Edoardo Gori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edoardo Gori
Edoardo Gori (cropped).jpg
Gori durante un incontro di Heineken Cup 2012-13 contro Leicester
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 81 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano di mischia
Franchigia Benetton Treviso Pro14
Carriera
Attività giovanile
2006-09 I Cavalieri
Attività di club¹
2009-10 I Cavalieri 9 (0)
Attività in franchise
2010- Benetton Treviso 66 (45)
Attività da giocatore internazionale
2010- Italia Italia 57 (30)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 25 marzo 2018

Edoardo "Ugo" Gori (Borgo San Lorenzo, 5 marzo 1990) è un rugbista a 15 italiano, internazionale per l'Italia, dal 2010 mediano di mischia del Benetton Treviso in Pro12.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi messo in evidenza nel Super 10 con I Cavalieri di Prato, nel 2010 Gori fu ingaggiato dal Benetton Treviso[1].

Edoardo Gori fece il suo debutto in ambito internazionale con l'Italia giocando il 20 novembre 2010 contro l'Australia a Firenze. L'anno successivo l'allora commissario tecnico Nick Mallett lo convocò anche per disputare la Coppa del Mondo di rugby 2011, dove Gori giocò da titolare solamente nella partita della fase a gironi contro la Russia segnando in quella occasione pure una meta.

Dopo l'arrivo del nuovo C.T. Jacques Brunel, Gori giocò da mediano di mischia titolare durante il Sei Nazioni 2012. Lo stesso C.T. lo convocò per Coppa del Mondo di rugby 2015, dove giocò in tutte e quattro le partite della fase a gironi segnando anche una meta nella partita vinta 32-22 contro la Romania.

In alcune occasioni ha ricoperto anche il ruolo di ala.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il nuovo Benetton: Edoardo Gori, mediano di mischia, su benettonrugby.it, Benetton Rugby Treviso, 29 giugno 2010. URL consultato il 31 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]