Gremlins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Gremlins (disambigua).
Gremlins
Gremlins.JPG
Una scena del film
Titolo originaleGremlins
Paese di produzioneUSA
Anno1984
Durata106 min
Generefantastico, commedia, orrore
RegiaJoe Dante
SoggettoChris Columbus
SceneggiaturaChris Columbus
ProduttoreMichael Finnell
Produttore esecutivoSteven Spielberg, Frank Marshall
Distribuzione (Italia)Warner Bros.
FotografiaJohn Hora
MontaggioTina Hirsch
Effetti specialiBob MacDonald Jr., Robert MacDonald, Richard Ratliff, Ken Speed, Chris Walas
MusicheJerry Goldsmith, Noel Regney
ScenografiaJackie Carr
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Gremlins è un film del 1984, diretto da Joe Dante, su sceneggiatura di Chris Columbus. Steven Spielberg è il produttore esecutivo. Il film oltre ad essere stato un grande successo ha anche ottenuto positivi riscontri da parte della critica, in particolare per il suo perfetto bilanciamento tra commedia e horror.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Billy riceve per Natale un mogwai di nome Gizmo, una tenera e adorabile creaturina che il padre, un inventore, ha comprato in un negozio di Chinatown. Le regole a cui attenersi sono:

  • mai esporlo alla luce, che lo irrita: in particolare quella del sole, che lo ucciderebbe;
  • mai farlo bagnare: l'acqua dà il via al suo ciclo riproduttivo, che è asessuato, e lo porta quindi a moltiplicarsi;
  • mai nutrirlo dopo mezzanotte.

La prima regola che viene violata è quella di non esporlo mai alla luce: la madre di Billy infatti gli scatta una foto, e con il flash abbaglia Gizmo che impazzisce per pochi secondi. La seconda regola viene violata accidentalmente e il Mogwai dà alla luce altri esserini simili a lui, anche se più vivaci. Tra mogwei se ne distingue uno in particolare con un ciuffo in testa, che sembra essere il capo. I nuovi arrivati riescono a procurarsi del cibo dopo la mezzanotte. Una volta nutriti formano dei bozzoli, da cui escono trasformati in Gremlins, orribili mostriciattoli verdi e pericolosi.

Il primo ad essere aggredito dai gremlins è un ricercatore, che viene morso e avvelenato. Billy scopre il cadavere e cerca di chiedere aiuto, ma viene ferito alla mano dal mostro. Dopo essersi rifugiato in infermeria Billy incontra di nuovo il Gremlin, nascosto in un armadietto, ma riesce a fuggire; poi è la volta della madre di Billy: la donna scopre dei bozzoli, poi viene colta di sorpresa e aggredita alle spalle da un Gremlin, rimanendo ferita.

Il loro leader "Ciuffo Bianco", avendo perso i suoi compagni, fugge e Billy, dopo aver portato la madre ferita dal vicino, trova Gizmo in casa e insegue le sue tracce arrivando in una scuola di piscina nel quale il mostriciattolo fa suonare l'allarme per poi graffiarlo. Successivamente Ciuffo Bianco si tuffa in una piscina, facendo aumentare il numero di gremlins: ora i mostri sono pronti ad invadere la cittadina e a seminare distruzione. Billy, dopo essersi diretto nella stazione di polizia, cerca di far capire allo sceriffo che la città è in pericolo e che i Gremlins fanno passare le loro aggressioni come incidenti ma quest'ultimo lo prende per matto nonostante gli abbia mostrato Gizmo. I Gremlins si dirigono quindi verso la villa della signora Deagle che, dopo aver ricevuto visita dai mostri, ha un malore e cerca di fuggire al piano di sopra, ma vola dalla finestra e resta uccisa.

Lo sceriffo scopre il cadavere della donna mentre un Gremlin danneggia i freni. Dopo aver assistito allo smembramento di un uomo vestito da Babbo Natale che, decide di tornare in ufficio ma durante il viaggio entra in collisione con un furgoncino guidato da un Gremlin: la sua auto si ribalta e l'uomo muore schiacciato insieme ad un agente.

I Gremlins si riuniscono nel bar in cui lavora Kate che viene costretta a servire da mangiare e da bere ai mostri che fanno festa distruggendo il locale. Kate riesce a fuggire stordendo i Gremlins con il flash della macchina fotografica e si riunisce con Billy e conoscendo Gizmo. Dopo essere scampati al panico, i tre si rifugiano nella banca dove lavora Billy e Kate racconta che non le piace il Natale perché suo padre sparì e morì quando era bambina. Dopo aver scoperto il cadavere del capo della banca con la testa schiacciata da un orologio, il padre di Billy e il suo cane Barney si ferma in un distributore nel quale cerca di vendere un porta cenere. Successivamente i due escono e trovano la città deserta con le luci degli appartamenti spente.

Tutti i gremlins sono riuniti in un cinema: Billy fa esplodere l'edificio aprendo le valvole del gas e poi infiammandole, uccidendoli tutti tranne Ciuffo Bianco; viene inseguito dai ragazzi. La creatura perseguita e mette K.O. Billy lanciandogli addosso vari oggetti e ferendolo al braccio con una balestra. Ciuffo Bianco, dopo che Kate ha acceso le luci nella sua zona, si dirige verso la zona piante dove trova una pistola e una fontana, per poi salirci e cercare di moltiplicarsi ancora. Billy tenta di avvicinarsi ma viene allontanato con dei colpi di pistola andati a vuoto per poi infilare la mano nell'acqua in uscita. Ciuffo Bianco si sta ormai per moltiplicare ma Gizmo spalanca all'improvviso una finestra facendo entrare la luce del sole, che letteralmente liquefa Ciuffo Bianco.

Il padre di Billy torna in città e, ascoltando un servizio nell'ormai devastato bar in cui lavorava Kate radio, scopre così che Rocky Ricky è vivo.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film ricevette 5 Saturn Award nel 1985: miglior film horror, miglior regista, miglior attrice non protagonista (Polly Holliday), miglior colonna sonora e migliori effetti speciali.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1943 Roald Dahl scrisse un libro per bambini intitolato I Gremlins. Da ciò ne ricavò una sceneggiatura per un progetto avviato con la Disney che non vide mai la luce. Chris Columbus ha tratto l'ispirazione dal soggetto di tale film. La sceneggiatura iniziale di Columbus era molto più orrorifica e prevedeva una scena in cui la madre di Billy veniva uccisa dai gremlin e la sua testa fatta rotolare per le scale, un'altra in cui il cane di famiglia finiva divorato dai gremlin e una in cui i gremlin assaltavano un McDonald's mangiandone i clienti e rifiutandone gli hamburger.

Distribuzione ed incassi[modifica | modifica wikitesto]

Gremlins è stato un inaspettato successo commerciale. Costato circa 11 milioni di dollari (cifra all'epoca non particolarmente alta) incassò nell'anno della sua uscita nei soli Stati Uniti 148 milioni di dollari, diventando il quarto incasso del 1984 dopo blockbuster quali Beverly Hills Cop, Ghostbusters e Indiana Jones e il tempio maledetto. Nel 1985 un nuovo passaggio nei cinema assestò l'incasso sui 153 milioni di dollari che è a ad oggi il secondo incasso assoluto del genere Commedia Horror dopo Scary Movie.

Il circuito home video portò ulteriori 80 milioni di dollari. In Italia il film è uscito in DVD nel 2000. Non è stata distribuita la special edition del 2002 contenente tra gli altri due commenti, le scene tagliate, un dietro le quinte oltre ai consueti trailer.

Gremlins è andato in onda per la prima volta in Italia lunedì 17 dicembre 1990, su Canale 5, alle 20:40.

Sequel e merchandising[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 Joe Dante girò il sequel Gremlins 2 - La nuova stirpe. Nonostante il budget molto ricco di 50 milioni di dollari, il film rimase molto lontano per ispirazione e per incassi dal primo.

Gremlins e il suo sequel sono ancora oggi al centro di una vasta campagna di merchandising. I prodotti attualmente in commercio comprendono vari tipi di peluches, action figure, giochi da tavolo.

Diversi videogiochi legati a queste creature sono stati prodotti a partire dal 1985:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Steven Spielberg e Chuck Jones compaiono in ruoli cameo.
  • Dal mogwai ha preso il nome il gruppo post-rock scozzese dei Mogwai.
  • Nel film Small Soldiers (sempre con la regia di Joe Dante) viene citato Gizmo diverse volte.
  • Nel film I Goonies vengono citati i Gremlins in quanto si scopre che uno dei protagonisti, Chunk, conosciuto da tutti per raccontare storie inventate, una volta chiamò al telefono lo sceriffo locale parlando di "mostriciattoli che si moltiplicano se vengono bagnati".
  • Il Gremlin "leader" è vittima del famoso effetto Mandela, molte persone infatti, giurano di ricordare che il suo nome fosse Spike e non Stripe.
  • Quando l'intero gruppo delle creature va al cinema per vedere Biancaneve e i sette nani,durante la scena di euforia generale è possibile intravedere per poco tempo uno dei gremlins indossare le orecchie di Topolino

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema