Intolerance (film 1996)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Intolerance
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1996
Durata 94 min
Genere documentario
Regia
Produttore Mario Mazzarotto
Fotografia Roberto Benvenuti
Interpreti e personaggi
Episodi

Intolerance è un film collettivo del 1996, nato da un'idea di Massimo Guglielmi sviluppata e portata a compimento da Roberto Giannarelli, Marco Simon Puccioni e Roberto Torelli.

Il film è composto di due parti, una in pellicola contenente 23 cortometraggi e una in video con 27 pezzi. In totale 50 cortometraggi realizzati da altrettanti autori e da 1000 tecnici, che hanno lavorato gratuitamente per realizzare un film contro ogni intolleranza e in favore della multiculturalità e della differenza individuale.

Oltre al decano del cinema italiano, Citto Maselli, il film ha visto la partecipazione di molti registi: tra i tanti, Paolo Virzì, Gabriele Muccino, Marco Simon Puccioni, Cinzia TH Torrini.

Il film, proiettato in anteprima alla Mostra del cinema di Venezia, è stato presentato a Roma in Campidoglio nel novembre 1996.

Per realizzare il progetto è nata l'associazione Cinema Senza Confini che ha poi collaborato con la Caritas diretta da don Luigi Di Liegro: un anno dopo la realizzazione del film Marco Simon Puccioni, presidente dell'associazione, ha donato circa 89 milioni di lire alla Caritas per la realizzazione di un ostello per l'accoglienza e la formazione degli immigrati.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema