Olimpiadi degli scacchi del 1976

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olimpiadi degli scacchi del 1976
Competizione Olimpiadi degli scacchi
Sport Chess.svg scacchi
Edizione 22ª
Organizzatore FIDE
Date dal 26 ottobre 1976
al 10 novembre 1976
Luogo Israele Israele
Haifa
Partecipanti 48 squadre per un totale di 286 giocatori (open)
23 squadre per un totale di 90 giocatrici (femminile)
Nazioni 48 (open)
23 (femminile)
Formula un torneo open con sistema svizzero e uno femminile a due fasi con gironi all'italiana
Impianto/i Hotel Dan Carmel
Risultati
Gold medal blank.svgOro Stati Uniti Stati Uniti (open) 5º titolo
Israele Israele (femminile) 1º titolo
Silver medal blank.svgArgento Paesi Bassi Paesi Bassi (open)
Inghilterra Inghilterra (femminile)
Bronze medal blank.svgBronzo Inghilterra Inghilterra (open)
Spagna Spagna (femminile)
Quarto Argentina Argentina (open)
Stati Uniti Stati Uniti (femminile)
Statistiche
Incontri disputati 1248 (open)
396 (femminile)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Olimpiadi degli scacchi del 1974 (open)
Olimpiadi degli scacchi femminili del 1974 (femminile)
Olimpiadi degli scacchi del 1978 Right arrow.svg

Le Olimpiadi degli scacchi del 1976 si svolsero ad Haifa, in Israele, dal 26 ottobre al 10 novembre. Si ritornò ad unire nello stesso luogo sia il torneo open[1] che quello femminile.

Quest'edizione delle Olimpiadi (la ventiduesima open, la settima femminile) fu caratterizzata dal boicottaggio dell'Unione Sovietica contro Israele, che si estese a tutti i paesi dell'est europeo e, ovviamente, a tutti i paesi arabi. Come risultato, poco più di metà delle nazioni iscritte alla FIDE inviarono delle rappresentative, mentre a Tripoli, in Libia, venne organizzata un'Olimpiade non ufficiale alla quale presero parte 34 nazioni. Tale olimpiade si svolse poco dopo quella ufficiale, ma non vide la partecipazione dell'Unione Sovietica né dei suoi paesi satelliti europei.

Torneo open[modifica | modifica wikitesto]

48 nazioni parteciparono alla competizione (come confronto, alla precedente edizione erano 75); ogni squadra era composta da un massimo di sei giocatori, di cui due riserve. In totale 286 giocatori parteciparono alle olimpiadi.

Dal punto di vista tecnico la novità più importante fu l'introduzione del sistema svizzero (di 13 turni) in luogo del consueto torneo in due fasi, con gironi preliminari e finali giocati come gironi all'italiana. Non furono inoltre distribuite medaglie per le migliori prestazioni individuali nella varie scacchiere, contrariamente alle edizioni precedenti.

Alla prima giornata di riposo, dopo quattro turni, la Germania Ovest guidava la classifica con mezzo punto di vantaggio sulle Filippine e l'Australia, mentre gli Stati Uniti, favoriti nonostante l'assenza di Robert Fischer e del loro campione nazionale Walter Browne, erano a un punto dai tedeschi, a pari merito con Inghilterra e Italia. I Paesi Bassi diventò prima al settimo turno, mantenendo la testa e arrivando ad avere 2,5 punti di vantaggio sugli statunitensi dopo il decimo turno, grazie ad una vittoria per 3,5-0,5 contro la Svezia.

Gli Stati Uniti, grazie a due vittorie per 4-0 e 3-1 contro Svizzera e Colombia, riuscirono a raggiungere gli olandesi prima dell'ultimo turno, riuscendo a vincere la medaglia d'oro ottenendo 3,5 punti contro il Galles all'ultimo turno, mentre i Paesi Bassi vinsero solo 3-1 contro la Finlandia.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Scacchiere Elo[2] Punti
Prima Seconda Terza Quarta Quinta (1a riserva) Sesta (2a riserva)
Gold medal.svg Stati Uniti Stati Uniti GM[3] Robert Byrne GM Lubomir Kavalek GM Larry Evans GM James Tarjan GM William Lombardy Kim Commons 2535 37
Silver medal.svg Paesi Bassi Paesi Bassi GM Jan Timman GM Gennadij Sosonko GM Jan Donner MI[4] Hans Ree Gert Ligterink MI Franciscus Kuijpers 2490 36,5
Bronze medal.svg Inghilterra Inghilterra GM Anthony Miles MI Raymond Keene MI William Hartston MI Michael Stean Jonathan Mestel MI John Nunn 2463 35,5
4 Argentina Argentina GM Miguel Najdorf GM Oscar Panno GM Miguel Ángel Quinteros MI Raúl Sanguineti Jorge Szmetan Luis Marcos Bronstein 2513 33
5 bandiera Germania Ovest GM Wolfgang Unzicker GM Luděk Pachman MI Hans Günther Kestler MI Dieter Mohrlok Peter Ostermayer Klaus Wockenfuß 2485 31
6 Israele Israele GM Vladimir Liberzon GM Yair Kradman MI Roman Dzindzichashvili MI Leon Lederman MI Shimon Kagan Nathan Birnboim 2490 29,5
7 Svizzera Svizzera MI Warner Hug Andre Lombard Heinz Wirthensohn Andreas Huss Peter Hammer Roland Ott 2391 29
8 Canada Canada MI Peter Biyasias MI Lawrence Day GM Daniel Abraham Yanofsky MI Bruce Amos irwin Lipnowski MI Leon David Piasetsky 2428 28,5
9 Spagna Spagna GM Arturo Pomar Salamanca MI Juan Manuel Bellón López Ángel Martín González MI Antonio Medina García Francisco Javier Sanz Alonso Javier Ochoa de Echagüen 2399 28,5
10 Colombia Colombia MI Carlos Enrique Cuartas Oscar Humbert Castro Rojas Juan Minaya Molano Gildardo García MI Boris De Greiff Marco Silva 2365 28

Torneo femminile[modifica | modifica wikitesto]

Al torneo femminile parteciparono 23 squadre, per la prima volta composte da quattro giocatrici, di cui una riserva. Le squadre furono divise in quattro gironi preliminari, e quindi in tre finali diverse.

Nella tabella seguente sono elencati i gruppi in cui vennero divise le squadre. In grassetto sono evidenziate le squadre qualificate alla finale A, in corsivo quelle qualificate alla finale B.

Gruppo 1 Gruppo 2 Gruppo 3 Gruppo 4
Argentina Argentina Canada Canada Francia Francia Filippine Filippine
Australia Australia Danimarca Danimarca Inghilterra Inghilterra bandiera Germania Ovest
Austria Austria Finlandia Finlandia Italia Italia Irlanda Irlanda
Colombia Colombia Galles Galles Nuova Zelanda Nuova Zelanda Scozia Scozia
Israele Israele Giappone Giappone Spagna Spagna Stati Uniti Stati Uniti
Paesi Bassi Paesi Bassi Svezia Svezia Svizzera Svizzera

Risultati assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Scacchiere Elo[2] Punti
Prima Seconda Terza Quarta (riserva)
Finale A
Gold medal.svg Israele Israele MIF[5] Alla Kushnir Luba Kristol Olga Podrazhanskaya Lea Nudelman 2182 17
Silver medal.svg Inghilterra Inghilterra Jana Hartston Sheila Jackson MIF Elaine Pritchard Susan Caldwell 2115 11,5
Bronze medal.svg Spagna Spagna Pepita Ferrer Lucas Nieves García María del Pino García Padrón Teresa Canela 1890 11,5
4 Stati Uniti Stati Uniti Diane Savereide Rachel Crotto Ruth Hertstein Ruth Orton 2112 10,5
5 Paesi Bassi Paesi Bassi Alexandra Van der Mije Corry Vreeken Erika Belle Ada Van der Giessen 2182 9,5
6 bandiera Germania Ovest Anni Laakmann Hennelore Weichert Thea Prill-Gasseman Ursula Wasnetsky 2070 9
7 Australia Australia Marion McGrath Narelle Kellner Lynda Pope Cathy Depasquale 1958 8,5
8 Danimarca Danimarca Nina Høiberg Merete Haahr MIF Ingrid Larsen 1917 6,5
Finale B
9 Canada Canada Smilja Vujosevic Nava Shterenberg Angela Day M. Williams 1907 13,5
10 Italia Italia Rita Gramignani Barbara Pernici Anna Merciai D. Romano 1800 12
11 Argentina Argentina Julia Arias Edith Soppe Matilde Cazón A. Tadei 1800 11,5
Finale C
17 Svizzera Svizzera Anna Näpfer Vanda Veprek Carla Wettstein M. Ludwig 1875 12
18 Austria Austria Alfreda Hausner Margit Hennings Ingeborg Kattinger Wilma Samt 1940 12
19 Svezia Svezia Jolanta Dahlin Ingrid Svensson Connie Svantesson Ulla Bohmgren 2012 11,5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunemente chiamato maschile, era in realtà aperto a giocatori di entrambi i sessi.
  2. ^ a b Media dei quattro giocatori con elo più alto.
  3. ^ Grande maestro
  4. ^ Maestro Internazionale
  5. ^ Maestro Internazionale Femminile

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi