La bella vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bella vita
La bella vita.jpg
Mirella (Sabrina Ferilli) e Bruno (Claudio Bigagli)
Titolo originale La bella vita
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1994
Durata 97 min
Genere commedia
Regia Paolo Virzì
Sceneggiatura Francesco Bruni, Paolo Virzì
Produttore Roberto Cimpanelli
Fotografia Paolo Carnera
Montaggio Sergio Montanari
Musiche Claudio Cimpanelli
Scenografia Attilio Caselli
Costumi Maria Giovanna Caselli
Interpreti e personaggi

La bella vita è un film del 1994 diretto da Paolo Virzì, all'esordio nella regia.

Con questa sua opera prima Virzì ha conquistato sia il David di Donatello che il Nastro d'argento come miglior regista esordiente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bruno e Mirella sono sposati da pochi anni. Lui è un operaio metalmeccanico e lei lavora come cassiera in un supermercato. Il loro matrimonio entra in crisi per due motivi: il primo è che lui affronta un periodo di depressione, come conseguenza della perdita del posto di lavoro (siamo negli anni '90 e viene avviata la dismissione di una parte delle acciaierie di Piombino), il secondo è che Mirella, attratta dalla illusione di una vita più comoda e mondana, si lascia sedurre da Gerry Fumo, "divo" di una piccola emittente televisiva locale. Dopo la dolorosa separazione, Bruno riuscirà lentamente a ricostruire la sua esistenza, mentre Mirella si rende conto che quella per Gerry Fumo era solo un'infatuazione. Finale agrodolce.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema