Luis Scola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luis Scola
Luisscola.jpg
Luis Scola (a destra) con la maglia dei Phoenix Suns
Nome Luis Alberto Scola Balvoa
Nazionalità Argentina Argentina
Spagna Spagna
Altezza 206 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra Shanxi Zhongyu
Carriera
Squadre di club
1995-1998Ferro Carril Oeste
1999-2000Gijón 34 (503)
2000-2007Saski Baskonia219 (3.476)
2007-2012Houston Rockets386 (5.597)
2012-2013Phoenix Suns 82 (1.048)
2013-2015Indiana Pacers 163 (1.389)
2015-2016Toronto Raptors 76 (664)
2016-2017Brooklyn Nets36 (184)
2017-Shanxi Zhongyu
Nazionale
2001Argentina Argentina U-21
1997Argentina Argentina U-22
1999-Argentina Argentina
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Atene 2004
Bronzo Pechino 2008
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Indianapolis 2002
Transparent.png Campionati Americani
Bronzo Porto Rico 1999
Oro Argentina 2001
Argento Porto Rico 2003
Argento Stati Uniti 2007
Bronzo Porto Rico 2009
Oro Argentina 2011
Bronzo Venezuela 2013
Argento Messico 2015
Argento Messico 2015
Argento Argentina 2017
Transparent.png Campionati Sudamericani
Argento Argentina 1999
Transparent.png Mondiali Under-21
Bronzo Giappone 2001
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 luglio 2017

Luis Alberto Scola Balvoa (Buenos Aires, 30 aprile 1980) è un cestista argentino con cittadinanza spagnola, di ruolo ala grande.

Con la Nazionale argentina, ha vinto il torneo olimpico di Atene 2004. In precedenza ha giocato nel TAU Cerámica, squadra dell'ACB spagnola, oltre che per 10 anni in NBA. Ha doppio passaporto, argentino e spagnolo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Argentina e Spagna (1995-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Scola ha cominciato a giocare nelle giovanili del Ferro Carril Oeste, squadra di Buenos Aires, debuttando in prima squadra nella stagione 1996-97. Nel 1998 si è trasferito in Spagna, al Cabitel Gijón, portandolo dalla seconda divisione alla massima serie. Nel 1999 ha firmato con il Tau Vitoria, rimanendo però a Gijón ancora un anno. Nel 2000 è finalmente andato a giocare nella squadra basca. In sette stagioni, con il TAU conquistò un campionato spagnolo e raggiunse per due volte le Final Four di Eurolega, affermandosi come uno dei più forti giocatori d'Europa.

NBA (2007-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il mancato arrivo agli Spurs (2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2005 i San Antonio Spurs (che avevano scelto Scola nel Draft 2002) tentarono di trovare un accordo con il TAU per portare Scola negli Stati Uniti. Inizialmente venne concordata una cifra di circa $ 15 milioni; in seguito la squadra spagnola chiese altri 3 milioni, il che rese molto difficile per Scola raggiungere il connazionale Emanuel Ginóbili in quel di San Antonio. Dopo il fallimento di questa trattativa, gli speroni misero sotto contratto un altro argentino, Fabricio Oberto.

Houston Rockets (2007-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 2007 i San Antonio Spurs fecero uno scambio con gli Houston Rockets: Jackie Butler ed i diritti per Scola andarono a Houston, in cambio di Vasilīs Spanoulīs (che venne svincolato poco dopo dagli "speroni"), una scelta al secondo giro del Draft NBA 2009 (sarà Nando De Colo) e contanti. Poco dopo Scola firmò un triennale con i Rockets di coach Adelman: percepì 9,5 milioni di dollari in tre anni,[1] contratto che verrà poi prolungato nel 2010 (5 anni a 47 milioni partendo dalla stagione successiva). Nei suoi cinque anni in Texas Scola fu sempre l'ala grande titolare dei razzi(eccetto nell'annata da rookie), dando un contributo costante ma non riuscendo a ottenere grandi soddisfazioni di squadra (nonostante la presenza di Yao Ming e Tracy McGrady); infatti pur avendo sempre un record positivo i Rockets accederanno ai playoff solo nelle prime due stagioni, passando il turno nella seconda, fermati ad una sola gara dalle Finali di Western Conference (sconfitta 4-3 dai futuri campioni NBA Lakers).

Phoenix Suns (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2012, dopo cinque stagioni in Texas (e con ancora due anni di contratto), Scola venne tagliato via amnesty clause dagli Houston Rockets, che con questa mossa cercarono di liberare spazio salariale per acquistare via trade il centro, in uscita dagli Orlando Magic, Dwight Howard (alla fine alla corte di McHale approderà invece Harden, mentre "Superman" arrivò come free-agent l'estate successiva) e firmò con i Phoenix Suns un triennale con cui percepì poco più di 13 milioni di dollari. A Phoenix Scola ritrovò Goran Dragić, suo compagno per un anno e mezzo a Houston. L'annata non fu eccezionale, né a livello individuale, né di squadra, nonostante Scola avesse comunque 12,8 punti di media, la squadra arrivò ultima a ovest con un record di 25 vittorie e 57 sconfitte

Indiana Pacers (2013-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 luglio 2013 Scola approdò ai Pacers in cambio di Gerald Green, Miles Plumlee ed una prima scelta al Draft.[2][3] Ad Indianapolis l'esperta ala argentina cerchò di dare il suo contributo in uscita dalla panchina, per la prima volta (a 33 anni) in una squadra dichiaramente in lotta per il titolo NBA. La squadra dopo essere arrivata prima nella graduatoria della Eastern Conference davanti ai Miami Heat di LeBron James, Dwyane Wade e Chris Bosh, nei playoffs si ritrovò in serie complicate contro gli Atlanta Hawks in cui i Pacers vinsero a gara-7 (4-3 dopo essere stati in svantaggio nelle serie per 3-2) e contro gli Washington Wizards in cui i Pacers vinsero a gara-6 (4-2). Dopo aver battuto Hawks e Wizards, la squadra di Indianapolis arrivò così alle finali dove sfidò i Miami Heat; gli Indiana Pacers diedero filo da torcere agli Heat venendo però sconfitti a gara-6.

La stagione successiva per la franchigia di Indianapolis dovette cambiare bruscamente i propri piani: in estate nel ritiro col team USA prima del Mondiale 2014 la stella dei Pacers Paul George subì una frattura a tibia e perone della gamba sinistra (che lo costrinse a stare fuori fino al 5 aprile 2015, giorno in cui George giocò contro i Miami Heat), e questo dece sì che Indiana dovesse passare dall'essere contender all'essere una squadra in lotta per i playoffs. Scola trovò molto più spazio nel quintetto base, tenendo 9,4 punti di media, ma senza far sì che la sua squadra riuscisse ad arrivare alla post-season in quanto arrivò nona a pari record con i Brooklyn Nets ottavi (ultimo posto utile per accedere ai playoffs) con un record di 38 vittorie e 44 sconfitte, che però in quanto ebbero il vantaggio negli scontri diretti sugli Indiana Pacers poterono accedere all'ottavo posto (e ai playoffs) a scapito della franchigia di Indianapolis.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 insieme alla sua nazionale vinse la medaglia d'oro ai Giochi olimpici estivi di Atene. L'Argentina divenne così la quarta nazione (dopo Stati Uniti, Jugoslavia e URSS) a vincere il titolo. Ha poi partecipato con la nazionale argentina ai Giochi della XXIX Olimpiade nel 2008 vincendo la medaglia di bronzo, ai Giochi della XXX Olimpiade nel 2012 e a quelli della XXXI Olimpiade nel 2016.

Statistiche NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Stagione PG PI MPG FG°/° 3P°/° FT°/° RPG APG SPG BPG PPG
2007-2008 Houston Rockets 82 39 24,7 51,5 0,0 66,8 6,4 1,2 0,7 0,2 10,3
2008-2009 Houston Rockets 82 82 30,3 53,1 0,0 76,0 8,8 1,5 0,8 0,1 12,7
2009-2010 Houston Rockets 82 82 32,6 51,4 20,0 77,9 8,6 2,1 0,8 0,3 16,2
2010-2011 Houston Rockets 74 74 32,6 50,4 0,0 73,8 8,2 2,5 0,6 0,6 18,3
2011-2012 Houston Rockets 66 66 31,3 49,1 0,0 77,3 6,5 2,1 0,5 0,4 15,5
2012-2013 Phoenix Suns 82 67 26,6 47,3 18,8 78,7 6,6 2,2 0,8 0,4 12,8
2013-2014 Indiana Pacers 82 2 17,1 47,0 14,3 72,8 4,8 1,0 0,3 0,2 7,6
2014-2015 Indiana Pacers 81 16 20,5 46,7 25,0 69,9 6,5 1,3 0,6 0,2 9,4
2015-2016 Toronto Raptors 76 76 21,5 45,0 40,4 72,6 4,7 0,9 0,6 0,4 8,7
2016-2017 Brooklyn Nets 36 1 12,8 47,0 34,0 67,6 3,9 1,0 0,4 0,1 5,1
Carriera 743 505 25,6 49,3 33,9 74,0 6,7 1,6 0,6 0,3 12,0

Playoffs[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG°/° 3P°/° FT°/° RPG APG SPG BPG PPG
2008 Houston Rockets 6 6 36,7 44,8 0,0 68,6 9,3 1,3 0,7 0,2 14,0
2009 Houston Rockets 13 13 32,6 49,4 0,0 67,3 8,4 1,8 0,5 0,2 14,4
2014 Indiana Pacers 17 0 13,9 46,5 33,3 59,1 2,5 0,5 0,4 0,2 6,1
2016 Toronto Raptors 11 9 12,7 25,8 19,0 72,7 1,6 0,6 0,3 0,0 2,5
Carriera 48 28 21,4 45,4 20,0 66,7 4,7 1,0 0,4 0,1 8,5

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Saski Baskonia: 2001-2002
Saski Baskonia: 2002, 2004, 2006
Saski Baskonia: 2005, 2006, 2007

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Med 1.png: Argentina 2001
Med 1.png: Argentina 2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Con il Saski Baskonia[modifica | modifica wikitesto]

2005, 2007
2005
  • Prima squadra Liga ACB: 4
2004, 2005, 2006, 2007
Saski Baskonia: 2005-2006, 2006-2007
Saski Baskonia: 2004-2005
  • MVP della Settimana di Eurolega (2004/05)
  • MVP del Mese di Eurolega (2006/07)

Con la Nazionale Argentina[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Former Spurs draft pick Scola signs with Rockets, in ESPN.com. URL consultato il 2 aprile 2017.
  2. ^ Pacers trade 2, first-round pick for Suns' Scola, in ESPN.com. URL consultato il 2 aprile 2017.
  3. ^ (EN) Pacers acquire Scola in three-player trade with Suns, in NBA.com. URL consultato il 2 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]