Svetozar Gligorić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Svetozar Gligorić, 1961

Svetozar Gligorić (Belgrado, 2 febbraio 1923Belgrado, 14 agosto 2012) è stato uno scacchista e giornalista serbo, fino al 1992 jugoslavo, Grande maestro.

È considerato il giocatore più rappresentativo e popolare della Jugoslavia nel ventennio dopo il 1946. Vinse undici volte il campionato jugoslavo nel periodo dal 1947 al 1965. Partecipò diverse volte alle selezioni per il campionato del mondo di scacchi.

Imparò a giocare a scacchi a undici anni; rimasto senza genitori in età adolescenziale, venne preso con sè dal dott. Miljanić, presidente del club scacchistico di Belgrado, con la famiglia del quale - prima del bombardamento della città durante la Seconda Guerra Mondiale - riparò in Montenegro. Gligorić si arruolò nei partigiani, e alla fine della guerra divenne giornalista. Divenne così famoso, che nel 1957 a Dallas l'emigrazione jugoslava organizzò un attentato contro di lui, fortunatamente fallito. Alla fine degli anni '50 era considerato il miglior scacchista al di fuori dell'Unione Sovietica[1].

Profondo conoscitore della teoria delle aperture, in particolare di impianti moderni come la difesa est indiana e la difesa siciliana, è stato autore di partite entrate nelle antologie per profondità di concezione e brillantezza di svolgimento.

Il suo approccio psicologico verso la partita è riassunto nel suo motto "gioco contro i pezzi" (il titolo del suo libro "I play against pieces"), intendendo dire che non aveva ostilità verso l'avversario e non si curava degli aspetti psicologici, considerando unicamente la posizione sulla scacchiera.

È stato un grande promotore e divulgatore del gioco degli scacchi in Jugoslavia, in virtù dei libri che scrisse e dei commenti televisivi a tornei e incontri che le reti televisive del Paese seguivano alla stregua di sfide di calcio.

In tarda età si avvicinò al mondo della musica, diventando anche compositore.

Principali risultati[modifica | modifica wikitesto]

1945   1° al campionato della Bulgaria (fuori concorso)
1946   1° nel torneo di Lubiana
1947   1° a Varsavia
1948   2° a Budapest, ammesso al torneo interzonale
1950   1° a Mar del Plata
1951   1° a Londra e 1° al torneo zonale di Bad Pyrmont
1952   1° ad Hastings 1951-52, = 5° nel torneo interzonale di Stoccolma, 3° a L'Avana, 1° a Hollywood
1953   1° a Mar del Plata, 1° a Rio de Janeiro, 1° a Montevideo
1955   2° a Buenos Aires, 3° a Mar del Plata
1956   4° a Mosca
1957   1°-2° ad Hastings 1956-57, 2°-3° a Dublino, 1°-2° a Dallas
1958   2° ad Hastings 1957-58, 2° all'interzonale di Portorose
1959   2° a Zurigo
1960   1° ad Hastings 1959-60, 1° ad Asunción, 1°-4° a Madrid
1961   1° ad Hastings 1960-61, 1°-2° a Torremolinos, 1°-2° a Sarajevo, 3° a Zurigo
1962   2° ad Hastings 1961-62, 1°-2° a Sarajevo, 1° a Belgrado
1963   1°-2° ad Hastings 1962-63
1963   1° allo zonale di Enschede, 2°-5° a Sarajevo, 3° a Mosca
1964   2° ad Hastings 1963-64
1965   2°-3° ad Hastings 1964-65, 2°-4° a Netanya, 1°-3° a Copenaghen
1966   1° a Tel Aviv, 1° allo zonale dell'Aia
1967   1° a Dundee, 2°-3° a Budua, 5°-6° all'Avana, 2°-4° all'interzonale di Susa
1968   5° a Palma di Maiorca, perde 3 ½ a 5 ½ il match dei candidati con Michail Tal'
1969   2° ad Hastings 1968-69, 2° a Lubiana, 3° all'Avana, 1°-3° allo zonale di Praia de Rocha, 1°-4° a Belgrado
1970   3° ad Hastings 1969-70, 3°-4° a Lugano, 2°-5° a Zagabria, 2°-4° a Vinkovci

Risultati alle olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Gligorić ha giocato per la Jugoslavia in 15 Olimpiadi dal 1950 al 1982, 13 volte in prima scacchiera, col risultato complessivo di + 88 = 109 – 26 (63,9 %).

Ha vinto in totale 13 medaglie:

  • medaglia d'oro di squadra alle olimpiadi di Ragusa di Dalmazia 1950
  • medaglia d'oro individuale in 1a scacchiera alle olimpiadi di Monaco 1958
  • 6 medaglie d'argento di squadra
  • 5 medaglie di bronzo di squadra

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marko Tratar, in Dnevnik, 25 gennaio 2018, pag.17

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adriano Chicco, Giorgio Porreca: Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia, Milano 1971.
  • (SL) Marko Tratar, Svetozar Gligorić, gentleman in poliglot, in Dnevnik, 25 gennaio 2018, p. 17.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103112978 · ISNI (EN0000 0000 8171 3889 · LCCN (ENn50030585 · GND (DE105719498 · BNF (FRcb12778245j (data)