Gremlins 2 - La nuova stirpe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Gremlins 2" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Gremlins 2 (disambigua).
Gremlins 2 - La nuova stirpe
Gremlins 2.jpg
Titolo originale
Titolo originaleGremlins 2: The New Batch
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1990
Durata106 min
Rapporto1,85:1
Generefantastico, commedia, orrore
RegiaJoe Dante
SoggettoChris Columbus
SceneggiaturaCharles S. Haas
ProduttoreRick Baker, Michael Finnell
Produttore esecutivoFrank Marshall, Steven Spielberg, Kathleen Kennedy
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaJohn Hora
MontaggioKent Beyda
Effetti specialiJurgen Heimann, Patrick Tantalo, Thomas R. Homsher, Rick Baker
MusicheJerry Goldsmith
ScenografiaJohn H. Anderson
AnimatoriChuck Jones
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Gremlins 2 - La nuova stirpe (Gremlins 2: The New Batch) è un film del 1990 di Joe Dante, seguito di Gremlins, di cui non è riuscito però a replicare il successo.

Rispetto al predecessore, l'umorismo del film è molto meno nero e al contrario più ricco di gag demenziali, citazioni, parodie cinematografiche e non, situazioni meta-referenziali. Dante in effetti voleva realizzare una sorta di parodia del primo film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Billy è cresciuto e ora vive a New York con la fidanzata Kate. Entrambi lavorano alla Clamp Enterprises, in un grattacielo a Manhattan: lui come impiegato, lei come guida turistica. L'anziano signor Wing sta per morire e la Clamp intende demolire il suo negozio per fare spazio a nuovi edifici dell’impresa. Nel magazzino vive ancora Gizmo, che è sempre triste poiché non ha nessuno con cui giocare. Alla morte di Wing, Gizmo riesce ad uscire attraverso un buco nel muro. Un uomo lo vede e decide di portarlo al folle dottor Cushing Catetere, capo di uno dei laboratori di ricerca interni alla Clamp, perché lo usi come cavia.

Billy viene presto a sapere che Gizmo si trova all'interno dell'edificio e riesce a portarlo via dalle grinfie del dottor Catetere. Lo nasconde poi in un cassetto, assicurandolo che Kate lo avrebbe portato a casa. Gizmo però esce dal cassetto e finisce per caso vicino ad un uomo delle pulizie che sta riparando un rubinetto che perde. Gizmo si bagna e dà vita a quattro nuovi malefici mogwai, che lo chiudono in un condotto di aerazione. Tre di loro si dirigono poi verso il centro della Clamp, mentre il quarto viene scambiato per Gizmo da Kate, che lo porta a casa. Billy si accorge dell'errore e torna alla Clamp insieme a Kate per cercare di fermare gli altri mogwai, che sono già riusciti a mangiare dopo la mezzanotte. Viene però arrestato mentre cerca di chiudere le tubazioni dell’acqua ed è deriso dal personale della Clamp quando li avverte del pericolo che stanno correndo. I mogwai riescono così a trasformarsi in gremlins ed il giorno dopo finiscono per far scattare il sistema antincendio a sprinkler, venendo investiti dall’acqua.

Ben presto l'intero palazzo è invaso da gremlins che combinano guai di ogni tipo; i mostriciattoli non si avventurano però all'esterno, per timore della luce solare che li ucciderebbe. Sfortunatamente alcuni di essi scoprono il laboratorio di ricerca e iniziano a ingerire tutto ciò che capita loro sottomano, scatenando in loro mutazioni incontrollabili. Tra di essi vi sono un gremlin che diventa intelligente e capace di parlare dopo aver ingerito un preparato con le cellule cerebrali, un gremlin che cambia sesso trasformandosi in una vamp, un gremlin pipistrello e un gremlin che diventa un flusso di elettricità pura. Quest'ultimo, dopo aver eliminato il dottor Catetere, viene poi intrappolato da Billy all'interno della rete telefonica del palazzo per evitare che faccia altri danni. Il leader dei gremlins, con un ciuffo sulla testa come nel film precedente, si trasforma in seguito in un enorme ragno ed intrappola Kate e una collega di Billy in un’enorme ragnatela. Viene però eliminato da Gizmo che si è nel frattempo liberato della sua prigionia.

Su suggerimento di Billy, i residenti della Clamp cercano di ingannare i gremlins facendo loro credere che fuori sia già buio, oscurando le vetrate con appositi tendoni. I mostriciattoli si radunano allora tutti nell’atrio principale preparandosi ad uscire, ma al momento di far cadere le tende per colpirli con la luce del sole, un acquazzone improvviso oscura il cielo. A quel punto, se i gremlins uscissero dal palazzo si bagnerebbero sotto la pioggia e per l'intera città sarebbe la fine. Billy ha però un'idea: prima colpisce tutte le creature con un idrante poi, proprio mentre i mostriciattoli si stanno moltiplicando, libera il gremlin elettrico. Tutti i gremlins, zuppi d'acqua, muoiono folgorati e gli occupanti della Clamp sono salvi. Billy e Kate divenuti ormai grandi, sono ora in grado di prendersi cura di Gizmo, tenendolo al sicuro dagli occhi del mondo.

Nella scena finale si scopre però che il capo della sicurezza della Clamp è rimasto intrappolato in un bagno con la gremlin-vamp.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono svolte dal 26 maggio 1989 al 1º novembre dello stesso anno presso i Warner Brothers Burbank Studios, a Boulevard e Burbank, alla Cattedrale di San Patrizio (New York), a Times Square e Park Avenue di Manhattan (New York City).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Gremlins 2 - La nuova stirpe è uscito il 15 giugno 1990 nelle sale statunitensi, mentre in quelle italiane il 13 luglio dello stesso anno.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato negli Stati Uniti $ 41,5 milioni.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'incredibile successo riscosso da Gremlins e Gremlins 2 - La nuova stirpe, la Warner Bros. ha in studio la realizzazione di un terzo episodio da anni, ma non è riuscita ad avviarne la produzione.

Durante la produzione di Gremlins 2, all'attore Keye Luke (nel film è Mr. Wing, proprietario originale di Gizmo) venne detto che il suo personaggio sarebbe stato ucciso a inizio film per mancanza di tempo sul girato, ma gli fu assicurata una comparsa seppur lieve in un possibile terzo film sotto forma di flashback.[1]

Dal progetto di un terzo film si è dissociato Joe Dante, ideatore e regista dei primi due, poiché secondo lui la casa di produzione detiene solo i diritti cinematografici dei personaggi ma non conosce abbastanza il soggetto per trarne una buona opera[2] e che l'idea di rifare troppi film o lavorare a tanti seguiti non è il modo migliore per continuare la saga, nonostante lo studio abbia intenzioni serie sul proseguimento di Gremlins. Dante ha dichiarato di essere stato chiamato una volta per riprendere la regia ma di aver declinato l'offerta dopo la brutta esperienza avuta con la WB nel 2003 con Looney Tunes: Back in Action.[3]

Il produttore dei due film, Chris Columbus, ha dichiarato ad agosto 2017 di aver terminato la sceneggiatura, affermando che la grafica computerizzata sarà minima.[4]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Diversi videogiochi dei gremlin sono basati in particolare sul secondo film.

Parodie[modifica | modifica wikitesto]

Il film è parodistico e contiene innumerevoli riferimenti e citazioni. Ad esempio il critico strangolato con una pellicola da due gremlin mentre sta recensendo in maniera negativa il film Gremlins (come in realtà ha fatto) è Leonard Maltin, celebre critico cinematografico statunitense. O anche il gremlin-pipistrello che, nel tentativo di volare fuori dal laboratorio di genetica, sfonda un muro e lascia il marchio di Batman (prodotto appunto dalla Warner Bros.).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista su edizione DVD; Gremlins 2: The New Batch. Warner Home Video (2002).
  2. ^ Gremlins 3?, Cineblog, 5 febbraio 2007. URL consultato il 5 luglio 2009.
  3. ^ Jeff Otto, Dante Won't Direct 'Gremlins 3', But is Working on Blu-rays!, Bloody-Disgusting, 28 aprile 2009. URL consultato il 5 luglio 2009.
  4. ^ "Gremlins 3", via al nuovo capitolo: è già pronta la sceneggiatura Chris Columbus ha annunciato lo stato avanzato del sequel., su tgcom24.mediaset.it, 17 agosto 2017. URL consultato il 29 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema