Livia Giampalmo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Livia Giampalmo (Genova, 14 ottobre 1941) è un'attrice, doppiatrice, regista e sceneggiatrice italiana, ex moglie di Giancarlo Giannini e madre di Adriano Giannini.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lavorato come attrice in alcuni sceneggiati televisivi, nel 1972 recita nel film Mimì metallurgico ferito nell'onore di Lina Wertmüller, successivamente intraprende l'attività di doppiatrice, prestando la voce a Shelley Duvall in Shining (in cui lavorò accanto al marito Giancarlo Giannini che doppiava Jack Nicholson), Sigourney Weaver in Ghostbusters e Anne Bancroft in Essere o non essere. Inoltre ha doppiato attrici come Shelley Winters, Goldie Hawn e Diane Keaton (sua è la voce dell'attrice in Io e Annie, Il dormiglione, Manhattan, Interiors, Amore e guerra).

Nel 1987 debutta alla regia in Due volte vent'anni, a cui segue Evelina e i suoi figli del 1990. Nel 1997 dirige Il padre di mia figlia con Sabrina Ferilli, mentre nel 2001 dirige il suo stesso figlio Adriano in State zitti per favore, che dopo alcune traversìe viene distribuito nelle sale nel 2004 con il titolo Stai con me. Da alcuni anni è legata sentimentalmente all'attore Gino Lavagetto.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Serie Televisive[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]