Lega Musulmana Panindiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lega Musulmana Panindiana
All India Muslim League
آل انڈیا مسلم لیگ
Flag of Muslim League.png
Leader Mohammad Ali Jinnah
Stato India Britannica India Britannica
Fondazione 30 dicembre 1906
Dissoluzione 14 agosto 1947
Ideologia Conservatorismo, liberalismo

La Lega Musulmana Panindiana (in inglese: All India Muslim League) è stato un partito politico fondato nel 1909 nell'allora Impero anglo-indiano allo scopo di tutelare i diritti della comunità musulmana indiana, principale minoranza presente nel subcontinente.

Partito elitario, sposò la causa nazionalista del Congresso Nazionale Indiano per divenirne successivamente la più seria minaccia: mentre il Congresso si batte per un'India unita e libera, la Lega Musulmana, temendo che la fine dell'egemonia britannica sancisse la perdita del proprio potere a favore del Congresso, si fece promotrice di una politica secessionista che portò alla creazione dello Stato del Pakistan.

Uno dei maggiori esponenti del partito fu Mohammad Ali Jinnah[1]

Si dissolse nel 1947, dopo la divisione tra India e Pakistan.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN149662375 · ISNI: (EN0000 0001 0063 2110 · BNF: (FRcb118706552 (data)
India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India