Guerra d'indipendenza turca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerra d'indipendenza turca
Treaty sevres otoman it.svg
La spartizione della Turchia secondo il Trattato di Sèvres
Data 19 maggio 1919 - 29 ottobre 1923
Luogo Anatolia, Mesopotamia settentrionale e Tracia
Esito Vittoria turca[1], rovesciamento del sultanato ottomano, Trattato di Losanna, riconoscimento della Repubblica di Turchia
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
350 000 - 500 000 turchi tra regolari e irregolari
40 000 soviet
180 000 greci
20 000 armeni
50 000 francesi
10 000 britannici
36 000 georgiani
3 000 curdi
Perdite
60 540 morti
20 000 prigionieri tra i militari
100 000 morti tra i civili
45 000 morti
48 000 prigionieri tra i militari
300 000 morti tra i civili
Voci di guerre presenti su Wikipedia

Prende nome di Guerra d'indipendenza turca (in turco: Kurtuluş Savaşı) l'insieme degli eventi politici e militari aventi come punto di partenza il processo di disgregazione dell'impero ottomano.

Dalla soppressione dell'Impero (1922) fino alla creazione della Repubblica di Turchia (1923), e il riconoscimento internazionale di questa con il trattato di Losanna, la fondazione e l’azione di un movimento nazionalista turco è stata di primaria importanza.

La fondazione della Repubblica turca avviene in un contesto di eventi drammatici, quali le guerre turco-armena, la greco-turca e la franco-turca. La conclusione del conflitto che, nell'ottica greca, fu definito Catastrofe dell'Asia Minore, si accompagnò ad accuse greche e di parte dell'Occidente di genocidio ai danni di armeni e greci, anche se analoghe atrocità sarebbero state commesse dall'esercito greco di occupazione nel corso del confronto armato con l'Armata della Grande Assemblea Nazionale Turca comandata da Mustafa Kemal Pascià.

Nella visione turca, questo processo ha portato al crollo dell'impero ottomano, al consolidamento del Kemalismo, i cui obiettivi erano la creazione di uno Stato-nazione turco, di impronta repubblicana e laica, e di una radicale riforma delle vetuste e inefficienti strutture imperiali ottomane della Turchia pre-repubblicana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chester Neal Tate, Governments of the World: a Global Guide to Citizens' Rights and Responsibilities, Macmillan Reference USA/Thomson Gale, 2006, p. 205.
  2. ^ Barbara Jelavich, History of the Balkans: Twentieth century, Cambridge University Press, 1983, p. 131, ISBN 978-0-521-27459-3.
  3. ^ http://dergiler.ankara.edu.tr/dergiler/44/671/8544.pdf

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]