Rugby Club I Cavalieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rugby Club I Cavalieri
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
RC I Cavalieri logo.svg
Cavalieri
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori Nero Con Striscia Bianca.png Bianconero
Simboli Cavaliere
Dati societari
Città Prato
Paese Italia Italia
Sede Rugby Club I Cavalieri
Via Didaco Bessi 5
59100 Prato
Federazione Flag of Italy.svg F.I.R.
Campionato n/a
Fondazione 2000
Scioglimento 2015
Palmarès
Stadio
Stadio Enrico Chersoni
Via Bessi Didaco 5
59100 Prato
(2 500 posti)

Il Rugby Club I Cavalieri era un club italiano di rugby a 15 di Prato.

Fondato nel 2000 dall'unione di tre squadre cittadine, il club militò dalla stagione 2009-10 a quella 2014-15 in Eccellenza, la massima serie rugbistica nazionale, raggiungendo nelle stagioni 2011-12 e 2012-13 il suo miglior risultato sportivo con l'arrivo alla finale per il titolo nazionale.

Disputava i suoi incontri interni allo stadio Enrico Chersoni di Prato, e i suoi colori sociali erano il bianco e il nero.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Questa squadra nasce nel 2000 dal progetto del Fiduciario provinciale Fir, dottor Pasquale Petrella, che ha convinto ad unire le loro forze le tre società rugbistiche pratesi: i Sorci Verdi, prima squadra pratese di rugby, fondata nel 1958 che ha poi preso il nome di S.S. Rugby Prato, il Rugby Iolo e il Gispi Rugby Prato. La società nasce con il nome di Rugby Club i Cavalieri ASD Gispi Iolo Prato Il primo consiglio composto da 20 elementi provenienti in parti uguali dalle 3 società più due esterni Rugby Iolo: Rosati Leonardo; Rosati Nello; Gori Stelio; Baldi Paolo; Grassi Franco Rugby Prato: Ciuoffo Stefano; Barontini Realdo; Tempestini Riccardo; Parisi Nicola; Bertocchi Marco; Parenti Andrea Gispi Prato: Pazzi Sergio; Taddei Vittorio; Guastini Gianluca; Gori Andrea; Carla Calignano; Maurizio Sanesi Esterni: Bruni Paolo; Colzi Fabrizio

I Presidente Bruni Paolo II Presidente Pazzi Sergio

Nella stagione 2005/06 ha conquistato per la prima volta nella sua storia i play-off per la promozione in Super 10: in semifinale ha incontrato la Futura Park Roma: dopo aver vinto in casa la gara di andata, ha perso la gara di ritorno a Roma.

Nella stagione successiva centra per la seconda volta i play-off: incontra nuovamente la Futura Park Roma in semifinale, battendola in entrambe le gare. Gioca la finale a Viadana contro il Casinò di Venezia, perdendo la gara per 13-10.

Nella stagione 2008/09 ha vinto il proprio girone, e nei play off ha conquistato la promozione in Super10. Alla prima esperienza nel massimo campionato nazionale, la squadra ha chiuso al 5º posto, centrando il traguardo della qualificazione alla European Challenge Cup. Nell'esordio contro Connacht ha vinto 23 - 21, ed è stata l'unica squadra italiana a vincere nel primo giorno delle coppe Europee 2010/11. La partita è stata giocata allo stadio Lungobisenzio il 9 ottobre 2010.

Il campo della squadra è lo Stadio Enrico Chersoni di Iolo, sede in passato del Rugby Iolo.

Durante il Campionato di Eccellenza 2011/12, il Rugby Club I Cavalieri ha disputato una stagione notevole qualificandosi come seconda classificata in Regular Season (a causa di una penalizzazione di 4 punti), vincendo le semifinali contro Marchiol Mogliano, sconfitta successivamente in finale dal Cammi Calvisano.

Nel Campionato di Eccellenza 2012/13, il Rugby Club I Cavalieri è giunto ancora una volta ai playoff, terminando la stagione in terza posizione. In semifinale ha battuto i campioni d'Italia del Cammi Calvisano, per poi perdere la finale in casa contro Mogliano al termine di una partita caratterizzata da un finale palpitante e un'ultima meta non assegnata ai Cavalieri solo grazie all'utilizzo del TMO.

A causa di problemi economici societari la travagliata stagione 2014/15 si concluse con l'ultimo posto in classifica e la conseguente retrocessione in Serie A. Il Firenze 1931, retrocesso anch'esso dalla Serie A alla Serie B, ne acquisì il titolo sportivo e poté quindi mantenere la categoria superiore. Successivamente il presidente del club, Fabrizio Tonfoni decise assieme ai vertici societari del Firenze Rugby 1931 di procedere ad una fusione fra i club, con lo scopo di creare una squadra più competitiva nel campionato di Serie A. La squadra neonata prese il nome de I Medicei, con sede a Firenze nello stesso impianto sportivo dell'ormai ex Firenze Rugby 1931.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria de I Cavalieri
  • 2008-09 - 1ª Serie A1 (promosso in Super 10)
  • 2009-10 - 5º Super 10
  • 2010-11 - 2º Eccellenza (eliminato in semifinale)
  • 2011-12 - 2º Eccellenza (sconfitto in finale)
  • 2012-13 - 3° Eccellenza (sconfitto in finale)
  • 2013-14 - 5° Eccellenza
  • 2014-15 - 10° Eccellenza (retrocesso in Serie A)
    Cessione del titolo sportivo al Firenze 1931, fondazione de I Medicei

Giocatori di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportati alcuni dei giocatori che in passato vestirono la maglia del club:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby