Pasquale Pozzessere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Pasquale Pozzessere (Lizzano, 1957) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1957,[1] si trasferisce con la famiglia a Roma verso la fine degli anni Sessanta e si dedica al cinema dopo avere abbandonato gli studi universitari di medicina. Assistente alla regia di Pupi Avati e aiuto-regista di Francesco Maselli, collabora alla trasmissione di Rai 3 Chi l'ha visto? e dirige alcuni cortometraggi e documentari, tra cui Altre voci e Le sirene di carta. Nel 1991 apre una società di produzione, la Demian film, con la quale produce e realizza il suo primo lungometraggio, Verso sud, presentato al Festival del Cinema di Venezia del 1992.

Tra i suoi film successivi si ricordano Padre e figlio, 1994, incentrato sul lacerante rapporto fra due generazioni in conflitto, Testimone a rischio, 1997, ispirato alla storia vera di Pietro Nava, testimone oculare di un delitto mafioso, La porta delle 7 stelle, 2005, viaggio interiore ambientato tra Roma, Serbia e India, e Cocapop, 2010, tre storie parallele di dipendenza da cocaina. Per la televisione, ha girato nel 1999 La vita che verrà, nel 2005 Lucia, nel 2006 La provinciale.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pasquale Pozzessere, su mymovies.it. URL consultato il 4 aprile 2016.
Controllo di autoritàVIAF (EN26392533 · ISNI (EN0000 0000 3787 8678 · SBN IT\ICCU\PUVV\194465 · LCCN (ENn99014352