José Mauri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
José Mauri
Nazionalità Argentina Argentina
Italia Italia (2012-2015)
Altezza 169[1] cm
Peso 65[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Talleres (C)
Carriera
Giovanili
2009-2011Ferro Carril Oeste
2011-2013Parma
Squadre di club1
2013-2015Parma34 (2)
2015-2016Milan5 (0)
2016-2017Empoli15 (0)
2017-2019Milan6 (0)
2019-Talleres (C)2 (0)
Nazionale
2012Italia Italia U-162 (0)
2012Italia Italia U-176 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 gennaio 2019

José Agustin Mauri (Realicó, 16 maggio 1996) è un calciatore argentino con cittadinanza italiana, centrocampista del Talleres.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche suo fratello Juan Mauri è un calciatore. [2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca prevalentemente come mediano davanti alla difesa, ma può ricoprire anche altre posizioni a centrocampo. Ambidestro,[3] predilige gli inserimenti offensivi grazie ad una buona tecnica di base ed una discreta rapidità palla al piede.[4] Ha dichiarato d'ispirarsi a Javier Mascherano ed a Gennaro Gattuso.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Parma[modifica | modifica wikitesto]

Già nel 2009 Mauri era venuto in Italia per sostenere dei provini con il Brescia. In gialloblù inizia a giocare con i Giovanissimi Nazionali, ma alcuni problemi muscolari non gli permettono di rendere al massimo. È con gli Allievi, allenati da Cristiano Lucarelli, che esplode, mettendosi in luce nel 25º Memorial Marco Pozzi Casalgrande assieme ad Alberto Cerri e vincendo il campionato di categoria a fine stagione.[6] Il 26 gennaio 2014 ha esordito in Serie A nella gara vinta contro l'Udinese, entrando nei minuti finali al posto di Marco Marchionni.[7][8] Conclude la sua prima stagione da professionista totalizzando 3 presenze tra campionato e Coppa Italia.

Nella stagione successiva, debutta da titolare il 24 settembre 2014 contro la Roma, gara finita 2 a 1 per i giallorossi.[9] Il 29 settembre ha segnato il primo gol in Serie A, quello del temporaneo 0-1, nella partita poi persa 4-2 contro l'Udinese.[10][11] Segna il suo secondo gol stagionale nella partita casalinga contro la Juventus dell'11 aprile 2015, con un gran tiro piazzato all'angolo sinistro che decide la sfida in favore del Parma.[12]

Milan[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2015, svincolatosi dopo il fallimento del Parma, firma un contratto quadriennale con il Milan.[13] Sceglie la maglia numero 4, precedentemente indossata da Sulley Muntari. Esordisce con la società rossonera il 1º dicembre seguente, in occasione della partita di Coppa Italia vinta per 3-1 a San Siro contro il Crotone. Il debutto in campionato arriva il 13 marzo 2016, nella trasferta di Verona contro il Chievo conclusasi sul punteggio di 0-0.

Prestito all'Empoli[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2016 si trasferisce con la formula del prestito annuale all'Empoli.[14] Al termine della stagione (conclusa con la retrocessione in Serie B dei toscani) fa ritorno al Milan.

Ritorno al Milan[modifica | modifica wikitesto]

Ritornato al Milan, nella stagione 2017-2018 in Serie A esordisce alla prima giornata contro il Crotone, sua unica presenza in campionato. Successivamente gioca da titolare la gara di Europa League contro lo Škendija, esordendo nella competizione, e poi nella stessa competizione le gare contro HNK Rijeka e Ludogorets. Conclude la stagione con 4 presenze complessive.

La stagione successiva ritrova il campo il 20 settembre 2018 giocando da titolare in Europa League contro i lussemburghesi dell’F91 Dudelange.[15] Esordisce in campionato invece alla quattordicesima giornata contro il Parma (2-1 per i rossoneri), partendo dal primo minuto e venendo, a gara in corso, sostituito da Borini.[16] Al termine della stagione, dopo aver collezionato solo 7 presenze fra campionato ed Europa League, rimane svincolato.

Ritorno in Argentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 settembre 2019 torna a giocare in Argentina, firmando a parametro zero per il Talleres de Cordoba.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito con l'Under 17 di Daniele Zoratto nella gara contro i pari età israeliani il 12 settembre 2012.[17] Due giorni dopo ha siglato il suo primo gol contro la Germania.[18] Ha totalizzato sei presenze in Under-17, segnando due reti.

Il commissario tecnico Di Biagio lo convoca nell'Under 21 per la sfida dell'8 settembre 2015 contro la Slovenia per le qualificazioni all'europeo di categoria,[19] sfida in cui tuttavia il centrocampista non fa il proprio esordio fra gli azzurrini.

Nel mese successivo il giocatore rifiuta la convocazione di Alberico Evani per l'Under 20, in quanto manifesta la propria volontà di rappresentare definitivamente la nazionale argentina.[20][21]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Italia Parma A 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
2014-2015 A 33 2 CI 0 0 - - - - - - 33 2
Totale Parma 34 2 1 0 - - - - 35 2
2015-2016 Italia Milan A 5 0 CI 5 0 - - - - - - 10 0
2016-2017 Italia Empoli A 14 0 CI 1 0 - - - - - - 15 0
2017-2018 Italia Milan A 1 0 CI 0 0 UEL 3[22] 0 - - - 4 0
2018-2019 A 5 0 CI 0 0 UEL 2 0 SI - - 7 0
Totale Milan 11 0 5 0 5 0 - - 21 0
set.-dic. 2019 Argentina Talleres de Cordoba PD 2 0 CA 0 0 - - - - - - 2 0
Totale carriera 61 2 7 0 5 0 - - 73 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jose' Mauri, su legaseriea.it. URL consultato il 19 agosto 2017.
  2. ^ Il fratello di José Mauri: "Vado anche io al Milan. Ma poi mi daranno in prestito", su gazzetta.it, 8 luglio 2015.
  3. ^ Juventus su Mauri, Preiti a CM: 'È un predestinato, ma il Parma non lo cede, calciomercato.com, 1º marzo 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  4. ^ Fantacalcio 2014-15: Mauri del Parma, scommessa a basso costo, gazzetta.it, 22 agosto 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  5. ^ Milan, Jose Mauri: "Mascherano e Gattuso i miei modelli. Decisiva una chiamata di Galliani", su gianlucadimarzio.com. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  6. ^ Jose Mauri Milan ufficiale: 4 caratteristiche del nuovo acquisto rossonero cercato da tante squadre", buzznews.it. URL consultato il 13 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2015).
  7. ^ Parma-Udinese 1 a 0, ansa.it, 26 gennaio 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  8. ^ Parma FC - Udinese Calcio, 26/gen/2014 - Serie A - Cronaca della partita, transfermarkt. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  9. ^ Parma-Roma 1-2: Ljajic e Pjanic, dopo il pareggio di De Ceglie, giallorossi primi, gazzetta.it, 24 settembre 2014. URL consultato il 19 ottobre 2014.
  10. ^ Udinese-Parma 4-2: infinito Di Natale, friulani al terzo posto, repubblica.it, 29 settembre 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  11. ^ Udinese Calcio - Parma FC, 29/set/2014 - Serie A - Cronaca della partita, transfermarkt. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  12. ^ Parma-Juve 1-0: Allegri distratto dalla Champions, Mauri firma l'impresa
  13. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 6 luglio 2015. URL consultato il 6 luglio 2015.
  14. ^ Copia archiviata, su empolicalcio.net. URL consultato il 30 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2016).
  15. ^ m.milannews.it, https://m.milannews.it/amp/news/jose-mauri-lultima-da-titolare-risale-ad-oltre-un-anno-fa-308274. URL consultato il 20 settembre 2018.
  16. ^ Francesco Gregorace, Milan-Parma, Gattuso sorprende tutti: Josè Mauri titolare, su SPORTFAIR, 1º dicembre 2018. URL consultato il 23 dicembre 2018.
  17. ^ Italia U17 - Israele U17, 12/set/2012 - Nazionale - Cronaca della partita, transfermarkt. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  18. ^ Germania U17 - Italia U17, 14/set/2012 - Nazionale - Cronaca della partita, transfermarkt. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  19. ^ Piksel.com, Figc | News - L’8 settembre Italia-Slovenia: prima chiamata per Cristante, Josè Mauri e Monachello, su FIGC - Federazione Italiana Giuoco Calcio. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  20. ^ José Mauri come Icardi: oriundo mancato, rifiuta la maglia azzurra, su gazzetta.it. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  21. ^ Josè Mauri 'traditore' dell'Italia: no alla maglia azzurra come Icardi, su calcioweb.eu. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  22. ^ Di cui 1 nei play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]