Dan Dickau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dan Dickau
Dickau.jpg
Dickau in azione con la maglia del Brose
Nome Daniel David Dickau
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Polonia Polonia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Allenatore
Ritirato 2010 - giocatore
2012 - allenatore
Carriera
Giovanili
Prairie High School
1997-1999 Wash. Huskies
2000-2002 Gonzaga Bulldogs
Squadre di club
2002-2004 Atlanta Hawks 73
2004 Portland T. Blazers 20
2004 Dallas Mavericks 4
2004-2005 N.O. Hornets 67
2005 Boston Celtics 19
2006-2007 Portland T. Blazers 50
2007-2008 L.A. Clippers 67
2008 Scandone 0
2009 Brose Bamberg 5
2010 F.W. Mad Ants 13
Nazionale
2001 Stati Uniti Stati Uniti
Carriera da allenatore
2011-2012 Portland T. Blazers (vice)
Palmarès
FISU International University Sport Federation.svg Universiadi
Bronzo Pechino 2001
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Daniel David "Dan" Dickau (Portland, 16 settembre 1978) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense con cittadinanza polacca.

Alto 183 cm, per 78 kg di peso, giocava come playmaker.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

College[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua carriera universitaria ha giocato per l'Università di Washington per poi trasferirsi all'Università di Gonzaga. Nel suo ultimo anno di università, è stato inserito nel primo quintetto degli All-American, una onorificenza che non era mai stata raggiunta prima da nessun giocatore di Gonzaga, neppure da John Stockton, il più famoso prodotto di quell'università e poi grandissimo giocatore per gli Utah Jazz nella NBA.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Dickau è stato 28ª scelta assoluta al primo giro del Draft NBA 2002 dei Sacramento Kings. Da allora è stato scambiato ben otto volte ed ha indossato varie maglie di squadre NBA. Più precisamente nella notte stessa del Draft 2002 è stato scambiato dai Sacramento Kings agli Atlanta Hawks, dove ha giocato dal 2002 al 2004. Successivamente ha militato per i Portland Trail Blazers, nei Dallas Mavericks, nei New Orleans Hornets, nei Boston Celtics, ancora a Portland ed infine nei Los Angeles Clippers.

Il 17 dicembre 2005, mentre giocava una partita con i Boston Celtics contro i Chicago Bulls, si è infortunato procurandosi la rottura del tendine di Achille. Nell'estate 2007 è stato scambiato da Portland ai New York Knicks nell'ambito della trade che ha portato Zach Randolph ai Knicks, ma Dickau è stato immediatamente tagliato dalla franchigia newyorkese. In seguito ha firmato un contratto con i Los Angeles Clippers. Complessivamente, ha giocato 300 partite nell'NBA con una media di 5,8 punti per partita, 1,4 rimbalzi, 2,5 assist per un utilizzo medio di 15,4 minuti per partita.

Il 10 luglio 2008 i Clippers rinunciano ai diritti su Dickau rilasciandolo così sul mercato come agente libero.

Serie A italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 firma per l'Air Avellino dopo essere stato inseguito dalla Virtus Bologna.

Fortemente voluto dal coach Zare Markovski, avrà la possibilità di confrontarsi con le migliori squadre europee nella massima competizione del Vecchio Continente dopo aver calpestato per anni i parquet più importanti d'Oltreoceano.

Il 29 settembre 2008 interrompe consensualmente il rapporto di collaborazione con la società[1].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dal momento che i suoi nonni sono di origine polacca, Dickau sembra interessato alla possibilità di militare nella nazionale di pallacanestro della Polonia. Nell'autunno del 2008 ottiene la cittadinanza polacca.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • NCAA AP All-America First Team (2002)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]