Mokuba Kaiba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mokuba Kaiba
Mokuba Kaiba.png
Universo Yu-Gi-Oh!
Nome orig. 海馬 モクバ (Kaiba Mokuba)
Lingua orig. Giapponese
Autore Kazuki Takahashi
Editore Shueisha
1ª app. 1996
1ª app. in Weekly Shonen Jump
Editore it. Panini Comics
app. it. 2003
Voci orig.
Voci italiane
Specie Umana
Sesso Maschio
Etnia Giapponese
Luogo di nascita Domino
Data di nascita 7 luglio

Mokuba Kaiba (海馬 モクバ Kaiba Mokuba?) è uno dei personaggi principali del manga Yu-Gi-Oh!, dell'omonima serie anime del 1998 e di quella del 2000. Compare anche in Yu-Gi-Oh! GX.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Mokuba è il fratello minore di Seto Kaiba, con il quale ha un profondo legame. Ragazzino in gamba, è vicepresidente della Kaiba Corporation, diretta da Seto da quando la sottrasse al patrigno, Gozaburo.

Creazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel manga e nella prima stagione dell'anime, quella del 1998, Mokuba è crudele quanto Seto, fino a quando viene battuto da Yami Yugi e quasi sacrificato dal fratello; decide allora di cambiare, diviene più gentile, onesto. Nella serie televisiva prodotta a partire dal 2000, invece, il ragazzino non ha una personalità violenta.

Nella serie anime del 1998, Mokuba ha i capelli verde-blu con ciocche lucide di un verde chiaro, ed occhi color verde acqua. Nelle stagioni prodotte dal 2000, invece, la chioma del personaggio è nera e di un viola lucido; viola sono anche le iridi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Nel manga, e poi nell'anime del 1998, Mokuba è un abile giocatore di Capsule Monsters, un gioco di strategia basato su creature nascoste in piccole sfere di vario livello. Nella sfida contro Yugi, manomette la macchinetta da cui escono le sfere dell'avversario affinché quello riceva esclusivamente mostri di livello basso; tuttavia, Yugi riesce ad ottenere la vittoria.

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Il Regno dei Duellanti[modifica | modifica wikitesto]

La Città dei Duelli[modifica | modifica wikitesto]

Il dirigibile[modifica | modifica wikitesto]

Mondo virtuale[modifica | modifica wikitesto]

La Torre dei Duelli[modifica | modifica wikitesto]

Il risveglio dei draghi[modifica | modifica wikitesto]

Le creature del Duel Monsters invadono la città di Domino, e la gente ne attribuisce la colpa alla Kaiba Corporation. Mokuba e Seto scoprono che qualcuno sta acquistando le azioni dell'azienda. È Pegasus, che contatta il più grande. Anche la sua società è ritenuta, dall'opinione pubblica, responsabile dell'enigmatico fenomeno. L'uomo propone a Seto di riscattare le loro immagini con un duello; se quello non accetterà, egli acquisterà le rimanenti azioni della Kaiba Corporation, assumendo, di conseguenza, la proprietà dell'azienda. Il fratello di Mokuba aveva promesso al ragazzino di non duellare fino al compimento del progetto Kaiba Land, una catena di parchi giochi, ma è costretto ad assecondare Pegasus. I due Kaiba partono perciò per il Regno dei Duellanti. Nel corso della sfida, quello di Pegasus si rivela essere un travestimento di Alister. Quest'ultimo gioca la carta magia del Sigillo di Orichalcos, che isola gli opponenti al suo interno ed assorbe l'anima del perdente, per cui Mokuba assiste al combattimento fuori dal cerchio magico. Alister racconta che, bambino in tempi di guerra, rimase solo con il fratello minore, fino a quando anche quello scomparve (rimase ucciso nella versione originale dell'anime); Alister scoprì che dietro a tutto ciò c'era Gozaburo Kaiba. Il ragazzo desidera vendicarsi di Seto, figlio di Gozaburo, nonché attuale presidente della Kaiba Corporation. Mokuba difende il fratello, cercando di far capire al nemico che Seto non c'entra nulla con quanto è accaduto, che anzi, consapevole della crudeltà di Gozaburo, sottrasse al patrigno la società, che da bellica si trasformò in un'azienda di giochi. Il duello termina in parità, per cui il Sigillo di Orichalcos non ruba alcun'anima.

Mokuba si reca poi all'Industrial Illusion, in California, con Seto, volenteroso di vedere il vero Pegasus per chiedergli informazioni sulla sua nuova, misteriosa carta, Zanna di Critias. Qui, i fratelli Kaiba incontrano Yugi, Joey, Tea, Tristan, Duke, ed apprendono che l'anima di Pegasus è stata assorbita dal Sigillo di Orichalcos. Un ologramma dell'uomo rivela che le creature del Duel Monsters esistevano, prima che nell'antico Egitto, già nel regno perduto di Atlantide; dietro l'invasione del mondo da parte dei mostri, Dartz, da sempre in possesso di un potere che lo rende invincibile. Egli ruba le anime per risvegliare il Grande Leviathan, feroce belva risalente all'epoca della civiltà atlantica. Insieme allo scettico fratello, Mokuba torna alla Kaiba Corporation.

Qualcuno continua ad acquistare le azioni della Kaiba Corporation; Seto rimane convinto che si tratti di Pegasus, il quale ha sempre voluto impossessarsi della sua società, ma Mokuba sospetta che, dietro tutto ciò, possa esserci Alister.

Mokuba e Seto sono in viaggio per la Florida, dove è depositata una copia delle iscrizioni contenenti la storia di Atlantide, rinvenute dal professor Arthur Hopkins in fondo all'oceano e distrutte dai nemici. Alister prende il comando dell'aereo, e sfida Seto a duello. Presto gioca il Sigillo di Orichalcos, dalla cui forza Mokuba viene scaraventato via. Seto ha una visione, in cui incontra tre bambini, nascosti in periodo di guerra; uno di loro somiglia a Mokuba, e con lui Seto esce per recuperare dei viveri. Il ragazzo apprende dal piccolo che la Kaiba Corporation porta via chi si rifiuta di abbandonare la propria casa; il rifugio dei tre bambini viene distrutto, e, quando si gira verso il ragazzino dalla somiglianza con Mokuba, Seto si accorge che anche lui è scomparso. Alister rivela all'avversario che quelli della visione erano i suoi amici d'infanzia. Intanto, l'aereo, su cui Alister aveva inserito il pilota automatico, rischia di precipitare, e Mokuba cerca di salvare la situazione, mentre Seto si preoccupa per lui.

Mokuba, Seto, il Faraone ed i suoi amici vengono in possesso della copia delle iscrizioni su Atlantide. Grazie all'elaboratore centrale della Kaiba Corporation, riescono ad ottenere l'ingrandimento dell'immagine: essa parla del risveglio di un serpente nero e della rinascita di un paradiso, che il professor Hopkins pensa possa essere Atlantide; inoltre, Seto riconosce in un simbolo, lo stesso del Sigillo di Orichalcos, lo stemma della Paradias, una misteriosa compagnia finanziaria che ha azioni in tutte le società, presieduta da Dartz. Mokuba va con il fratello a cercare la sede della Paradias per riprendere la Kaiba Corporation, superando i Soldati di Atlantide che hanno invaso la città.

Dalla sede della Paradias, Mokuba e gli altri si recano presso il covo di Dartz, dove il piccolo Kaiba assiste al duello del Faraone e Seto contro il nemico ed alla sconfitta del fratello, che perde l'anima. Può ritornare con il parente alla sua vita normale dopo la sconfitta di Dartz ed il crollo del covo dell'ultimo.

Grand Championship[modifica | modifica wikitesto]

Mokuba raggiunge Yugi ed i suoi amici in Florida. Propone di dare loro un passaggio verso casa a bordo di un aereo della Kaiba Corporation, ma, in cambio, essi dovranno partecipare al torneo organizzato da Seto, per il quale ricevono dal vicepresidente dell'azienda un biglietto d'invito.

Mokuba mostra a Yugi, Joey e compagni, ospiti speciali, la nuova catena di parco giochi della Kaiba Corporation, Kaiba Land. Insieme agli altri, resta intrappolato nell'arena in cui i duellanti si allenano contro un computer, lasciando preoccupato Seto. Il sistema è stato sabotato da Siegfried, giovane uomo in cerca di vendetta. Per poter uscire, Mokuba deve sperare che Yugi batta il computer.

Durante il duello che Seto, non partecipante alla competizione, ha accettato di sostenere contro Siegfried, Mokuba scopre che il secondo vuole vendicarsi del primo, il quale gli avrebbe rubato l'idea degli ologrammi delle creature per il Duel Monsters; in realtà, Seto non ha sottratto alcun progetto all'avversario.

Nel corso del duello tra il vincitore del torneo, Leon, ed il Re dei Giochi, Yugi, Mokuba e gli altri vengono a sapere che Leon è il fratello minore di Siegfried, il quale lo sta sfruttando per i suoi scopi.

Le memorie del Faraone[modifica | modifica wikitesto]

A bordo di un aereo della Kaiba Corporation, Mokuba si reca al Cairo insieme ad alcuni dipendenti dell'azienda per cercare Seto, partito senza avvisarlo. Dinnanzi al ragazzino, si apre uno squarcio nel cielo, da cui il piccolo Kaiba assiste alla battaglia tra il Drago Finale Occhi Blu del fratello e Zork l'Oscuro.

Mokuba è lieto di rivedere Seto, tornato dal mondo dei ricordi del Faraone con Yugi ed i suoi amici. Insieme a Joey e gli altri, i fratelli Kaiba assistono al duello rituale tra il sovrano egizio ed il suo alter ego, Yugi, ed alla scomparsa del primo al di là della porta che conduce nel regno degli spiriti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga