Fratte Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fratte Rosa
comune
Fratte Rosa – Stemma Fratte Rosa – Bandiera
Fratte Rosa – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
Amministrazione
Sindaco Alessandro Avaltroni (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 43°37′55.56″N 12°54′04.21″E / 43.6321°N 12.901169°E43.6321; 12.901169 (Fratte Rosa)Coordinate: 43°37′55.56″N 12°54′04.21″E / 43.6321°N 12.901169°E43.6321; 12.901169 (Fratte Rosa)
Altitudine 419 m s.l.m.
Superficie 15,63 km²
Abitanti 966[1] (31-12-2015)
Densità 61,8 ab./km²
Frazioni Convento Santa Vittoria, Torre San Marco
Comuni confinanti Fossombrone, Mondavio, Pergola, San Lorenzo in Campo, Sant'Ippolito, Terre Roveresche
Altre informazioni
Cod. postale 61040
Prefisso 0721
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 041016
Cod. catastale D791
Targa PU
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti frattesi
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fratte Rosa
Fratte Rosa
Fratte Rosa – Mappa
Posizione del comune di Fratte Rosa nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Fratte Rosa (Le Fràtte in dialetto gallo-piceno[2]) è un comune italiano di 966 abitanti[1] della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.

Fino alla fine dell'Ottocento si chiamava semplicemente Fratte. Rosa venne aggiunto forse per la tipica colorazione dei mattoni delle case[3].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Fratte Rosa è arroccata sulla cima di un colle, in una cornice panoramica tra le più belle della provincia di Pesaro e Urbino, posta a cavaliere tra le medie valli del Cesano e del Metauro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del nome antico Castrum Fractarum si riferisce probabilmente ad una sconfitta che qui subì Asdrubale, fratello del più celebre Annibale, condottiero cartaginese nella seconda guerra punica. Più verosimilmente, tuttavia la comunità di Fratte Rosa fu formata da alcuni superstiti scampati dalla distruzione, operata dai Visigoti di Alarico, della non lontana città romana di Suasa, che sorgeva nei pressi dell'odierna San Lorenzo in Campo.

Nel Medio Evo, la più recente Fratte Rosa fu un borgo fortificato, capoluogo della cosiddetta Ravignana, un vero e proprio staterello dipendente dai monaci classensi di Ravenna.

In seguito fu roccaforte fanese posta a guardia del territorio di questa città, scomoda enclave della Chiesa nel Ducato di Urbino, ragion per cui sia i Montefeltro, sia i Della Rovere tentarono sempre di occuparla. Nel territorio comunale si trova l'antica frazione di Torre San Marco, che ha origini storiche coeve al capoluogo e come questo fece parte della Ravignana, partecipando con alterne vicende alle rivolte contro Fano. Appartenuta successivamente al Ducato del Varano, nel 1545 passò alle dipendenze della Sede Apostolica.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2002 nel complesso conventuale di Santa Vittoria è stato inaugurato il Museo demoetnoantropologico della "Terracotta e della Terra cruda"[5].

Persone legate a Fratte Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente l'economia locale è attiva nei settori della produzione di mobili, di calzature, dell'abbigliamento e della lavorazione di terrecotte rustiche[6].

Questo comune presenta un terreno ed un microclima particolarmente adatti alla coltivazione della fava. Infatti, la fava preferisce terreni argillosi e calcarei che è una caratteristica assai diffusa dei terreni del comune di Fratte Rosa, in particolare nella zona dei Lubachi. Fiorisce più tardi rispetto alle altre specie e la maturazione del legume coincide con le prime scampagnate di maggio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
27 giugno 1985 7 luglio 1990 Gianfranco Guerra PSI Sindaco
8 luglio 1990 23 aprile 1995 Gianfranco Guerra PSI Sindaco
24 aprile 1995 13 giugno 1999 Tiziano Guerra PDS Sindaco
14 giugno 1999 12 giugno 2004 Maria Adele Berti Democrazia e solidarietà Sindaco
13 giugno 2004 7 giugno 2009 Maria Adele Berti SDI Sindaco
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Alessandro Avaltroni La Fratterosa che vorrei Sindaco
26 maggio 2014 in carica Alessandro Avaltroni La Fratterosa che vorrei Sindaco

Fonte: Ministero dell'Interno[7].

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio gioca in Seconda Categoria e ha vinto nella stagione 2012-2013 la Terza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 287.
  3. ^ Cenni storici dal sito web del comune
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ FRATTE ROSA - Museo Demoetnoantropologico della "Terracotta e della Terra Cruda", su www.musei.marche.it. URL consultato il 26 settembre 2016.
  6. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 2, Roma, A.C.I., 1985, p. 12.
  7. ^ http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN314857183
Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche