlandia e pareggiando cn Cuba all'ultima partita. Nel secondo gruppo il Perù, a sorpresa, fu sul punto di ottenere uno storico secondo posto ai danni di Inghilterra e Svizzera, ma, giunti a pari merito con quest'ultima, furono esclusi per spareggio tecnico. Nel terzo girone la Norvegia non riuscì ad inserirsi tra Polonia e Ungheria, mentre l'Argentina riuscì ad arrivare nella finale dal gruppo 4 nonostante molte assenze e una pesante sconfitta per 4-0 contro la Germania Ovest al primo turno; nello stesso gruppo, la Francia, nonostante la qualità dei giocatori, fu relegata alla finale D.

Nel quinto gruppo, dopo alcuni risultati sorprendenti nei primi turni, la Cecoslovacchia e la Spagna si qualificarono a spese di Israele e della Mongolia, mentre nel sesto girone il Canada, perdendo contro la Germania Est, permise alla Svezia di passare in finale. Nel gruppo 7 l'Albania andò vicina a qualificarsi per la finale alle spese della Bulgaria e dei Paesi Bassi, finendo solamente mezzo punto dietro quest'ultima e costringendo l'Australia a disputare la finale C. Gli Stati Uniti, nonostante molte assenze, vinsero l'ultimo gruppo davanti alla Romania, mentre le Filippine non riuscirono a qualificarsi.

Seconda fase[modifica | modifica wikitesto]

La finale si aprì con la vittoria dell'Ungheria sull'Unione Sovietica, la quale dopo quattro turni si ritrovò quarta, a tre punti dalla Jugoslavia che era in testa. I sovietici recuperarono fino a superare la Cecoslovacchia e i padroni da casa, che a tre turni dal termine si ritrovarono saldamente al terzo posto, 2,5 punti sopra la Cecoslovacchia ma 3,5 punti dietro ai sovietici e agli ungheresi; nel frattempo la Germania Est, una delle possibili medaglie, dopo sei sconfitte consecutive si rialzò al nono posto e l'Argentina, vincitore di diverse medaglie nelle passate edizioni, continuava ad essere terzultima.

Per la prima volta da quando l'Unione Sovietica partecipava alle Olimpiadi, l'ultimo turno fu decisivo: i sovietici avevano infatti mezzo punto di vantaggio sugli ungheresi; questi ultimi, tuttavia, pareggiando con la Germania Ovest, vinsero la medaglia d'argento.

Risultati assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Scacchiere Elo[2] Punti
Prima Seconda Terza Quarta Quinta (1a riserva) Sesta (2a riserva)
Finale A
Gold medal.svg Unione Sovietica Unione Sovietica GM[3] Tigran Petrosyan GM Viktor Korčnoj GM Vasilij Smyslov GM Michail Tal' GM Anatolij Karpov MI[4] Volodymyr Savon 2635 42
Silver medal.svg Ungheria Ungheria GM Lajos Portisch GM István Bilek MI Győző Forintos MI Zoltán Ribli MI István Csom MI Gyula Sax 2531 40,5
Bronze medal.svg Jugoslavia Jugoslavia GM Svetozar Gligorić GM Borislav Ivkov GM Ljubomir Ljubojević GM Aleksandar Matanović GM Milan Matulović MI Josip Rukavina 2543 38
4 bandiera Cecoslovacchia GM Vlastimil Hort GM Jan Smejkal GM Miroslav Filip MI Vlastimil Jansa MI Josef Přibyl Jindřich Trapl 2534 35,5
5 bandiera Germania Ovest GM Robert Hübner GM Klaus Darga MI Helmut Pfleger MI Hans-Joachim Hecht Hans Günther Kestler Jürgen Dueball 2540 35
6 Bulgaria Bulgaria GM Milko Bobocov GM Georgi Tringov GM Ivan Radulov GM Nikola Pădevski Peicho Peev Sarkis Bohosjan 2459 32
7 Romania Romania GM Florin Gheorghiu MI Victor Ciocâltea MI Theodor Ghiţescu Emil Eungureanu MI Dumitri Ghizdavu Carol Partoş 2466 31,5
8 Paesi Bassi Paesi Bassi GM Jan Donner MI Hans Ree MI Coenraad Zuidema MI Jan Timman MI Robert Hartoch Bertus Enklaar 2465 29
9 Stati Uniti Stati Uniti GM Lubomir Kavalik GM Robert Byrne GM Pál Benkő GM Arthur Bernard Bisguier William Martz George Francis Kane 2515 29
10 Germania Est Germania Est GM Wolfgang Uhlmann Mi Burkhard Malich Rainer Knaak MI Heinz Liebert Manfred Schöneberg Lothar Vogt 2490 27,5
Finale B[5]
17 Inghilterra Inghilterra MI[4] Raymond Keene William Hartston MI Robert Wade Peter Markland Andrew Whiteley John Littlewood 2413 37
18 Israele Israele MI Shimon Kagan MI Yair Kraidman Uzi Geller Avraham Kaldor Amikam Balshan Samuel Friedman 2353 36,5
19 Canada Canada MI Duncan Suttles GM[3] Daniel Yanofsky MI Zvonko Vranesic MI Peter Biyiasas MI Bruce Amos MI Lawrence Day 2443 33
Finale C
32 Australia Australia GM Walter Browne Maxwell Fuller Trevor Hay Alfred Flatow Douglas Hamilton Terrey Shaw 2370 45
33 Finlandia Finlandia MI Heikki Westerinen MI Kaarle Ojanen Ilkka Saren Juhani Sorri Yrjö Rantanen Ilkka Kanko 2288 42
34 Scozia Scozia MI David Levy Craig Pritchett Gerald Bonner Peter Jamieson Brian Denman James Aitken 2273 39
Finale D
48 Francia Francia GM[3] Nicolas Rossolimo Miodrag Todorcević Jean-Claude Letzelter Bernard Huguet Maurice Raizman Aldo Haïk 2276 46,5
49 Singapore Singapore Tan Lian Ann Lim Kok Ann Giam Choo Kwee Choong Liong On Andrew Ee Pang Kwok Leong 2263 42
50 Malta Malta Henry Camilleri Adriano Gouder Wilfred Attard Micheal Saliba Victor Cilia Vincenti Alex Casha 2213 32

Risultati individuali[modifica | modifica wikitesto]

Furono assegnate medaglie ai giocatori di ogni scacchiera con le tre migliori percentuali di punti per partita.

Giocatore Punti Partite %
Prima scacchiera
Gold medal.svg Germania Ovest GM[3] Robert Hübner 15 18 83,3
Silver medal.svg Cecoslovacchia GM Vlastimil Hort 14,5 18 80,6
Bronze medal.svg Australia GM Walter Browne 17,5 22 79,5
Seconda scacchiera
Gold medal.svg Unione Sovietica GM Viktor Korčnoj 11 15 73,3
Silver medal.svg Scozia Craig Pritchett 12 17 70,6
Silver medal.svg Inghilterra William Hartston
Terza scacchiera
Gold medal.svg Jugoslavia GM Ljubomir Ljubojević 15,5 19 81,6
Silver medal.svg Unione Sovietica GM Vasilij Smyslov 11 14 78,6
Bronze medal.svg Colombia Carlos Cuartas 13 18 72,2
Quarta scacchiera
Gold medal.svg Unione Sovietica GM[3] Michail Tal' 14 16 87,5
Silver medal.svg Israele Avraham Kaldor 12,5 16 78,1
Bronze medal.svg Canada MI[4] Peter Biyiasas 11,5 15 76,7
Quinta scacchiera (1a riserva)
Gold medal.svg Unione Sovietica GM Anatolij Karpov 13 15 86,7
Silver medal.svg Israele Amikam Balshan 13 16 81,3
Bronze medal.svg Iran Massoud Amir Sawadkuhi 12 15 80,0
Bronze medal.svg Finlandia Yrjö Rantanen
Sesta scacchiera (2a riserva)
Gold medal.svg Francia Aldo Haïk 11 12 91,7
Silver medal.svg Australia Terrey Shaw 11 15 73,3
Bronze medal.svg Germania Ovest Jürgen Dueball 9 13 69,2

Medaglie individuali per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Totali
Unione Sovietica Unione Sovietica 3 1 0 4
bandiera Germania Ovest 1 0 1 2
Jugoslavia Jugoslavia 1 0 0 1
Francia Francia 1 0 0 1
Israele Israele 0 2 0 2
Australia Australia 0 1 1 2
bandiera Cecoslovacchia 0 1 0 1
Scozia Scozia 0 1 0 1
Inghilterra Inghilterra 0 1 0 1
Colombia Colombia 0 0 1 1
Canada Canada 0 0 1 1
Iran Iran 0 0 1 1
Finlandia Finlandia 0 0 1 1

Torneo femminile[modifica | modifica wikitesto]

Al torneo femminile parteciparono 23 squadre composte da tre giocatrici (due titolari ed una riserva). Le squadre vennero divise in quattro gironi da sei squadre (eccetto il primo, di cinque nazioni), ed in seguito in tre finali con otto, otto e sette partecipanti.

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella seguente sono elencati i gruppi in cui vennero divise le squadre. In grassetto sono evidenziate le squadre qualificate alla finale A, in corsivo quelle qualificate alla finale B.

Gruppo 1 Gruppo 2 Gruppo 3 Gruppo 4
Australia Australia Austria Austria Brasile Brasile Finlandia Finlandia
Germania Est Germania Est bandiera Cecoslovacchia Bulgaria Bulgaria bandiera Germania Ovest
Irlanda Irlanda Inghilterra Inghilterra Israele Israele bandiera Polonia
Paesi Bassi Paesi Bassi Giappone Giappone Mongolia Mongolia Singapore Singapore
Unione Sovietica Unione Sovietica Jugoslavia Jugoslavia Romania Romania Svezia Svezia
Scozia Scozia Svizzera Svizzera Ungheria Ungheria

Risultati assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Scacchiere Punti
Prima Seconda Terza (riserva)
Finale A
Gold medal.svg Unione Sovietica Unione Sovietica MI[4] Nona Gaprindashvili MIF[6] Alla Kushnir MIF Irina Levitina 11
Silver medal.svg Romania Romania MIF Elisabeta Polihroniade MIF Alexandra Nicolau MIF Gertrude Baumstark 8
Bronze medal.svg Ungheria Ungheria MIF Mária Ivánka MIF Zsuzsa Veröci Gyuláné Krizsán 8
4 Bulgaria Bulgaria MIF Antonina Geogrieva MIF Venka Asenova Vesmina Shikova 7,5
5 bandiera Cecoslovacchia MIF Štěpánka Vokřálová MIF Květa Eretová Eva Hojdarová 7
6 bandiera Germania Ovest Anni Laakmann Irmgard Kärner MIF Ursula Wasnetzky 5,5
7 Germania Est Germania Est MIF Waltraud Nowarra Gabriele Just Christina Hölzlein 4,5
8 Inghilterra Inghilterra MIF Jana Hartston MIF Elaine Pritchard MIF Anne Sunnucks 4
Finale B
9 bandiera Polonia MIF Krystyna Radzikowska Hanna Ereńska-Radzewska MIF Miroslawa Litmanowicz 10,5
10 Jugoslavia Jugoslavia MIF Milunka Lazarević MIF Katarina Jovanović-Blagojevic MIF Henrijeta Konarkowska-Sokolov 8,5
11 Austria Austria Ingeborg Kattinger Alfreda Hausner Wilma Samt 7
Finale C
17 Svizzera Svizzera Anna Näpfer Elsa Lüssy J. Fässler 9
18 Israele Israele Frida Rabinovich Lidia Gal S. Klugas 8,5
19 Singapore Singapore Mok Poh Pheng Giam Yoke Chin Jane Tan 6

Risultati individuali[modifica | modifica wikitesto]

Furono assegnate medaglie alle giocatrici di ogni scacchiera con le tre migliori percentuali di punti per partita.

Giocatrice Punti Partite %
Prima scacchiera
Gold medal.svg Unione Sovietica MI[4] Nona Gaprindashvili 6,5 8 81,3
Silver medal.svg Ungheria MIF[6] Mária Ivánka 7,5 10 75,0
Bronze medal.svg Polonia MIF Krystyna Radzikowska 6,5 9 72,2
Seconda scacchiera
Gold medal.svg Unione Sovietica MIF Alla Kushnir 7 8 87,5
Silver medal.svg Polonia Hanna Ereńska-Radzewska 7,5 9 83,3
Bronze medal.svg Israele Lidia Gal 4 5 80,0
Terza scacchiera (riserva)
Gold medal.svg Singapore Jane Tan 5 5 100,0
Silver medal.svg Unione Sovietica Irina Levitina 5,5 6 91,7
Bronze medal.svg Jugoslavia MIF Henrijeta Konarkowska-Sokolov 4,5 7 64,3

Medaglie individuali per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Totali
Unione Sovietica Unione Sovietica 2 1 0 3
Singapore Singapore 1 0 0 1
bandiera Polonia 0 1 1 2
Ungheria Ungheria 0 1 0 1
Israele Israele 0 0 1 1
Jugoslavia Jugoslavia 0 0 1 1

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Torneo open Torneo femminile Totale
Torneo a squadre Medaglie individuali Torneo a squadre Medaglie individuali
Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg GoldSilverBronze medals.svg
Unione Sovietica Unione Sovietica 1 0 0 3 1 0 1 0 0 2 1 0 7 2 0 9
Jugoslavia Jugoslavia 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 2 3
bandiera Germania Ovest 0 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 1 2
Francia Francia 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1
Singapore Singapore 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0 1
Ungheria Ungheria 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 0 2 1 3
Israele Israele 0 0 0 0 2 0 0 0 0 0 0 1 0 2 1 3
Australia Australia 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 1 1 2
bandiera Polonia 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 1 1 2
Scozia Scozia 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1
Inghilterra Inghilterra 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1
bandiera Cecoslovacchia 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1
Romania Romania 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 1 0 1
Iran Iran 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1
Finlandia Finlandia 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1
Colombia Colombia 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1
Canada Canada 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Generalmente chiamato maschile, era in realtà aperto a giocatori di entrambi i sessi.
  2. ^ Media dei quattro giocatori con elo più alto.
  3. ^ a b c d e Grande maestro
  4. ^ a b c d e Maestro Internazionale
  5. ^ Una partita giocata in meno a causa dell'abbandono dell'Albania dopo l'undicesimo turno.
  6. ^ a b Maestro Internazionale Femminile

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi