Jean-Luc Mélenchon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Luc Mélenchon
Front de Gauche - Fête de l'Humanité 2012 - 007.jpg
Jean-Luc Mélenchon nel 2012

Eurodeputato
In carica
Inizio mandato 14 luglio 2009

Jean-Luc Mélenchon (Tangeri, 19 agosto 1951) è un politico francese, fondatore nel 2008 del Partito di Sinistra.

È candidato alle elezioni presidenziali del 2017, senza il Fronte di Sinistra, ma in nome del movimento Francia ribelle (FI), da lui fondato nel febbraio 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mélenchon faceva parte della corrente Nuovo Mondo del Partito Socialista. È senatore dal 1986 (per il dipartimento dell'Essonne) ed è stato ministro dal 2000 al 2002.

Per continue divergenze da Ségolène Royal, nel 2008 ha fondato il Partito della Sinistra, di orientamento neo-giacobino ed ecologista. Per le europee del 2009 il partito si è collegato con il Partito Comunista Francese in un Fronte di Sinistra. Queste stesse forze politiche hanno candidato Mélenchon in occasione delle elezioni presidenziali in Francia del 2012, dove ha ottenuto l'11% dei voti, posizionandosi al quarto posto tra i vari candidati all'Eliseo.

Alla fine di gennaio 2016 propone la sua candidatura alla presidenza della Repubblica, invitando i suoi concittadini ad appoggiarlo tramite il suo sito internet www.jlm2017.fr e ottenendo in pochi giorni oltre 100 000 sostegni. Vari gruppi di sostegno si organizzano nel territorio e il programma viene steso durante il mese di ottobre. Vengono definiti anche i candidati alle elezioni legislative, e il partito comunista, assieme ad altre forze dell'ex-fronte di sinistra, rinnovano il loro appoggio alla sua candidatura[1].

Numerosi quotidiani riportano, da fonti diverse, l'appartenenza di Jean-Luc Mélenchon alla Loggia "Roger Leray" di Parigi, del Grande Oriente di Francia[2]. L'interessato, pur avendo confermato che suo padre ne era membro[3], rifiuta categoricamente di confermare la propria appartenenza. Considera infatti che le sue convinzioni filosofiche riguardano la sua sfera privata, e in qualità di rappresentante della nazione (senatore, poi eurodeputato), è tenuto a rappresentare tutti i suoi concittadini, qualunque sia il loro orientamento religioso o filosofico[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jean-Luc Mélenchon, JLM 2017 - Appuyer la candidature de Jean-Luc Mélenchon, su www.jlm2017.fr. URL consultato il 10 dicembre 2016.
  2. ^ François Koch, L'Express,8 gennaio 2015.
  3. ^ JeanJacquesMaillot, Mélenchon, franc-maçon de père en fils (RMC), 06 febbraio 2012. URL consultato il 10 dicembre 2016.
  4. ^ Rémy Hergé, Mélenchon est Franc-Maçon, la preuve en image, 30 marzo 2011. URL consultato il 10 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN228226857 · LCCN: (ENn91116354 · ISNI: (EN0000 0003 6386 6605 · GND: (DE132223880 · BNF: (FRcb122168626 (data)