Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Yu-Gi-Oh! GX

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yu-Gi-Oh! GX
遊☆戯☆王デュエルモンスターズGX
(Yūgiō Dyueru Monsutāzu Jī Ekkusu)
Yu-Gi-Oh! GX logo.jpg
Logo della serie televisiva
serie TV anime
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Junki Takegami
Regia Hatsuki Tsuji
Char. design Ken'ichi Hara
Dir. artistica Junichiro Nishikawa
Musiche Yutaka Minobe
Studio Gallop
Rete TV Tokyo
1ª TV 6 ottobre 2004 – 26 marzo 2008
Episodi 180 (completa)
Durata ep. 30 min
Reti it. Italia 1, Boing, Hiro
1ª TV it. 15 maggio 2006 – 7 luglio 2010
Episodi it. 180 (completa)
Durata ep. it. 25'
Cronologia
  1. Yu-Gi-Oh! Duel Monsters
  2. Yu-Gi-Oh! GX
  3. Yu-Gi-Oh! 5D's
Yu-Gi-Oh! GX
遊☆戯☆王デュエルモンスターズGX
(Yūgiō Dyueru Monsutāzu Jī Ekkusu)
manga
Autore Naoyuki Kageyama
Editore Shueisha
Rivista V-Jump
Target shōnen
1ª edizione 17 dicembre 2005
Tankōbon 9 (in corso)
Generi azione, fantasy
Cronologia
  1. Yu-Gi-Oh! (manga)
  2. Yu-Gi-Oh! GX
  3. Yu-Gi-Oh! 5D's

Yu-Gi-Oh! GX, conosciuto in patria come Yu-Gi-Oh! Duel Monsters GX (遊☆戯☆王デュエルモンスターズGX Yūgiō Dyueru Monsutāzu Jī Ekkusu?), è un anime giapponese, il secondo del franchise Yu-Gi-Oh!. È andato in onda in Giappone per la prima volta il 6 ottobre 2004 sulla TV Tokyo, raggiungendo la conclusione dopo 180 episodi il 23 marzo 2008. A partire dal dicembre 2005 la serie è stata anche trasposta in manga sul V-Jump della Shueisha, raggiungendo gli attuali 5 tankoubon, l'ultimo dei quali è uscito nel maggio 2009.

Yu-Gi-Oh! GX segue le avventure di Jaden Yuki (Judai Yuki nella versione originale giapponese) e dei suoi compagni mentre frequenta l'Accademia del duellante.

Le prime tre stagioni (composte dai primi 155 episodi) sono arrivante in Italia passando per gli Stati Uniti d'America, dove la 4Kids Entertainment ha notevolmente rimaneggiato gli episodi con censure e modifiche varie nel video, nei dialoghi e nelle musiche, e di conseguenza anche l'edizione italiana segue quella statunitense; invece per l'adattamento italiano della quarta stagione, trasmessa interamente solo sul canale a pagamento Hiro di Mediaset Premium, sono stati usati i master originali giapponesi, censurati solo parzialmente da Mediaset, dato che quest'ultima serie è tuttora inedita negli Stati Uniti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo immaginario di Yu-Gi-Oh!, c'è un gioco di carte molto conosciuto che si chiama Duel Monsters ed è stato creato da Maximillion Pegasus (Pegasus J. Crawford). Il giocatore, chiamato "duellante", evoca mostri e attiva magie e trappole attraverso la tecnologia del Duel Disk per mettere in atto varie strategie per sconfiggere l'avversario nel duello. Un duello inizia con l'assegnazione ad ognuno dei contendenti di un totale di 4000 o 8000 life points, che può essere diminuito dagli attacchi dei mostri dell'avversario o dalle abilità speciali delle singole carte. L'obiettivo è di ridurre a zero i life points dell'altro contendente e quindi essere dichiarato il vincitore. Sebbene concepito come un semplice gioco di carte, le radici del Duel Monsters affondano nella mitologia, e molti vogliono carpirne i mistici segreti per i propri interessi personali.

Yu-Gi-Oh! GX inizia dieci anni dopo gli eventi di Yu-Gi-Oh!, con il protagonista, Judai Yūki (Jaden Yuki), che ottiene la carta Kuriboh Alato da Yugi Mutou, il famoso campione di Duel Monsters, mentre si reca all'esame di ammissione dell'Accademia del Duellante o Duel Academia (デュエル・アカデミア Dyueru Akademia?).

Per i primi due anni all'Accademia del Duellante, i personaggi principali affrontano i più svariati pericoli, inclusi i Cavalieri delle Ombre, che vogliono riportare in vita le Bestie Sacre tramando per ottenere una forte concentrazione di duelli nell'isola, come anche la Società della Luce, che intende schiavizzare l'umanità attraverso il controllo della mente operato con un satellite di proprietà del regno di Misgarth.

L'Accademia era stata creata da Seto Kaiba su una sperduta isola nei mari del Sud, con i suoi dormitori chiamati con i nomi delle carte delle Tre Divinità Egizie, e gestita dal Cancelliere Samejima (Sheppard) e dal suo staff. Il dormitorio più sfarzoso, l'Obelisk Blu (オベリスク・ブルー Oberisuku Burū?), prende il nome da Obelisco del Tiranno. Questo dormitorio può essere raggiunto con le promozioni scolastiche, ma il solo modo per entrarvi al primo anno è di esser stato iscritto e aver fatto bene in una scuola elementare affiliata (solo nella versione inglese). In quanto miglior alloggio studentesco, le strutture dell'Obelisk Blu sono di qualità elevatissima, paragonabili ai migliori hotel e ristoranti del pianeta. Il dormitorio centrale, il Ra Giallo (ラー・イェロー Rā Ierō?), prende il nome dal Drago Alato di Ra. Chi ha ottenuto i punteggi più alti all'esame di ammissione, o si è comportato mediocremente durante la scuola elementare verrà assegnato a questi alloggi che, sebbene non eccezionali come l'Obelisk Blu, sono molto puliti e hanno strutture ben mantenute e vitto di una qualità molto distante da quella che si può permettere una persona con uno stipendio nella media. Il dormitorio più scadente, lo Slifer Rosso o Osiris Red (オシリス・レッド Oshirisu Reddo?), prende il nome da Slifer Drago del Cielo. Chi ha fallito completamente l'esame o ha riportato punteggi molto bassi è destinato a questi alloggi scadenti.

Ci sono altre quattro succursali dell'Accademia del Duellante, nel Nord, nell'Est, nel Sud e nell'Ovest, anche se nell'anime è stata fatta vedere solo quella del Nord.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Yu-Gi-Oh! GX.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Yu-Gi-Oh! GX (遊☆戯☆王GX Yūgiō Jī Ekkusu?) è un adattamento manga della serie animata Yu-Gi-Oh! Duel Monsters GX, scritto da Naoyuki Kageyama. L'autore della serie originale, Kazuki Takahashi, ha lavorato come supervisore della storia. La serie è stato prodotta in associazione a Brain Navi.

Yu-Gi-Oh! GX viene pubblicato in Giappone dalla casa editrice Shūeisha, sulla rivista V-Jump, e passò al formato tankōbon il 17 dicembre 2005.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Yu-Gi-Oh! GX.

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche di seguito presentate sono quelle dell'anime giapponese, in quanto l'unica sigla utilizzata finora in Italia è la canzone Yu-Gi-Oh! GX, cantata da Giorgio Vanni.

Opening
  1. "Kaisei Jōshō Harerūya" (快晴・上昇・ハレルーヤ? lett. "Fine Weather Rising Hallelujah") dei Jindō (Episodi 1-33)
  2. "99%" dei Bowl (Episodi 34-104)
  3. "Teardrop" (ティアドロップ?) dei Bowl (Episodi 105-156)
  4. "Precious Time, Glory Days" degli Psychic Lover (Episodi 157-180)
Ending
  1. "Genkai Battle" (限界バトル? lett. "Borderline Battle") dei JAM Project (Episodi 1-33)
  2. "Wake Up Your Heart" di Kenn e The NaB's (Episodi 34-104)
  3. "Taiyō" (太陽? "Sun") dei Bite the Lung (Episodi 105-156)
  4. "Endless Dream" di Hiroshi Kitadani (Episodi 157-180)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mentre per la prima, la seconda e la terza stagione, è stata usata la versione statunitense censurata della 4Kids, per la quarta stagione, è stata usata la versione originale giapponese con censura parziale fatta dalla Mediaset

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga