Velociraptor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo album dei Kasabian, vedi Velociraptor!.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Velociraptor
Stato di conservazione: Fossile
Velociraptor dinoguy2.jpg

Confronto dimensioni con un essere umano

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Tetanurae
Famiglia Dromaeosauridae Maniraptora
Sottofamiglia Velociraptorinae
Genere Velociraptor
Nomenclatura binomiale
Velociraptor mongoliensis
Henry Fairfield Osborn, 1924
Specie

Velociraptor (Rapace veloce - OSBORN, 1924) è un genere estinto di dinosauri carnivori, descritto da H.F.Osborn nel 1924. Queste forme sono datate intorno ai 75-71 Ma[1], verso la fine del Periodo Cretaceo.[2]. Il Velociraptor viene classificato come appartenente alla famiglia dei Dromaeosauridi; a tale genere appartengono due specie Velociraptor mongoliensis del quale sono stati ritrovati fossili in Mongolia e Velociraptor osmolskae, noto da reperti craniali rinvenuti nella regione della Mongolia Interna (Cina). Velociraptor, come tutti i dromaeosauridi, viene inserito dalla maggior parte dei ricercatori entro il gruppo Maniraptora[3]. Come gli altri rappresentanti di questo gruppo, Velociraptor è ritenuto dotato di piumaggio[4]; a sostegno di questa ipotesi vi sono alcune evidenze paleontologiche indirette[5][6]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il tipico artiglio a falcetto che contraddistingue i dromaeosauridi

I ritrovamenti fossili permettono di stimare le dimensioni medie delle forme adulte in 2,50 metri in lunghezza e 0,5 metri di altezza all'anca; in studi di tipo biometrico viene avanzata l'ipotesi che gli adulti di Velociraptor potessero raggiungere il peso di 15 kg[7].

Il cranio, lungo e basso con muso appiattito lateralmente, misura circa 25 cm di lunghezza e presenta un'unica curvatura superiore[8]. Si presenta concavo nella parte superiore della volta cranica e convesso in quella inferiore. Le mascelle dei reperti presentano fra i 26 ed i 28 denti, in unica fila, estesamente spaziati su ogni lato, e nella parte posteriore presentano una zigrinatura marcata: si suppone che ciò rappresenti un particolare adattamento il quale permetteva all'animale di afferrare rapidamente e trattenere la preda[8][9].

Velociraptor presenta un bacino saurischio[10] e viene inserito nella famiglia Maniraptora, come, per citare altri esempi, Deinonychus e Troodon. In proporzione al corpo la coda risulta estremamente lunga e caratterizzata da vertebre appiattite: la coda era probabilmente sostenuta e mantenuta rigida (analogamente ad altri casi documentati in dinosauri corridori) da fasci di tendini più che da una muscolatura potente, e serviva all'animale per bilanciarsi nella deambulazione e nella corsa.

Il Velociraptor presenta un particolare elemento carpale, simile per morfologia e flessibilità a quello dell'ala degli uccelli di tipo moderno, che consentiva il movimento dell'arto anteriore non solo dall'alto verso il basso ma anche lateralmente: tale articolazione e la presenza del piumaggio hanno generato l'ipotesi di una possibile parentela fra questo gruppo e gli uccelli[11], condizione peculiare del gruppo "Maniraptora"; Il secondo dito della mano risulta essere il più lungo mentre il primo è il più corto.

Il Velociraptor era bipede; Il corpo tarsale presenta un primo dito del piede di piccole dimensioni, e mentre la maggior parte dei theropodi aveva piedi con tre dita a contatto con il terreno. Velociraptor, come gli altri Dromaeosauridi, camminava su due dita, in particolare sul terzo ed quarto dito, i quali sostenevano il peso dell'animale[12]. Il secondo dito del piede, non coinvolto nell'attività deambulatoria, risulta estremamente diversificato, fortemente arcuato e uncinato al suo apice, e presenta un artiglio a forma di falcetto relativamente grande: tale struttura, che l'animale nella normale deambulazione portava sollevata, non a contatto con il terreno, è una tipica caratteristica dei dromeosauridi. Gli artigli ritrovati misurano mediamente 6,5 cm, e l'orlo esterno presenta una profilatura atta alla lacerazione di una preda[13].

Dinosauri combattenti[modifica | modifica sorgente]

Scheletri di Velociraptor e Protoceratops, fotografati al Museo Americano di Storia Naturale a New York
Ricostruzione artistica della possibile morte dei due dinosauri combattenti

Con il termine "dinosauri combattenti" viene generalmente indicato un reperto costituito da due fossili di dinosauri risalenti a circa 80 milioni di anni fa, avvinghiati fra loro in quello che si ritiene una sorta "abbraccio mortale" in conseguenza della reciproca uccisione dei due esemplari in combattimento. Il ritrovamento risale al 1971 quando nel Deserto di Gobi una spedizione polacco-mongola effettuò questa scoperta: il reperto è composto da un fossile di Protoceratops (dinosauro vegetariano) che sembra mordere l'arto superiore destro del fossile di Velociraptor, mentre l'artiglio a falcetto della zampa posteriore del predatore appare affondato nella gola del protoceratopo. La qualità e la completezza dei due fossili, unita alla posizione dei reperti, ha dato luogo a svariate interpretazioni sulla loro morte: l'ipotesi maggiormente accreditata suppone che i due siano morti soffocati, sorpresi da un'improvvisa tempesta di sabbia mentre stavano lottando (oppure che si siano uccisi a vicenda nello scontro) e siano rimasti conservati nella posizione di lotta fino a giungere ai nostri giorni. Entrambi sono attualmente conservati presso l'Istituto di Geologia dell'Accademia delle Scienze della Mongolia a Ulan Bator, nell'esatta posizione in cui sono stati rinvenuti[14].

Ritrovamenti[modifica | modifica sorgente]

Velociraptor fossilizzato nell'atto di predare un Protoceratops

La prima e maggiormente studiata specie di questo genere è stata denominata Velociraptor mongoliensis, gli unici fossili completi ritrovati appartenenti al genere Velociraptor appartengo a tale specie, la quale costituisce la maggior fonte di informazione riguardo questi dinosauri; I principali ritrovamenti sono venuti alla luce nella formazione di Djadochta nella provincia del Ômnôgov' in Mongolia, nella zona cinese della Mongolia Interna e, sempre in Mongolia, nella formazione Barun Goyot[15] Secondo gli studi tali formazioni geologiche risalgono al Campaniano (da 83 a 70 milioni di anni fa)[16] del Cretaceo superiore[17]; L'esemplare tipo della specie (olotipo) fu scoperto nell'area chiamata Flaming cliffs (conosciuta anche come Bayanzag), mentre i due dinosauri combattenti furono rinvenuti nella località di Tugrig (o Tugrugeen Shireh).

Filogenesi[modifica | modifica sorgente]

Cladogramma dei rapporti di parentela filogenetici del genere Velociraptor secondo le analisi paleontologiche di Nicholas Longrich e di Philip J. Currie del 2009:

Dromaeosauridae

Mahakala


†Unenlagiinae

Rahonavis


unnamed

Unenlagia



Unenlagia paynemili (?)



Neuquenraptor



Austroraptor



Buitreraptor




unnamed
†Microraptorinae

Microraptor



Shanag



Graciliraptor



Sinornithosaurus



Hesperonychus



Eudromaeosauria
Saurornitholestinae

Saurornitholestes



Atrociraptor



Bambiraptor



unnamed

Deinonychus


unnamed
Velociraptorinae
unnamed

Velociraptor Velociraptor dinoguy2.jpg



Itemirus



unnamed

Adasaurus



Tsaagan



Linheraptor




Dromaeosaurinae

Dromaeosaurus



Utahraptor



Achillobator









Ipotesi filogenetica non cladistica[modifica | modifica sorgente]

Cladogramma secondo la ricostruzione filogenetica non cladistica di Jacques Gauthier (1986), Thomas R. Holtz (1994) rielaborata da Zanno nel 2009[18]:

Maniraptora

Ornitholestes
Ornitholestes BW.jpg


unnamed

Therizinosauria
Nothronychus BW2.jpg


unnamed

Alvarezsauridae
Shuvuuia.jpg


Aviremigia

Oviraptorosauria
Gigantoraptor BW.jpg


Paraves

Avialae
Ichthyornis BW.jpg


Deinonychosauria

Troodontidae
Zanabazar.jpg


DromaeosauridaeUtahraptor BW.jpg

Dromaeosaurinae Matthew; Brown (1922)


Velociraptorinae

Adasaurus



Balaur



Deinonychus
Deinonychus BW.jpg



Itemirus?



Linheraptor



Nuthetes



Tsaagan



†Velociraptor
Velociraptor dinoguy2.jpg




Saurornitholestinae Longrich; Currie (2009)



Unenlagiinae Makovicky (2005)










Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ovvero milioni di anni fa.
  2. ^ Pascal Godefroit, Philip J. Currie, Li Hong, Shang Chang Yong, Dong Zhi-Ming, A new species of Velociraptor (Dinosauria: Dromaeosauridae) from the Upper Cretaceous of northern China in Journal of Vertebrate Paleontology, vol. 28, giugno 2008, pp. 432–438. DOI:10.1671/0272-4634(2008)28[432:ANSOVD]2.0.CO;2.
  3. ^ Gauthier, J. A.(1986) Saurischian monophyly and the origin of birds, in Padian, K., The Origin of Birds and the Evolution of Flight - Memoirs of the California Academy of Sciences, 8, California Academy of Sciences, pp. 1-55. ISBN 9780940228146.
  4. ^ I dinosauri appartenenti allo stesso gruppo di Velociraptor (Maniraptora), nell'ultimo decennio sono comunemente ricostruiti come dotati di piumaggio, in seguito ai celebri ritrovamenti cretacei della Cina nord-orientale (prov. di Liaoning) di piccoli dinosauri carnivori piumati riferibili al gruppo in questione
  5. ^ Secondo A. Turner (2007), alcuni reperti di impronte ossee sarebbero interpretabili come tracce dell'attaccatura del calamo di penne o piume, il che sembrerebbe confermare la presenza di un piumaggio.
  6. ^ Alan H. Turner, Peter J. Makovicky, Mark A. Norell, Feather Quill Knobs in the Dinosaur Velociraptor in Science, vol. 317, n. 5845, 21 September 2007, p. 1721. DOI: 10.1126/science.1145076.
  7. ^ Paul G.S., The small predatory dinosaurs of the mid-Mesozoic: the homed theropods of the Morrison and Great Oolite - Ornitholestes and Proceratosaurus - and the sickle-claw theropods of the Cloverly, Djadokhta and Judith River - Deinonychus, Velociraptor and Saurornitholestes in Hunteria, vol. 2, 1988, pp. 1-9.
  8. ^ a b Barsbold Rinchen, Osmdlska Halszka, The skull of Velociraptor (Theropoda) from the Late Cretaceous of Mongolia in Acta Palaeontologica Polonica, vol. 44, n. 2, 1999, pp. 189-219. URL consultato l'11 novembre 2010.
  9. ^ Osborn, Henry F., Three new Theropoda, Protoceratops zone, central Mongolia in American Museum Novitates, vol. 144, 1924, pp. 1–12.
  10. ^ con morfologia affine a quella delle lucertole.
  11. ^ Paul, Gregory S., Dinosaurs of the Air: The Evolution and Loss of Flight in Dinosaurs and Birds, Baltimore: Johns Hopkins University Press, 2002. ISBN 978-0801867637.
  12. ^ Norell, Mark A.; Makovicky, Peter J., Important features of the dromaeosaurid skeleton II: information from newly collected specimens of Velociraptor mongoliensis in American Museum Novitates, vol. 3282, 1999, pp. 1-45.
  13. ^ Barsbold, Rinchen, Carnivorous dinosaurs from the Cretaceous of Mongolia in Transactions of the Joint Soviet-Mongolian Paleontological Expedition, vol. 19, 1983, pp. 5–119.
  14. ^ Fabio M. Dalla Vecchia (2007) Velociraptor-ritratti di dinosauri- Jaca Book ISBN 8816573023
  15. ^ Weishampel, D.B., Barrett, P.M., Coria, R.A., Le Loueff, J., Xu X., Zhao X., Sahni, A., Gomani, E.M.P., & Noto, C.N. 2004. Dinosaur distribution. In: Weishampel, D.B., Dodson, P., & Osmólska, H. (Eds.). The Dinosauria (2nd Edition). Berkeley: University of California Press. Pp. 517-606.
  16. ^ Gradstein, F.M. & 38 others. 2004. A Geologic Time Scale 2004. Cambridge: Cambridge University Press. 500pp.
  17. ^ Jerzykiewicz, T. & Russell, D.A. 1991. Late Mesozoic stratigraphy and vertebrates of the Gobi Basin. Cretaceous Research 12(4): 345-377.
  18. ^ Zanno, L.E., Gillette, D.D., Albright, L.B., and Titus, A.L. (2009). A new North American therizinosaurid and the role of herbivory in 'predatory' dinosaur evolution Proceedings of the Royal Society B, Published online before print July 15, 2009, doi: 10.1098/rspb.2009.1029.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]